Dicembre 8, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Queste sono le basi dell’esercito che avrebbero potuto sostituire i loro nomi confederati

I nomi proposti includono donne, membri del servizio afroamericani, nativi americani e latini, un cenno ai diversi ranghi di cui l’esercito americano ha beneficiato nel corso degli anni. La commissione, tuttavia, raccomandò anche di rinominare alcune delle basi in onore degli uomini bianchi.

La ridenominazione delle basi con soprannomi confederati è diventata una questione politica scottante negli ultimi mesi dell’amministrazione Trump, quando l’allora presidente Donald Trump ha fatto esplodere l’idea, accusando gli altri di voler “buttare via quei nomi”.

Trump aveva posto il veto al National Defense Authorization Act del 2021, che includeva la Naming Commission, ma nei giorni calanti della sua amministrazione, il Congresso ha emesso il suo primo e unico veto durante il suo mandato, approvando la legislazione con uno schiacciante sostegno bipartisan.

La commissione per i nomi ha sollecitato suggerimenti per possibili nuovi nomi alle basi dell’esercito americano attraverso un sito web pubblico. Hanno ricevuto più di 34.000 richieste di possibili nomi per rinominare le basi, Briga. gen. Ty Seidule, esercito degli Stati Uniti, in pensione, vicepresidente della Commissione per i nomi, ha affermato durante una tavola rotonda martedì.

Dai 34.000 suggerimenti, la commissione ha ristretto l’elenco a 3.670 nomi come possibili contendenti, quindi è sceso a 87 e infine all’elenco di raccomandazioni pubblicato oggi.

“Ogni nome proveniva o risuonava con le comunità locali. Il feedback che abbiamo ricevuto ci ha aiutato a restringere le opzioni e si è rivelato fondamentale per aiutarci a raggiungere le nostre raccomandazioni finali”, ha affermato Seidule.

Il segretario alla Difesa Lloyd Austin ha accolto favorevolmente le proposte.

“L’annuncio di oggi mette in evidenza gli sforzi della commissione per proporre nove nuovi nomi di installazioni che riflettano il coraggio, i valori, i sacrifici e la diversità dei nostri uomini e donne militari”, ha affermato Austin in una nota.

READ  MLB All-Star Game: Aaron Judge guida tutti i votanti mentre Yankees, Blue Jays, Dodgers ottengono due titolari ciascuno

Austin avrà l’ultima parola sulla ridenominazione delle basi e le raccomandazioni finali della commissione al Congresso sono previste per il 1 ottobre.

Ecco le nove basi che avrebbero potuto cambiare nome.

Da Fort AP Hill a Fort Walker

La commissione ha suggerito di cambiare il nome di Fort AP Hill della Virginia, dal nome del tenente. gen. Ambrose Powell (AP) Hill, un comandante confederato, a Fort Walker. Dott. Mary Walker è stata la prima donna chirurgo dell’esercito e alla fine è stata insignita della medaglia d’onore per il suo servizio durante la guerra civile.

“Il servizio della dottoressa Mary Walker alla nazione, la perseveranza su ostacoli significativi basati sul suo genere e la lotta per l’uguaglianza per tutta la vita servono da esempio e ispirazione per tutti gli americani”, ha affermato la commissione in un comunicato.

Da Fort Polk a Fort Johnson

Fort Polk in Louisiana, dal nome di un comandante confederato, il tenente. gen. Leonidas Polk, potrebbe diventare Fort Johnson in onore del sergente. William Henry Johnson. Il soldato afroamericano è considerato uno dei primi eroi della prima guerra mondiale dopo aver combattuto da solo circa due dozzine di tedeschi, uccidendone almeno quattro. Successivamente è stato insignito postumo della Medaglia d’Onore.

“La sua storia incarna un’indomabile volontà di vincere contro ogni previsione, i sacrifici sopportati dai nostri soldati e le numerose eredità dei nostri eroi militari”, si legge nel comunicato.

Da Fort Bragg a Fort Liberty

Il Fort Bragg della Carolina del Nord, una delle più grandi installazioni militari del mondo, potrebbe essere chiamato Fort Liberty, secondo le raccomandazioni della commissione, l’unica delle strutture che prendono il nome da un valore americano invece che da un individuo o un gruppo di persone.

