Novembre 27, 2021

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Richieste di disoccupazione settimanali negli Stati Uniti

Il quadro della disoccupazione negli Stati Uniti è migliorato di nuovo la scorsa settimana, con i primi record per l’assicurazione contro la disoccupazione che sono scesi a un altro periodo epidemico.

Per la prima volta nella settimana terminata il 30 ottobre, i reclami sono scesi a 269.000, 14.000 in meno rispetto al periodo precedente, meglio della stima Dow Jones di 275.000, ha detto giovedì il Dipartimento del Lavoro.

Il calo delle otturazioni arriva in mezzo a un arretrato di programmi speciali lanciati durante la crisi, con il numero totale di beneficiari di tutti i programmi che è sceso ulteriormente da 157.731 a 2,67 milioni.

Man mano che il quadro dei posti di lavoro diventava più chiaro, la media mobile di quattro settimane per le richieste di aiuto ad alleviare la volatilità settimanale è scesa di 15.000 a 284.750. Un anno fa, la media era di 791.000 e nel marzo 2020 era di 225.500 e l’annuncio dell’epidemia ha inviato più di 20 milioni di americani alla tassa di disoccupazione.

Le richieste consecutive di una settimana dietro il numero del titolo sono scese di 134.000 a oltre 2,1 milioni.

Il numero di tutti i disoccupati dopo il 14 marzo 2020 è molto basso.

La richiesta arriva un giorno prima del numero meticolosamente osservato dal Dipartimento del Lavoro di stipendi non agricoli, che dovrebbero crescere di 450.000 in ottobre.

La dichiarazione di rivendicazione più recente esce dalla settimana del sondaggio utilizzata dal governo per la sua cifra ufficiale, ma il totale in calo indica un mercato del lavoro curabile dall’epidemia, ma affronta anche una serie di battute d’arresto uniche.

READ  Macron afferma che Morrison gli ha mentito sull'accordo con il sottomarino AUKUS

Le imprese americane sono state afflitte da carenze croniche di manodopera, che hanno portato a una serie di malattie, tra cui orari ridotti, bassa produzione sugli scaffali e aumento dell’inflazione. Rispondendo in parte alle crescenti pressioni sui prezzi, la Federal Reserve ha detto mercoledì che avrebbe iniziato a ridurre il livello di supporto che fornisce all’economia riducendo lentamente i suoi acquisti mensili di obbligazioni.

In altre notizie economiche di giovedì, la crescita della produttività degli Stati Uniti è stata peggiore del previsto, scendendo del 5% al ​​più grande calo trimestrale dal secondo trimestre del 1981, ha affermato l’Ufficio per le statistiche del lavoro.

Allo stesso tempo, il costo del lavoro per unità di prodotto è aumentato dell’8,3%, una combinazione di un calo della produttività e un aumento del 2,9% della retribuzione oraria. Tale aumento è del 7,4% superiore alla stima Dow Jones.

Questa è una notizia dell’ultima ora. Tornate qui per controllare la presenza di aggiornamenti.

Diventa il miglior investitore CNBC Pro.
Ottieni selezioni di titoli, chiamate di analisti, interviste esclusive e accesso a CNBC TV.
Iscriviti per iniziare Prova gratuita oggi.