Novembre 30, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Tre presidenti scendono in Pennsylvania in una giornata importante per uno dei concorsi al Senato più seguiti della nazione



CNN

Tre presidenti – uno in carica e due ex – scendono Pennsylvania Sabato per una spinta finale di medio termine ciò sottolinea la posta in gioco di una delle gare al Senato più seguite della nazione.

Per Presidente Joe Bidenche avrà una rara apparizione congiunta con L’ex presidente Barack Obama a Filadelfia intendeva dare impulso al candidato democratico Lt. governo John Fetterman, Pennsylvania, rappresenterà uno stress test politico nel suo stato d’origine, dove ha viaggiato 20 volte da quando è entrato in carica.

Per l’ex presidente Donald Trump, che si raduna fuori Pittsburgh nella città di Latrobe, una vittoria del suo candidato selezionato a mano, il Dr. Mehmet Oz potrebbe dimostrare la propria sopravvivenza duratura in un Commonwealth che ha perso di poco nel 2020.

Le conseguenze si estendono ben oltre le elezioni della prossima settimana. Mentre Trump si prepara ad annunciare una terza candidatura presidenziale, potenzialmente nelle prossime settimane, gli assistenti di Biden stanno compiendo i primi passi verso una campagna di rielezione. Per un tratto di diverse ore di sabato pomeriggio, la dinamica di a la potenziale rivincita del 2020 sarà messa a nudo.

Il momento segna un’anomalia storica. Gli ex presidenti hanno in genere solo guadava con parsimonia nella politica quotidiana, evitando per lo più critiche dirette agli uomini che occupavano la carica che un tempo ricoprivano. Non da quando Grover Cleveland nel 1892 un presidente sconfitto per un mandato è tornato a vincere di nuovo la Casa Bianca.

La convergenza dei presidenti in Pennsylvania, ogni avvertimento di terribili conseguenze se il partito avversario prevalesse, riflette le norme alterate che Trump ha accelerato quando è entrato in carica quasi sei anni fa, lanciando rapidamente false accuse contro Obama di spionaggio e illeciti generali.

Biden, che ha trascorso gran parte del suo primo anno in carica cercando di evitare di pronunciare il nome di Trump, non è più così prudente. Ha chiamato “Trump e tutti i suoi Trumpies” in una manifestazione in California questa settimana e ha identificato il governatore della Florida. Ron DeSantis nei panni di “Trump incarnate” durante una raccolta fondi fuori Fort Lauderdale martedì. Alle sue stesse manifestazioni, Trump riproduce un video di errori per lanciare il suo successore come un anziano incline alla gaffe, anche se non è andato così spesso dopo Obama.

Obama, nel frattempo, ha rivolto le sue più aspre critiche al cast di candidati sostenuto da Trump, molti dei quali negano i risultati delle elezioni del 2020 e si sono ispirati al 45° presidente.

“Non funziona solo perché qualcuno è stato in TV. A quanto pare, essere presidente o governatore è qualcosa di più delle linee scattanti e una buona illuminazione”, ha detto Obama Arizona l’ultima settimana del repubblicano candidato al governatore Kari Lake, un ex conduttore di notizie locali.

Il senato della Pennsylvania e le gare di governo sono le uniche gare principali del ciclo di medio termine di quest’anno che Biden ha ripetutamente bloccato. In altre gare di alto profilo, i candidati hanno mantenuto la distanza da un presidente con indici di approvazione sott’acqua.

Questo non è stato vero per Obama, che è stato molto richiesto dai democratici in gare serrate. Nelle ultime settimane della campagna, Obama ha tenuto rauche manifestazioni in Georgia, Michigan, Wisconsin, Arizona e Nevada, tutti stati che Biden ha evitato negli ultimi mesi mentre i candidati lavorano per evitare lo slancio repubblicano.

Questa è una svolta di 180 gradi rispetto ai cicli di medio termine durante la presidenza Obama, quando Biden si avventurava in più stati – compresi i distretti di tendenza conservatrice – dove il presidente in carica era considerato un ostacolo per i candidati democratici.

Biden non è affatto irritato o addirittura sorpreso dal fatto che Obama sia più un pareggio in campagna elettorale quest’anno di lui, secondo i funzionari. Ha discusso alcune delle gare con il suo ex capo e crede che il messaggio di Obama sia sia in risonanza con gli elettori che complementare al suo.

Tuttavia, la loro apparizione congiunta sabato servirà solo a sottolineare i loro stili divergenti e le capacità politiche – un paragone che anche alcuni democratici dicono che alla fine favorisca Obama.

