Agosto 10, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Roe v Wade: altre proteste attese questo fine settimana tra furia e angoscia per la sentenza della Corte Suprema sull’aborto

Julia Kaluta era una delle tante sostenitrici dei diritti dell’aborto lì.

“È come vedere il treno che viene verso di te”, ha detto alla CNN Kaluta, che ha ricevuto la notizia il giorno del suo 24esimo compleanno. “E alla fine ne vieni colpito. E fa ancora più male di quanto tu abbia mai pensato.”

C’erano alcuni attivisti anti-aborto a portata di mano, ma hanno mantenuto un basso profilo e non ci sono stati scontri visti dall’equipaggio della CNN che camminava con i manifestanti. Almeno 20 persone in città sono state “trattenute con accuse pendenti”, dopo che i manifestanti hanno marciato per protestare contro la decisione, secondo il dipartimento di polizia di New York (NYPD).

Gli agenti hanno arrestato le persone “nelle vicinanze di Bryant Park, West 42nd Street e 6th Avenue”, ha detto alla CNN un portavoce del NYPD sabato mattina.

Non sono stati forniti ulteriori dettagli sugli arresti.

Mia Khatcherian, che vive a New York, ha detto di sentirsi in colpa sapendo che l’aborto è legale nel suo stato d’origine, mentre coloro che vivono in altri stati saranno soggetti a leggi anti-aborto.

“Voglio che le donne in altri stati vedano l’ondata di sostegno – che il solo numero (di manifestanti) invia un messaggio”, ha detto Khatcherian, 32 anni, figlia di madre filippina e padre armeno. “Sapere che le donne di colore sosterranno il peso di questa decisione” ha reso impossibile sedersi a casa, infuriando sui social media, ha aggiunto.

Quando la notizia della sentenza è emersa venerdì mattina, difensori e oppositori dei diritti dell’aborto si sono anche radunati fuori dalla Corte Suprema a Washington, DC.

Un uomo – in piedi tra cartelli con i messaggi “Roe is dead” e “Io sono la generazione post-Roe” – ha spruzzato champagne in aria sopra gli altri che stavano festeggiando.

Le donne di colore hanno rappresentato la percentuale più alta di aborti da parte di donne che hanno richiesto la procedura negli Stati Uniti nel 2019, ricevendo il 38,4% di tutti gli aborti eseguiti, secondo i dati raccolti dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie. Hanno anche avuto il più alto tasso di aborto, 23,8 aborti ogni 1.000 donne, mostrano i dati. Le donne ispaniche hanno cercato il 21% di tutti gli aborti nel 2019, indicano i dati.
Inoltre, le donne nere che sono incinte o che hanno appena partorito negli Stati Uniti sono da tre a quattro volte più probabile che muoia rispetto alle loro controparti bianche, secondo il CDC.
Il Il divieto di aborto è già in vigore in almeno sei stati: Arkansas, Kentucky, Louisiana, Missouri, Oklahoma e South Dakota.

E da sabato, 13 stati hanno attivato leggi che vietano gli aborti alla luce della sentenza. Questi stati sono Arkansas, Idaho, Kentucky, Louisiana, Mississippi, Missouri, North Dakota, Oklahoma, South Dakota, Texas, Tennessee, Utah e Wyoming.

READ  Lance McCullough Jr. è uscito dalla lista ALCS dopo un infortunio all'avambraccio

In alcuni casi, le leggi entrano in vigore immediatamente, mentre in altri stati entreranno in vigore dopo un certo periodo di tempo o per certificazione di funzionari statali.

I fornitori di aborti hanno cancellato dozzine di appuntamenti

I fornitori di aborti in Arizona e Arkansas hanno già iniziato a sospendere i servizi per l’aborto.

Family Planning Associates, Planned Parenthood Arizona e Tucson Choices in Arizona hanno almeno temporaneamente sospeso i servizi di aborto mentre vengono valutate le ramificazioni legali della sentenza, secondo i post sui loro siti web.

Dott. DeShawn Taylor, che gestisce Desert Star Family Planning a Phoenix, ha detto che la sua clinica ha annullato circa 20 appuntamenti per l’aborto che inizialmente erano programmati da venerdì a settimana prossima.

