Novembre 30, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Victor Wembanyama supera l’hype nel gioco vs. Accensione della Lega G

HENDERSON, Nev. — Il primo di molti segni che Victor Wembanyama è una proposta singolare, una vera di una, è arrivato non appena si è avvicinato alla stazione di sicurezza improvvisata del Dollar Loan Center vicino alla banchina di carico dell’arena.

La sua squadra di basket, i Boulogne-Levallois Metropolitans 92, era volata da Parigi in modo che Wembanyama, il favorito del consenso per essere la prima scelta nel draft NBA 2023, potesse giocare in un paio di esibizioni televisive a livello nazionale a cui hanno partecipato più di 200 dirigenti di squadra .e scout.

In preparazione per la partita in vetrina di martedì contro la G League Ignite, una squadra selezionata della lega minore NBA, i giocatori di Metros hanno consegnato i loro zaini agli screener mentre attraversavano un enorme metal detector grigio alto quasi 7 piedi. Ma Wembanyama, che secondo quanto riferito è stato misurato a 7-4 senza scarpe, ha dovuto curvare le spalle e abbassarsi bruscamente per evitare uno scontro frontale.

Victor Wembanyama sta arrivando in America. Ecco dove potrebbe atterrare.

L’edificio non era preparato per la sua attrazione principale, e nemmeno i suoi occupanti sbavanti.

Wembanyama si è poi recato in campo, dove ha svolto un’estesa routine di stretching pre-partita a piedi nudi. Mentre le scarpe da ginnastica piegavano i suoi fianchi, le enormi scarpe da ginnastica di Wembanyama, abbastanza lunghe da sembrare quasi delle racchette da neve, lo aspettavano nelle vicinanze. Un membro dello staff di Metros ha stimato che Wembanyama indossi Nike nella taglia 55 in Europa, equivalente a una taglia 20.5 negli Stati Uniti. Per riferimento, le sneakers da basket di Nike sono in genere disponibili solo fino alla taglia 18 sul suo sito Web e sulla sua scala ufficiale delle taglie. chiude a 22.

Le misure standard non si applicano davvero a Wembanyama, un prodigio del basket fuori classifica che è tra le prospettive più accattivanti nella storia di questo sport. Senza troppi sforzi, Wembanyama può saltare e battere la testa contro il tabellone. Durante il riscaldamento martedì, ha lanciato casualmente una schiacciata di mulino a vento con le dita dei piedi a pochi centimetri dal legno duro.

Una volta iniziato il gioco, il diciottenne Wembanyama ha continuato a sorprendere i giocatori di Ignite apparendo dal nulla per bloccare i loro colpi. L’apertura alare di 8 piedi di Wembanyama assicura che sia raramente fuori dall’azione, anche se è fuori posizione. Mentre la maggior parte dei centri di solito ha bisogno di correre attraverso la vernice per contestare i layup, Wembanyama può spesso portare a termine il lavoro semplicemente allungando le braccia alla massima estensione.

READ  Adele Look-Alike Show, gratuito per i possessori di biglietti per la residenza a Las Vegas

Quando era pronto e in attesa delle unità Ignite, ne seguì l’ilarità. Wembanyama ha fatto volare Scoot Henderson in campo con la forza di un muro, e ha segnato un altro tiro così forte da raggiungere la panchina dei Metros, spingendo il compagno di squadra Ibrahima Fall Faye a scoppiare in un sorriso da denti.

La NBA, ovviamente, è stata costruita su giocatori alti con braccia lunghe e capacità di salto: 30 diversi 7 piedi sono scesi in campo solo la scorsa stagione, e rimangono giganti come Manute Bol (7-7) e Yao Ming (7-6). .noto molto tempo dopo il loro ritiro. Negli ultimi dieci anni, un’ondata di grandi uomini esperti, tra cui Il centro dei Washington Wizards Kristaps Porzingissono stati persino soprannominati “unicorni” per la loro rara capacità di sparare e dribblare nonostante i loro enormi fotogrammi.

Mentre il Giappone si avvicina a una svolta pandemica, i fan della NBA non possono fare a meno di applaudire

Ma nessun giocatore grande come Wembanyama ha mai fatto quello che sa già fare, e la sua esibizione di martedì è stata più fantastica di un semplice unicorno.

Considera: questa è stata la sua prima partita negli Stati Uniti e la prima volta che ha giocato con le regole NBA e in una partita standard NBA di 48 minuti. Si consideri anche che le Metro erano a più di 5.400 miglia da casa e che il loro viaggio transatlantico era avvenuto nel bel mezzo della loro stagione di campionato francese. Infine, considera che più di 100 membri dei media hanno sciamato nel deserto del Nevada da almeno tre continenti, che le star dei Phoenix Suns Chris Paul e Devin Booker erano seduti a bordo campo e che erano presenti rappresentanti di tutte le 30 squadre NBA.

“In termini di riconoscimento in tutto il mondo, questo deve essere il gioco più importante che abbia mai giocato in vita mia”, ha predetto Wembanyama lunedì.

Niente di tutto ciò ha turbato Wembanyama, che ha concluso con un record di 37 punti, sette triple, quattro rimbalzi e cinque stoppate in una sconfitta per 122-115 contro l’Ignite. Quanto in alto Wembanyama ha fissato l’asticella durante la sua premiere? Danny Green è l’unico giocatore nella storia della NBA a farlo registrare sette triple e cinque stoppate nella stessa partitae aveva bisogno di tre straordinari per farlo.

