Novembre 26, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Roster NBA All-Star: i debuttanti Fred VanFleet e Darius Garland si uniscono a una miriade di volti familiari

La scorsa settimana, la NBA ha rivelato i 10 titolari dell’All-Star Game di questo mese a Cleveland. Nove dei 10 nomi erano quelli che ci aspettavamo. Kevin Durant, Gioele Embiid, Giannis Antetokounmpo, De Mar De Rozan, Trae Young, LeBron James, Nikola Jokic, Ja Morant e Stefano Curry saranno in campo all’inizio del gioco, ma saranno affiancati da una delle scelte più sorprendenti nella storia di All-Star: Golden State Warriors inoltrare Andrea Wiggins.

Wiggins è un All-Star per la prima volta e non era nemmeno chiaro che sarebbe entrato a far parte della squadra prima di essere annunciato come titolare. Una volta selezionato, la tensione per gli annunci di riserva di stasera è aumentata in modo significativo. Improvvisamente, le cose sono diventate un po’ più difficili per i candidati di riserva della Western Conference. Ora, dopo che quelle riserve sono state annunciate su TNT, sappiamo chi ha tagliato e chi ha perso.

Le cose erano un po’ più semplici nella Conferenza orientale. Con i titolari che si attenevano al copione, le riserve erano un po’ più prevedibili.

Fred VanVleet e Darius Garland sono le uniche selezioni per la prima volta tra le riserve, ma VanVleet ha anche ottenuto un’impresa ancora più rara diventando solo il quarto giocatore non draftato nella storia della NBA a raggiungere un All-Star Game. Ben Wallace, John Starks e Brad Miller sono stati i primi tre, quindi VanVleet è in ottima compagnia. Zach LaVine è similmente nuovo nell’esperienza All-Star in quanto questa sarà solo la sua seconda apparizione nell’esibizione di mezza stagione. James Harden, l’ultima guardia della Eastern Conference, ha guadagnato più del doppio degli All-Stars rispetto agli altri tre messi insieme. Questo è il suo decimo rodeo. Le selezioni di frontcourt Khris Middleton e Jayson Tatum sono entrambe al loro terzo All-Star Games. Jimmy Butler completa l’est con la sua sesta apparizione.

READ  Aggiornamenti in tempo reale di Covid: la FDA autorizza il primo test del respiro per il coronavirus

Non ci sono scelte per la prima volta tra le riserve in Occidente. Devin Booker è l’unico al secondo tempo, ed è ironicamente raggiunto dal compagno di squadra Chris Paul, che sta partecipando al suo 12° All-Star Game. È il più anziano statista tra le guardie occidentali, poiché Donovan Mitchell sta giocando al suo terzo All-Star Game mentre Luka Doncic è al suo quarto. È lì che atterrano i giocatori del campo d’attacco occidentale. Karl-Anthony Towns è stato scelto per la terza volta, come Rudy Gobert, mentre Draymond Green è stato scelto per la sua quarta partita.

Tuttavia, ci sono almeno altri due All-Star da nominare. Green ha rivelato che non avrebbe partecipato a causa dell’infortunio alla schiena che attualmente lo tiene fuori. Anche Durant, alle prese con un MCL slogata, sarà fuori. Il commissario Adam Silver è responsabile della nomina dei sostituti per entrambi.

Ora che i giocatori stessi sono stati scelti, devono approdare nelle squadre giuste. James e Durant agiranno come capitani nel draft All-Star il prossimo giovedì, febbraio. 10 per dividere i giocatori. Lo stesso All-Star Game si svolgerà 10 giorni dopo quello di domenica 2 febbraio. 20.