“So che mi chiedi sempre come stiamo. Vinceremo questa volta, credo. Mi sento davvero bene con le nostre possibilità”, ha detto Biden ai giornalisti venerdì in California.

Il presidente è stato ottimista sulle possibilità dei Democratici la prossima settimana, anche se molti Democratici sono diventati sempre più ansiosi per le prospettive del loro partito. Il programma della sua campagna elettorale – in stati blu incerti per i candidati in gare più vicine del previsto – è di per sé un segnale delle vulnerabilità dei Democratici.

Negli ultimi giorni della campagna, Biden ha viaggiato principalmente negli stati blu che ha vinto, ma dove i Democratici stanno comunque correndo gare più vicine del previsto. Si è fermato in New Mexico, California e Illinois prima di fermarsi in Pennsylvania sabato, e farà una campagna con il governatore di New York assediato. Kathy Hochul domenica. Trascorrerà la vigilia delle elezioni nel Maryland.

Le persone che hanno familiarità con il pensiero di Biden affermano che accetta che non tutti i candidati democratici lo accoglieranno come un surrogato mentre i suoi indici di approvazione rimangono sott’acqua. E ha detto ai colleghi democratici che rispetta la loro intuizione politica quando si tratta delle loro razze.

Ma è diventato frustrato per la copertura che suggerisce di essere un albatro politico, secondo le persone che hanno familiarità con le conversazioni, sostenendo che le sue politiche – se adeguatamente spiegate – sono ampiamente apprezzate dagli elettori.

Rispetto sia a Obama che a Trump, Biden ha tenuto molte meno manifestazioni elettorali per il suo partito durante questo ciclo di medio termine. La maggior parte dei suoi impegni nell’ultimo mese sono stati eventi ufficiali, consegnati a folle che a volte sono solo poche dozzine.

Le sue manifestazioni hanno iniziato ad attirare folle più grandi nei giorni calanti della campagna. Secondo la Casa Bianca, seicento persone hanno dovuto essere allontanate da un evento nel sud della California venerdì. E Biden si è rivolto a una folla straripante nel New Mexico che non poteva entrare nella sede principale quando stava tenendo una manifestazione con il governatore. Michelle Lujan Grisham.

“So che non lo pensi, ma penso che abbiamo un pubblico abbastanza buono. Sono abbastanza entusiasti. Non lo scrivi in ​​questo modo, ma lo sono”, ha detto Biden mentre lasciava la California venerdì.

Tuttavia, i suoi eventi non hanno generato la stessa elettricità di Obama. L’ex presidente si è affidato a Trump e ai suoi accoliti che si stanno candidando alla carica durante la sua serie di manifestazioni in tutto il paese nelle ultime settimane, usando umorismo pungente e un’aria di perplessità per ridicolizzare i repubblicani.

Come Biden, ha anche affermato che il sistema di governo americano è in gioco nelle elezioni della prossima settimana, dicendo a una folla in Arizona che “la democrazia come la conosciamo” potrebbe perire se i negazionisti delle elezioni si insediassero.

Obama e Biden sono apparsi insieme l’ultima volta alla Casa Bianca a settembre, quando il ritratto ufficiale di Obama è stato svelato nella Sala Est della Casa Bianca. L’evento era stato rimandato mentre Trump era in carica, in parte perché né gli Obama né i Trump erano interessati a dare spettacolo di amicizia.

Mentre fa campagna per i suoi candidati approvati questo autunno, Trump ha fatto pochi tentativi per nascondere le sue intenzioni più grandi: per rafforzare la sua probabile campagna presidenziale, spera che lo riporti alla Casa Bianca.

“Preparatevi, non sto dicendo altro”, ha detto Trump a una folla a Sioux City, Iowa, giovedì, aggiungendo che “molto, molto probabilmente lo farà di nuovo”.

I migliori aiutanti di Trump hanno discusso la terza settimana di novembre come punto di partenza ideale per la sua campagna presidenziale del 2024 se i repubblicani se la caveranno bene alle elezioni di medio termine, hanno affermato fonti che hanno familiarità con la questione.

Per Biden, la decisione potrebbe richiedere un po’ più di tempo. Ha indicato le discussioni in famiglia durante le vacanze quando gli è stato chiesto della sua sequenza temporale. I membri della sua squadra politica hanno fatto i primi preparativi per un’infrastruttura per la campagna, operando partendo dal presupposto che deciderà di correre di nuovo.

Il suo fattore motivante, gli assistenti dicono: Se Trump salta in se stesso.

READ  Il Dipartimento di Giustizia e Trump propongono ciascuno 2 maestri speciali per la sonda Mar-a-Lago