Settembre 26, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Ucraina al limite dopo la centrale nucleare di Zaporizhzhia, città della regione bombardate

  • Mosca riporta altri bombardamenti vicino a un impianto controllato dalla Russia
  • Nessuna nuova informazione dall’operatore nucleare ucraino
  • I proiettili russi colpiscono le città della regione, affermano i funzionari locali
  • L’AIEA attende l’autorizzazione per visitare lo stabilimento di Zaporizhzhia
  • Kuleba parteciperà alla riunione dell’UE sul divieto di visto per la Russia

KIEV, 28 ago (Reuters) – L’artiglieria russa ha sparato contro le città ucraine dall’altra parte del fiume rispetto alla centrale nucleare di Zaporizhzhia durante la notte, hanno detto domenica funzionari locali, aggiungendo all’angoscia dei residenti poiché le notizie di bombardamenti intorno alla centrale hanno alimentato i timori di un disastro da radiazioni.

Il ministero della Difesa russo ha affermato che ci sono stati più bombardamenti ucraini dell’impianto nelle ultime 24 ore, appena un giorno dopo che Mosca e Kiev si sono scambiate accuse di prendere di mira la più grande centrale nucleare d’Europa, il che ha suscitato grave preoccupazione internazionale. leggi di più

La società nucleare ucraina Energoatom ha dichiarato di non avere nuove informazioni sugli attacchi all’impianto.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Catturato dalle truppe russe a marzo, ma ancora gestito da personale ucraino, il complesso sulla prima linea meridionale della guerra è stato uno dei principali punti caldi del conflitto di sei mesi.

Il Dipartimento di Stato americano ha dichiarato domenica in una dichiarazione che Mosca non voleva riconoscere il grave rischio radiologico dell’impianto di Zaporizhzhia e aveva bloccato un progetto di accordo sulla non proliferazione nucleare perché menzionava tale rischio. leggi di più

Il governatore regionale Oleksandr Starukh ha dichiarato domenica su Telegram che le forze russe hanno colpito edifici residenziali nella città principale della regione, Zaporizhzhia, a circa due ore di auto dallo stabilimento, e nella città di Orikhiv, più a est.

READ  JJ Watt dei Cardinals si sottopone a un intervento chirurgico stagionale alla spalla, secondo il rapporto

Sabato, Starukh ha detto alla televisione ucraina che ai residenti veniva insegnato come usare lo iodio in caso di perdita di radiazioni.

L’esercito ucraino ha riferito di bombardamenti di altre nove città nell’area sul lato opposto del fiume Dnipro rispetto all’impianto nel suo rapporto quotidiano, mentre l’agenzia di stampa russa RIA ha citato il ministero della Difesa russo che ha affermato che la sua forza aerea ha colpito un Motor Sich (MSICH.UAX) stabilimento nella regione dove sono stati riparati gli elicotteri.

Le autorità russe hanno affermato di aver abbattuto un drone ucraino che intendeva attaccare l’impianto di stoccaggio delle scorie nucleari presso l’impianto, secondo la RIA.

Reuters non ha potuto verificare tali rapporti.

Il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov ha detto che nove proiettili sparati dall’artiglieria ucraina in due attacchi separati sono sbarcati nel terreno della centrale nucleare.

“Al momento, il personale tecnico a tempo pieno sta monitorando le condizioni tecniche della centrale nucleare e assicurandone il funzionamento. La situazione delle radiazioni nell’area della centrale nucleare rimane normale”, ha affermato in una nota.

Le Nazioni Unite e Kiev hanno chiesto il ritiro dell’equipaggiamento e del personale militare dall’impianto per assicurarsi che non sia un obiettivo. leggi di più

CONTINENTE A RISCHIO

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha affermato che le forze russe hanno trasformato l’impianto in una base militare, mettendo a rischio l’intero continente, e non avevano alcun interesse a trovarsi lì.

READ  Trump e l'avvocato di destra facevano parte della "cospirazione criminale" per ribaltare le elezioni del 2020, afferma il comitato del 6 gennaio

“L’esercito russo deve uscire dallo stabilimento”, ha detto su Twitter.

L’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA) sta aspettando l’autorizzazione per i suoi funzionari per visitare l’impianto, che giovedì il capo dell’Onu dovrebbe essere “molto, molto vicino”. Due dei reattori dell’impianto sono stati tagliati fuori dalla rete elettrica la scorsa settimana a causa dei bombardamenti. leggi di più

Sul fronte orientale dell’Ucraina, le forze ucraine hanno fermato l’ultimo tentativo russo di avanzare verso la città di Sloviansk nella provincia di Donetsk, ha affermato l’esercito di Kiev nel suo rapporto quotidiano.

Le truppe ucraine hanno anche respinto i tentativi russi di attaccare in tre direzioni, anche nell’area di Bakhmut e nella città produttrice di carbone di Avdiivka, ha aggiunto in un aggiornamento pomeridiano.

Dopo aver preso Sievierdonetsk e Lysychansk settimane fa, le forze di Mosca si sono concentrate su Bakhmut nella loro spinta per estendere il controllo sulla regione del Donbas. Secondo i governatori regionali, Sloviansk e la città di Kramatorsk, sempre nella provincia di Donetsk, sono state bombardate dalle forze russe durante la notte, ma non ci sono state notizie di nuove vittime.

Reuters non ha potuto verificare tali account.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy ha osservato che sia la regione del Donbas che la città di Donetsk in passato avevano celebrato le festività annuali nell’ultimo fine settimana di agosto. “L’Ucraina non dimenticherà mai nulla”, ha detto nel suo indirizzo video notturno.

Il presidente Vladimir Putin ha lanciato l’invasione del vicino russo lo scorso febbraio. 24, affermando che era necessaria una “operazione speciale” per smilitarizzare il paese e rimuovere le presunte minacce alla sicurezza della Russia.

READ  Tiger Woods si sta preparando come se stesse per giocare

L’Ucraina e l’Occidente hanno respinto questo come un pretesto infondato per una guerra di conquista imperialista che ha ucciso migliaia di persone, sfollato milioni di persone, ridotto le città in macerie e minacciato l’economia globale con una crisi energetica e alimentare, facendo salire i prezzi alle stelle.

Il ministero degli Esteri ucraino ha dichiarato che Kuleba si recherà in Svezia lunedì seguito da un viaggio nella Repubblica Ceca martedì come parte degli sforzi di Kiev per consolidare il sostegno internazionale all’Ucraina e spingere per una maggiore pressione delle sanzioni sulla Russia.

A Praga, parteciperà a una riunione informale dei ministri degli Esteri dell’UE che discuterà di nuove sanzioni contro Mosca e di un divieto di visto a livello europeo per i russi. Zelenskiy ha chiesto un divieto del genere all’inizio di questo mese, ma finora ha trovato sostegno principalmente da Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia e Finlandia, che condividono tutti un confine con la Russia. leggi di più

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Segnalazioni di Max Hunder e Pavel Polityuk negli uffici di Kiev e Reuters; Scritto da Tomasz Janowski e Andy Sullivan; Montaggio di Nick Macfie, Catherine Evans e Paul Simao

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.