Settembre 26, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Salman Rushdie è ancora ricoverato in ospedale mentre il sospetto di attacco si dichiara non colpevole

13 ago (Reuters) – L’acclamato autore Salman Rushdie è rimasto ricoverato in ospedale sabato con gravi ferite il giorno dopo essere stato ripetutamente accoltellato in un’apparizione pubblica nello stato di New York, mentre la polizia cercava di determinare il motivo di un attacco che ha portato alla condanna internazionale.

L’accusato, il 24enne Hadi Matar di Fairview, nel New Jersey, si è dichiarato non colpevole delle accuse di tentato omicidio e aggressione in un’apparizione in tribunale sabato, ha detto a Reuters il suo avvocato d’ufficio, Nathaniel Barone.

Rushdie, 75 anni, avrebbe dovuto tenere una conferenza sulla libertà artistica al Chautauqua Institution, nella parte occidentale di New York, quando la polizia ha detto che Matar si è precipitato sul palco e ha accoltellato lo scrittore indiano, che vive con una taglia in testa dal suo romanzo del 1988 “The Versetti satanici” ha spinto l’Iran a esortare i musulmani a ucciderlo.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Dopo ore di intervento chirurgico, Rushdie era in ventilazione e non era in grado di parlare fino a venerdì sera, secondo il suo agente, Andrew Wylie. Il romanziere rischiava di perdere un occhio e di avere danni ai nervi del braccio e ferite al fegato, ha detto Wylie in un’e-mail.

Wylie non ha risposto ai messaggi che richiedevano aggiornamenti sulle condizioni di Rushdie sabato, anche se il New York Times ha riferito che Rushdie aveva iniziato a parlare, citando Wylie.

L’accoltellamento è stato condannato da scrittori e politici di tutto il mondo come un assalto alla libertà di espressione. In una dichiarazione di sabato, il presidente Joe Biden ha elogiato gli “ideali universali” che Rushdie e il suo lavoro incarnano.

READ  Il servizio di streaming CNN + si spegnerà settimane dopo il lancio

“Verità. Coraggio. Resilienza. La capacità di condividere idee senza paura”, ha detto Biden. “Questi sono gli elementi costitutivi di qualsiasi società libera e aperta”.

Né le autorità locali né quelle federali hanno offerto ulteriori dettagli sull’indagine sabato. La polizia ha detto venerdì di non aver stabilito un motivo per l’attacco.

Una prima revisione delle forze dell’ordine degli account sui social media di Matar ha mostrato che era in sintonia con l’estremismo sciita e il Corpo delle guardie rivoluzionarie iraniane (IRGC), sebbene non fossero stati trovati collegamenti definitivi, secondo la NBC New York.

L’IRGC è una potente fazione che controlla un impero commerciale così come le forze armate e di intelligence d’élite che Washington accusa di condurre una campagna estremista globale.

Alla domanda di commentare il caso, l’avvocato di Matar, Barone, ha dichiarato: “Siamo un po’ nelle fasi iniziali e, francamente, in casi come questo, penso che la cosa importante da ricordare sia che le persone devono mantenere una mente aperta. Hanno bisogno di per guardare tutto. Non possono semplicemente presumere che sia successo qualcosa per il motivo per cui pensano che sia successo qualcosa. “

Un’udienza preliminare nel caso è prevista per venerdì, ha detto.

Matar è nato in California e recentemente si è trasferito nel New Jersey, secondo il rapporto della NBC New York, aggiungendo che aveva una patente di guida falsa. È stato arrestato sul posto da un poliziotto di stato dopo essere stato trascinato a terra dai membri del pubblico.

Testimoni hanno detto che non ha parlato mentre ha attaccato l’autore. Secondo il Times, Rushdie è stato accoltellato 10 volte, hanno detto i pubblici ministeri durante l’accusa di Matar.

L’assalto è stato premeditato; i pubblici ministeri hanno detto in tribunale che Matar si è recato in autobus al Chautauqua Institution, un ritiro educativo a circa 12 miglia (19 km) dalle rive del lago Erie, e ha acquistato un pass che lo ha ammesso al discorso di Rushdie, ha riferito il Times. I partecipanti hanno detto che non c’erano controlli di sicurezza evidenti.

Sabato l’ufficio del procuratore distrettuale della contea non ha risposto alle richieste di commento.

Gli investigatori dell’FBI si sono recati all’ultimo indirizzo elencato di Matar, a Fairview, un distretto della contea di Bergen appena oltre il fiume Hudson da Manhattan, venerdì sera, ha riferito la NBC New York.

Sabato non c’era la presenza visibile della polizia a casa, una casa di mattoni e malta a due piani in un quartiere in gran parte di lingua spagnola. Una donna che è entrata in casa ha rifiutato di parlare con i giornalisti riuniti all’esterno.

TAGLIA SULLA TESTA

Rushdie, nato in una famiglia musulmana del Kashmir a Bombay, ora Mumbai, prima di trasferirsi in Gran Bretagna, ha affrontato a lungo minacce di morte per “The Satanic Verses”, considerato da alcuni musulmani come contenente passaggi blasfemi. Il libro è stato bandito in molti paesi con una grande popolazione musulmana.

Nel 1989, l’ayatollah Ruhollah Khomeini, allora leader supremo dell’Iran, pronunciò una fatwa, o editto religioso, chiedendo ai musulmani di uccidere l’autore e chiunque fosse coinvolto nella pubblicazione del libro per blasfemia. Hitoshi Igarashi, il traduttore giapponese del romanzo, è stato pugnalato a morte nel 1991 in un caso che rimane irrisolto.

READ  Gli Steelers assumono Brian Flores come assistente durante la sua causa NFL

Non c’è stata alcuna reazione ufficiale del governo in Iran all’attacco a Rushdie, ma diversi giornali iraniani intransigenti hanno elogiato il suo assalitore. leggi di più

Le organizzazioni iraniane, alcune legate al governo, hanno raccolto una taglia di milioni di dollari per l’omicidio di Rushdie. Il successore di Khomeini come leader supremo, l’Ayatollah Ali Khamenei, ha affermato nel 2019 che la fatwa era “irrevocabile”.

Ali Tehfe, sindaco di Yaroun, nel Libano meridionale, ha detto che Matar era il figlio di un uomo della città. I genitori del sospettato sono emigrati negli Stati Uniti e lì è nato e cresciuto, ha aggiunto il sindaco.

Alla domanda se Matar oi suoi genitori fossero affiliati o sostenessero il gruppo armato Hezbollah in Libano, sostenuto dall’Iran, Tehfe ha detto di non avere “alcuna informazione” sulle loro opinioni politiche.

Sabato un funzionario di Hezbollah ha detto a Reuters che il gruppo non aveva ulteriori informazioni sull’attacco a Rushdie. leggi di più

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Segnalazione di Kanishka Singh a Washington; Rapporti aggiuntivi di Randi Love a Fairview, New Jersey, Rami Ayyub e Ted Hesson a Washington e Timour Azhari a Beirut; Scritto da Nathan Layne e Joseph Axe; Montaggio di Alexander Smith e Daniel Wallis

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.