“Ci impegniamo a tenere aperte le nostre porte se possibile, per essere in grado di fornire assistenza per l’aborto, una volta che sarà sicuro farlo. Credo che ci troveremo in tempi bui per un po’, si spera non troppo a lungo, ma Credo che il pendolo oscillerà all’indietro”.

La Corte Suprema ribalta Roe v.  Guadare

Venerdì, il Caucus repubblicano del Senato dello Stato dell’Arizona ha emesso una nota in cui si afferma che lo stato deve applicare immediatamente la legge pre-Roe, che vieta la maggior parte degli aborti a meno che la procedura non sia necessaria per salvare la vita di una madre.

In Arkansas, la Little Rock Planned Parenthood ha annullato tra i 60 e i 100 appuntamenti per le persone che avevano programmato procedure di aborto o stavano programmando, il dott. Janet Cathey ha detto alla CNN.

“Ci sono stati pazienti che hanno detto che erano nella loro macchina e stavano arrivando e ci hanno chiesto: ‘Andrà tutto bene, vero?’ E abbiamo dovuto dire loro: “No, dobbiamo seguire la legge”, ha detto Cathey alla CNN.

READ  Il giudice blocca il rilascio di ulteriori documenti nell'indagine sulla morte di Bob Saget

“La maggior parte dei pazienti era disperata o in preda al panico”, ha aggiunto.

Cathey ha detto che ai pazienti sono state fornite le informazioni di contatto per l’ufficio di Planned Parenthood a Overland Park, Kansas, aggiungendo che il suo ufficio ha “preso accordi per il trasferimento di alcuni”.

Little Rock è a circa 7 ore di auto da Overland Park. Ma per quei pazienti nel sud dell’Arkansas, il tempo di viaggio è più vicino a 10 ore, ha detto Cathey.

“Stavamo vedendo anche persone dalla Louisiana e dal Texas che sono venute a trovarci. Alcuni hanno chiamato dal Texas, dalla Louisiana e dall’Oklahoma. Anche loro saranno colpiti”, ha aggiunto.

I leader rispondono rapidamente per proteggere il diritto all’aborto

In alcuni stati, i leader locali hanno adottato misure per proteggere e ampliare i diritti all’aborto, in particolare alla luce del potenziale afflusso di pazienti dagli stati che vietano l’aborto legale.

il governatore della California Gavin Newsom ha firmato venerdì una legge che protegge da qualsiasi potenziale azione civile originata al di fuori dello stato per chiunque esegua, assista o riceva un aborto nello stato. Protegge anche i residenti non californiani che cercano assistenza sanitaria riproduttiva nello stato.

Queste società statunitensi copriranno le spese di viaggio per i dipendenti che hanno bisogno di un aborto

In Mississippi – dove il divieto di aborto dovrebbe entrare in vigore 10 giorni dopo che il suo procuratore generale avrà certificato la decisione della Corte Suprema – il proprietario dell’ultima clinica per aborti nello stato è stato costretto a rimanere aperto durante quel periodo per fornire servizi.

Diane Derzis, che dirige la Jackson Women’s Health Organization a Jackson, Mississippi, ha detto che non si arrende e che le sue porte sono aperte.

READ  La prima donna primo ministro svedese, Magdalena Anderson, si è dimessa poche ore dopo il suo insediamento a seguito di una sconfitta di bilancio.

“Ti dirò che qualsiasi paziente che ci contatterà, lo vedremo. Ci assicureremo di vederlo durante quei 10 giorni”, ha detto Derzis durante una conferenza stampa venerdì. “Una donna non dovrebbe lasciare lo stato per ottenere cure mediche”.

Derzis ha detto che il suo team sta progettando di aprire una nuova clinica a Las Cruces, nel New Mexico, dove continuerà a fornire servizi.

Gregory Krieg della CNN, Virginia Langmaid, Natasha Chen, Sara Smart, Claudia Dominguez, Cheri Mossburg, Kiely Westhoff, Alta Spells e Nick Valencia hanno contribuito a questo rapporto.