Ottobre 25, 2021

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Quale sarà l’innalzamento del livello del mare nel mondo

Un nuovo studio di Climate Central, un gruppo di ricerca senza scopo di lucro, mostra che circa 50 grandi città costiere devono attuare misure di adattamento “senza precedenti” per prevenire il sovraffollamento.

Lo studio, in collaborazione con i ricercatori dell’Università di Princeton e il Batstom Institute for Climate Impact Research in Germania, ha causato significative controversie in tutto il mondo sul nostro futuro sottomarino, come già sappiamo, prima che il pianeta si riscaldi a 3 gradi Celsius. Livelli industriali.

Scienziati del clima Segnalato ad agosto Il mondo è già 1,2 gradi Celsius più caldo rispetto ai livelli preindustriali. Le temperature dovrebbero essere inferiori a 1,5 gradi, dicono, una soglia importante per evitare gli impatti più gravi della crisi climatica.

Ma anche nello scenario più promettente in cui le emissioni globali di gas serra inizieranno a diminuire oggi e la rete sarà ridotta a zero entro il 2050, le temperature globali raggiungeranno un picco al di sopra della soglia di 1,5 gradi prima di scendere.

In condizioni meno promettenti, le emissioni continueranno ad aumentare oltre il 2050, con il pianeta che probabilmente raggiungerà i 3 gradi entro il 2060 o il 2070 e gli oceani aumenteranno per decenni prima di raggiungere i picchi.

“Le scelte di oggi modelleranno il nostro percorso”, ha affermato Benjamin Strauss, capo scienziato presso il Climate Center e autore principale del rapporto.

I ricercatori incentrati sul clima hanno utilizzato i dati sull’aumento globale e sulla popolazione per analizzare alcune parti del mondo più vulnerabili all’innalzamento del livello del mare che si è accumulato nella regione Asia-Pacifico.

Le piccole nazioni insulari sono a rischio di “perdita quasi totale” di terra, afferma il rapporto, e otto delle prime 10 aree esposte all’innalzamento del livello del mare si trovano in Asia, con circa 600 milioni di persone sommerse in condizioni di riscaldamento di 3 gradi.

READ  "Strictopher" mostra il crescente potere dei lavoratori, ma porterà a un cambiamento duraturo? | sindacati americani

Secondo l’analisi del Climate Center, Cina, India, Vietnam e Indonesia sono tra i primi cinque paesi con maggiori probabilità di essere colpiti dall’innalzamento del livello del mare a lungo termine. I ricercatori sottolineano anche che questi sono paesi che hanno aggiunto ulteriore capacità di combustione del carbone negli ultimi anni.

A settembre, a Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Nature Circa il 60% del petrolio e del gas naturale rimanenti del pianeta e il 20% delle sue riserve di carbone dovrebbero essere sulla Terra entro il 2050. Controlla il riscaldamento globale Fino a 1,5 gradi Celsius sopra i livelli preindustriali. Ha affermato che la maggior parte del mondo dovrebbe raggiungere il picco della produzione di combustibili fossili ora o entro il prossimo decennio per evitare limiti climatici critici.
All’Assemblea generale delle Nazioni Unite a settembre, la Cina a Impegno chiave per il clima Insieme ad esso I più grandi emettitori di gas serra al mondo: Il paese non svilupperà più nuovi progetti di energia a carbone all’estero, il che significa un cambiamento nella sua politica più ampia Prova la cintura e l’infrastruttura stradale, Ha già iniziato a ridurre i suoi sforzi sul carbone.

Se il pianeta raggiunge i 3 gradi, circa 43 milioni di persone in Cina vivranno sulla terraferma al di sotto delle alte maree entro il 2100, secondo il Climate Center, con 200 milioni di persone a rischio di innalzamento del livello del mare a lungo termine.

Con ogni parte del riscaldamento globale, gli effetti del cambiamento climatico stanno peggiorando. Sebbene il riscaldamento sia limitato a 1,5 gradi, gli scienziati affermano che i tipi di clima estremo sperimentati dal mondo Quest’estate Molto grave e spesso cambia.

Oltre 1,5 gradi, il sistema climatico può sembrare irriconoscibile.

READ  Se non sai da dove vengono le tue cipolle, buttale via per prevenire la Salmonella, dice CDC

Secondo il Climate Center, attualmente sono circa 385 milioni le persone che vivono sulla terraferma, che sarà sommersa dalle onde alte anche se riduce le emissioni di gas serra.

Se il riscaldamento fosse limitato a 1,5 gradi, l’innalzamento del livello del mare colpirebbe la terra dove oggi vivono 510 milioni di persone.

Se il pianeta raggiunge i 3 gradi, potrebbe occupare una linea di alta marea sopra la terra abitata da oltre 800 milioni di persone, afferma lo studio.

Gli autori osservano nel rapporto che un avvertimento chiave nella loro valutazione è la mancanza di dati globali sulle difese costiere esistenti come Lewis e le dighe marine per pianificare completamente l’esposizione all’innalzamento dei mari. Tuttavia, riconoscono che le città stanno migliorando le proprie infrastrutture per evitare gli effetti devastanti delle recenti inondazioni e uragani.

“L’eccessivo riscaldamento dovrebbe essere abbandonato in una protezione senza precedenti delle principali città globali o delle principali città costiere di tutto il mondo”, hanno scritto gli autori, “Il numero può essere relativamente limitato dal forte rispetto dell’accordo di Parigi, in particolare controllando il riscaldamento globale a 1,5 gradi”.

Ma le infrastrutture costiere costano. I paesi ricchi come gli Stati Uniti e il Regno Unito possono acquistare queste misure, ma i paesi a basso reddito potrebbero restare indietro.

E sebbene molte piccole nazioni insulari siano circondate da paludi e barriere coralline, proteggono la terra dall’innalzamento degli oceani, causando il riscaldamento delle temperature per causare l’acidificazione degli oceani e altri rischi ambientali che minacciano tali misure di conservazione.

Nelle prime due settimane di novembre, i leader mondiali si incontreranno Negoziati delle Nazioni Unite sul clima A Glasgow, in Scozia. Si impegna inoltre a controllare ulteriormente le emissioni di gas serra e ad aiutare i paesi sviluppati ad abbandonare i combustibili fossili meridionali globali in risposta agli effetti della crisi climatica.

A meno che non venga intrapresa un’azione audace e rapida, gli eventi meteorologici estremi e l’innalzamento del livello del mare innescati dai cambiamenti climatici riempiranno in gran parte il futuro della terra. Gli scienziati dicono che il pianeta non ha tempo per evitare queste terribili condizioni.

READ  Ben Simmons Philadelphia 76ers Brass Non è mentalmente pronto per giocare

“I leader mondiali hanno una rapida possibilità di aiutare o tradire il futuro dell’umanità con le azioni odierne sul cambiamento climatico”, ha affermato Strauss. “Questa ricerca e le immagini create da essa illustrano l’enorme ruolo che si cela dietro i colloqui sul clima a Glasgow”.