READ  Biden afferma che Putin dovrebbe affrontare un processo per crimini di guerra per presunte atrocità in Ucraina

gen. Braxton Bragg era un generale confederato impopolare che ha raccolto molte critiche per le sue prestazioni spesso scadenti sul campo, accompagnate da un temperamento focoso e una personalità combattiva.

Da Fort Benning a Fort Moore

Fort Benning in Georgia potrebbe essere ribattezzato Fort Moore dopo il tenente. gen. Hal e Julia Moore. Hal Moore prestò servizio nell’esercito tra il 1945 e il 1977, con incarichi in Giappone, Corea, Norvegia e Vietnam.

Sua moglie, Julia, “ha lavorato con la Croce Rossa americana e ha sostenuto il sostegno continuo alle famiglie dei militari, comprese le opportunità e le iniziative per l’assistenza all’infanzia e la qualità della vita su cui fanno affidamento e perfezionate dalle famiglie fino ad oggi”, secondo il comunicato.

Da Fort Gordon a Fort Eisenhower

Il Fort Gordon della Georgia potrebbe diventare Fort Eisenhower dal nome del generale dell’esercito Dwight Eisenhower, che ha continuato a servire come 34esimo presidente della nazione.

La commissione ha affermato nel suo comunicato che “l’ampia, innovativa ed efficace esperienza militare e la leadership del defunto presidente hanno plasmato il nostro mondo moderno. La sua carriera ha dimostrato una devozione superlativa al dovere, svolgendo quei doveri con un occhio alla storia e all’esperienza personale adattata alle nuove circostanze. “

Da Fort Hood a Fort Cavazos

Fort Hood in Texas potrebbe essere ribattezzato Fort Cavazos dal gen. Richard Cavazos, che prestò servizio sia nella guerra di Corea che nella guerra del Vietnam.

“Nel 1982, è diventato il primo ispano-americano a puntare su quattro stelle”, si legge nel comunicato. “Il suo incarico finale come capo del comando delle forze armate statunitensi ha riassunto opportunamente la sua carriera di servizio ponendolo a capo del sostegno, dell’addestramento e del dispiegamento di tutte le forze schierabili dell’esercito”.

READ  Il tuo telefono potrebbe presto sostituire molte delle tue password - Krebs on Security

Da Fort Lee a Fort Gregg-Adams

La commissione ha anche proposto di rinominare Fort Lee della Virginia in Fort Gregg-Adams dopo il tenente. gen. Arthur Gregg e il tenente Col. Carità Adams. Gregg aiutò a desegregare l’esercito, incluso a Fort Lee, mentre Adams, nel 1944, “fu selezionato per comandare la prima unità di donne afroamericane a servire all’estero”. La sua missione prevedeva la guida del 6888th Central Postal Directory in Inghilterra.

“Sebbene Arthur Gregg e Charity Adams abbiano prestato servizio in diverse missioni e in diversi conflitti, temi coerenti di leadership, dedizione e risoluzione dei problemi hanno unito il loro servizio”, ha affermato la commissione. “Inoltre, nel superare gli ostacoli al sostentamento causati dalla guerra, hanno anche aiutato a superare gli ostacoli sociali causati dalla segregazione. Il loro servizio ha sostenuto contemporaneamente il successo della missione e il progresso della società”.

Da Fort Pickett a Fort Barfoot

Nel frattempo, Fort Pickett in Virginia potrebbe essere ribattezzato Fort Barfoot dopo Tech. Il sergente Van T. Barfoot, che prestò servizio per 34 anni, inclusa la seconda guerra mondiale, la guerra di Corea e la guerra del Vietnam.

La commissione ha osservato che Barfoot, morto nel 2012, ha fatto notizia nel 2009 “quando stava sventolando la bandiera americana a casa sua, contro il volere della sua associazione locale dei proprietari di case”.

Da Fort Rucker a Fort Novosel

La commissione ha anche suggerito che Fort Rucker in Alabama dovrebbe essere ribattezzato Fort Novosel in onore del Chief Warrant Officer 4 Michael J. Novosel Sr., che ha servito nella seconda guerra mondiale, nella guerra di Corea e nella guerra del Vietnam, dove ha volato 2.543 missioni di evacuazione del medevac, secondo il rilascio.

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori dettagli.