Henderson, un’esperta guardia 6-2 che è ampiamente considerata come il secondo miglior giocatore della classe 2023, ha fatto un punto per attaccare Wembanyama presto e spesso, finendo con 28 punti, cinque rimbalzi e nove assist in un’impressionante dimostrazione di se stesso . . Wembanyama ha risposto aspettando il suo tempo con freddezza prima di prendere il sopravvento nel terzo quarto con una raffica di tre punti per tagliare il vantaggio a due cifre di Ignite.

READ  I mercati asiatici precipitano mentre gli investitori globali sono preoccupati per le tensioni Russia-Ucraina e per i piani imminenti della banca centrale

Ogni scatto era più assurdo e grazioso dell’ultimo. Wembanyama ha creato il proprio look dal palleggio, si è schiantato in un tre in dissolvenza nell’angolo e ha convertito un gioco da quattro punti dalla parte superiore del tasto. Dopo un saltatore di fascia media, ha rotto dal suo tipico comportamento di chiglia equilibrata per lanciare uno sguardo abbagliante e girare entrambi i palmi verso l’alto in una scrollata di spalle di Michael Jordan.

A differenza di molti adolescenti che volano in cielo, Wembanyama non sembra stia cercando di riprendere il controllo del suo corpo dopo uno scatto di crescita disorientante. Si muove in modo fluido e deciso e sembra più a suo agio nel valutare i difensori sul perimetro rispetto a quando lotta per la posizione di palo.

“Gioco in questo modo da anni”, ha detto Wembanyama. “Anche quando avevo 9, 10, 11, 15, tiravo sempre i tre e maneggiavo la palla. Non ho ammirato i giocatori per farlo. Mi sono ispirato a qualsiasi cosa volessi fare”.

Ci sono forti dosi di Kevin Durant nel modo in cui Wembanyama prepara e stappa i suoi tiri in sospensione, ma è molto più alto e molto più lungo della superstar dei Brooklyn Nets. La protezione del cerchio di Wembanyama ricorda Rudy Gobert, tranne per il fatto che il suo connazionale francese raramente osa dribblare nel traffico o tirare su dalle profondità.

Le difficoltà di Rudy Gobert nella finale di EuroBasket sono un po’ un avvertimento

Mentre il debuttante di Oklahoma City Thunder Chet Holmgren può vagare dal bordo all’arco, non riesce a eguagliare le dimensioni fisiche di Wembanyama. Anthony Davis è stato il prospetto di big man più apprezzato degli ultimi 15 anni, vincendo un titolo NCAA come matricola del Kentucky e diventando il n. 1 assoluto nella bozza 2012. Eppure Wembanyama è un tiratore esterno molto migliore di Davis alla stessa età, e fa impallidire l’attaccante 6-10 dei Los Angeles Lakers.

“Non c’è niente con cui confrontarlo”, ha detto l’allenatore della G League Ignite Jason Hart. “talento speciale.”

Nessuno, né Wembanyama né l’allenatore dei Metros, Vincent Collet, lo lancerebbero come un giocatore perfetto. Il venerabile Collet, che ha guidato la nazionale francese alle medaglie d’argento alle Olimpiadi del 2020 e all’EuroBasket del 2022, ha affermato che Wembanyama deve diventare più forte fisicamente, più intelligente nel processo decisionale e più efficiente nella distribuzione dei colpi.

READ  L'Ucraina stima nettamente più alto il bilancio delle vittime russe negli esplosi in Crimea

Collet ha notato, tuttavia, che aveva preso in considerazione l’idea di non allenare durante la stagione del campionato francese a causa della rapida inversione di tendenza di EuroBasket. Alla fine, ha deciso che guidare l’ultima fase del viaggio di Wembanyama verso la NBA era un’opportunità “molto speciale” che non sarebbe mai più tornata. La prossima speranza di Collet è che Wembanyama giocherà per la Francia alle Olimpiadi di Parigi del 2024.

“È il miglior potenziale cliente che abbiamo mai avuto nel nostro campionato”, ha detto Collett. “È fantastico, non solo per le sue dimensioni, ma anche per le sue abilità incredibili. Sono impressionato da quanto sia calmo con tutto il brusio che lo circonda. Ha una capacità di ascolto davvero impressionante”.

Per ora, ma non per molto, Wembanyama rimane un fenomeno dell’acquario, noto agli irriducibili del basket di tutto il mondo ma non ancora un nome familiare. L’esibizione di martedì ha giocato davanti a un pubblico mezzo pieno in un’arena da hockey della lega minore da 5.500 posti, ben lontana dai tutto esaurito che LeBron James ha costantemente disegnato da adolescente dell’Ohio.

Fama e consensi stanno arrivando e Wembanyama sembra pronto per la tempesta, in parte perché ha giocato il suo primo gioco da professionista all’età di 15 anni e ha anni di esperienza nella gestione degli obblighi dei media. Non c’era nervosismo evidente quando Wembanyama ha affrontato stanze piene di telecamere e registratori questa settimana, e si è lamentato, in un inglese fluente, che presto avrebbe dovuto lasciare la Francia alle spalle perché il suo “destino è qui negli Stati Uniti”.

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale NBA per ottenere la migliore copertura di basket nella tua casella di posta

Quindi, con gli occhi puntati, Wembanyama ha tracciato il suo prossimo importante traguardo con la chiarezza di un giovane che capisce che non c’è nessun altro come lui.

«Di tutte le prospettive di cui ho sentito parlare nella nostra classe, credo [Henderson] è il mio preferito”, ha detto Wembanyama. “È il più affidabile che abbia mai visto. È davvero un grande giocatore. Se non fossi mai nato, penso che meriterebbe il primo posto”.