Novembre 30, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Prospettive invernali NOAA: freddo, tempestoso nella fascia settentrionale con siccità a sud

Commento

I previsori NOAA prevedono un inverno mite e secco per il livello meridionale degli Stati Uniti, comprese le aree già colpite dalla siccità nella bassa valle del fiume Mississippi e nel sud-ovest, con condizioni più fresche e umide del normale previste nel Pacifico nord-occidentale .e intorno ai Grandi Laghi.

La previsione è in gran parte guidata dall’aspettativa che La Niña – un modello climatico globale che è l’inverso del forse più noto El Niño – persisterà per il terzo inverno consecutivo, cosa che si è verificata solo una manciata di volte negli ultimi 50 anni . . La Niña è associata all’acqua più fresca del normale nell’Oceano Pacifico tropicale, ma ha effetti a catena sul clima in tutto il mondo.

Le previsioni del tempo invernale abbondano, ma di chi dovresti fidarti?

È una prospettiva scoraggiante per le aree già stressate da una prolungata siccità e potrebbe aumentare il pericolo di incendi in alcune parti degli Stati Uniti centro-meridionali che normalmente non affrontano tali pericoli. Secondo lo US Drought Monitor, condizioni di siccità prolungate ed esacerbanti sono probabili nel sud-ovest e in stati come il Kansas e l’Oklahoma, che stanno vivendo una siccità estrema e in molti casi eccezionale.

Ciò potrebbe significare continue preoccupazioni per il fiume Mississippi, dove i livelli dell’acqua sono bassi rendendo difficile lo spostamento del carico tramite chiatte. I meteorologi prevedono lo sviluppo di siccità nella bassa valle del Mississippi e condizioni stagionalmente secche nel bacino del fiume Missouri, sebbene le condizioni di siccità potrebbero attenuarsi lungo il fiume Ohio.

E significa nessun rallentamento nello slancio di una mega siccità in California e in Occidente, senza sollievo per l’arido bacino del fiume Colorado e bacini idrici del sud-ovest pericolosamente impoveriti come il lago Mead e il lago Powell.

READ  Google sta lanciando nuovi cookie popup con l'opzione "rifiuta tutto" in Europa

«In parte il motivo della persistenza [drought] La previsione è La Niña, ma anche solo la natura a lungo termine della siccità”, ha affermato Brad Pugh, meteorologo del Climate Prediction Center della NOAA.

Secondo l’ultimo rapporto settimanale del monitor della siccità, oltre l’80% degli Stati Uniti continentali sta vivendo condizioni almeno anormalmente asciutte, se non siccità, la percentuale più alta dall’inizio dei rapporti nel 2000.

“Le condizioni di siccità sono ora presenti in circa il 59% del paese, ma parti degli Stati Uniti occidentali e delle Grandi Pianure meridionali continueranno a essere le più colpite quest’inverno”, ha affermato Jon Gottschalck, capo del ramo di previsione operativa del centro climatico, in un dichiarazione. “Con il modello climatico di La Niña ancora in atto, le condizioni di siccità potrebbero estendersi anche alla costa del Golfo”.

D’altra parte, si prevede che le precipitazioni invernali saranno ancora più abbondanti del normale nel Pacifico nord-occidentale e, secondo le previsioni, i sistemi temporaleschi potrebbero anche fornire precipitazioni superiori alla norma nella regione dei Grandi Laghi.

Si prevede che condizioni relativamente miti e secche si estenderanno anche lungo il corridoio dell’Interstate 95 sulla costa orientale, il che significa che è probabile che le città da Washington a Boston si trovino vicino al confine tra pioggia e nevicata per eventuali tempeste che si spostano lungo la costa, ha affermato Gottschalck . .

Più dell’80% degli Stati Uniti si trova ad affrontare condizioni di siccità preoccupanti

Le previsioni stagionali possono essere una sfida per i meteorologi perché i modelli chiave di previsione meteorologica che utilizzano sono progettati per previsioni relativamente a breve termine. L’accuratezza delle previsioni si riduce con più di una settimana di anticipo, quindi per previsioni come quelle pubblicate giovedì dal NOAA, gli scienziati si affidano in gran parte ai segnali dei modelli climatici globali come La Niña.

READ  L'uomo arrestato in relazione all'omicidio di Jamal Kashogi rilasciato a Parigi | Jamal Kashogi

In alcuni anni, previsioni stagionali può funzionare peggio di un’ipotesi casuale.

Negli Stati Uniti, La Niña è nota per creare condizioni calde e secche in tutto il livello meridionale del paese, con condizioni più fresche e umide del normale lungo il suo livello settentrionale, compreso nel Pacifico nord-occidentale e nel Midwest. Questo perché tende a spostare la corrente a getto – una banda di venti atmosferici che guida i sistemi meteorologici in tutto il continente – verso gli stati settentrionali e il Canada.

Nonostante l’influenza di La Niña, Gottschalck ha affermato che c’è una significativa incertezza nei modelli meteorologici per gran parte del centro del paese, dove i meteorologi prevedono uguali possibilità di condizioni fredde o miti e modelli asciutti o bagnati. La Niña può consentire una notevole “variabilità da settimana a settimana”, come dimostrato dal freddo estremo che si è diffuso in tutto il paese e ha causato una crisi energetica in Texas nel febbraio 2021, ha affermato.

L’inverno sta arrivando: ecco cosa sapere sulle prospettive meteorologiche a lungo termine

Nell’inverno 2020-2021, l’attuale tratto di La Niña era appena iniziato, eppure la stagione è stata segnata da un freddo storico negli Stati Uniti contigui. Il vortice polare, una colonna d’aria gelida che in genere rimane contenuta nella regione del Polo Nord, si è riversato verso sud e ha prodotto alcuni degli inverni più nevosi mai registrati nel profondo sud.

Tuttavia, le previsioni della NOAA per questo inverno corrispondono molto alla grafica utilizzata per rappresentare le condizioni classiche di La Niña. Gottschalck ha affermato che mentre la NOAA utilizza alcuni modelli di previsione a lungo raggio per guidare le sue previsioni, le aspettative tipiche di La Niña “servono come prima ipotesi”.

READ  Hugh Jackman torna nei panni di Wolverine in Deadpool 3 di Ryan Reynolds

Gli impatti di La Niña in tutto il mondo includono condizioni di siccità in Perù, Cile e Corno d’Africa e forti piogge nel sud-est asiatico e in Australia. Il Centro di previsione climatica degli Stati Uniti prevede una probabilità del 75% che La Niña continui almeno durante l’inverno.

Quest’anno, le previsioni della NOAA sono in linea con altre idee convenzionali, comprese le previsioni stagionali pubblicate da AccuWeather e Weather Channel che richiedono un’influenza continua di La Niña sui modelli meteorologici.

Quanto sarà rigido l’inverno? Sei organizzazioni emettono previsioni.