Novembre 30, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Più di 100 casi confermati o sospetti di vaiolo delle scimmie sono stati segnalati in 12 paesi, compresi gli Stati Uniti

I casi confermati sono stati identificati in Australia, Belgio, Canada, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svezia, Regno Unito e Stati Uniti – che avevano da uno a cinque casi confermati di vaiolo delle scimmie fino a sabato, l’OMS disse.

“La situazione si sta evolvendo e l’OMS prevede che ci saranno più casi di vaiolo delle scimmie identificati man mano che la sorveglianza si espande nei paesi non endemici”, afferma il comunicato stampa.

Dott. Ashish Jha, il coordinatore della risposta al Covid-19 della Casa Bianca, ha detto alla ABC che non sarebbe sorpreso se gli Stati Uniti avessero visto “qualche altro” caso di vaiolo delle scimmie nei prossimi giorni.

“Ma sento che questo è un virus che capiamo, abbiamo vaccini contro di esso, abbiamo trattamenti contro di esso e si diffonde in modo molto diverso da SARS-CoV-2” – il virus che causa Covid-19, ha detto Jha a Martha Raddatz dell’ABC la domenica.

“Non è contagioso come Covid. Quindi sono fiducioso che saremo in grado di tenerci le braccia attorno”, ha detto Jha. “Ma lo terremo traccia molto da vicino e utilizzeremo gli strumenti che abbiamo per assicurarci di poter continuare a prevenire un’ulteriore diffusione e prenderci cura delle persone che vengono infettate”.

Gli esperti sanitari affermano che è necessario uno stretto contatto con una persona infetta per diffondere il virus del vaiolo delle scimmie.

L’infezione può svilupparsi dopo l’esposizione a “pelle rotta, membrane mucose, goccioline respiratorie, fluidi corporei infetti o persino contatto con biancheria contaminata”, secondo Neil Mabbott, cattedra personale di immunopatologia presso la scuola di veterinaria dell’Università di Edimburgo in Scozia.

READ  La bozza di accordo COP26 invita i paesi ad aumentare la riduzione delle emissioni entro la fine del 2022. Cos'altro c'è dentro

Sebbene gli esperti affermino che il vaiolo delle scimmie non è contagioso come il Covid-19, il presidente Joe Biden ha affermato che tutti dovrebbero essere preoccupati per la diffusione del vaiolo delle scimmie, anche se gli scienziati lavorano per saperne di più sulla recente diffusione.

“Non mi hanno ancora detto il livello di esposizione, ma è qualcosa di cui tutti dovrebbero preoccuparsi”, ha detto Biden a Kaitlan Collins della CNN domenica mentre partiva dalla Corea del Sud.

“Stiamo lavorando duramente per capire cosa facciamo e quale vaccino, se del caso, potrebbe essere disponibile”, ha detto Biden. “È una preoccupazione in quanto se si diffondesse sarebbe consequenziale. Questo è tutto ciò che mi hanno detto”.

La CNN ha precedentemente riferito che i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie stanno valutando se un vaccino contro il vaiolo dovrebbe essere offerto agli operatori sanitari che curano i pazienti con vaiolo delle scimmie e altre persone che potrebbero essere ad “alto rischio” di esposizione al vaiolo delle scimmie.

Il virus variola che causa il vaiolo e il virus del vaiolo delle scimmie sono in qualche modo correlati, poiché sono entrambi membri del genere Orthopoxvirus, appartenente alla famiglia scientifica dei virus del “vaiolo”. Pertanto, è stato dimostrato che alcuni degli stessi vaccini somministrati per prevenire il vaiolo prevengono anche il vaiolo delle scimmie.

I sintomi iniziali del vaiolo delle scimmie sono tipicamente simil-influenzali, come febbre, brividi, esaurimento, mal di testa e debolezza muscolare.

“Una caratteristica che distingue l’infezione da vaiolo delle scimmie da quella del vaiolo è lo sviluppo di linfonodi ingrossati”, ha affermato il CDC.

Dopodiché, appare tipicamente un’eruzione cutanea diffusa sul viso e sul corpo, incluso all’interno della bocca, sui palmi delle mani e sulla pianta dei piedi.

I dolorosi vaioli in rilievo sono perlati e pieni di liquido, spesso circondati da cerchi rossi. Le lesioni alla fine si incrostano e si risolvono in un periodo da due a tre settimane, ha affermato il CDC.

Storicamente, i casi di vaiolo delle scimmie sono stati tipicamente segnalati dall’Africa occidentale o dall’Africa centrale, ha affermato Jennifer McQuistonvicedirettore della Divisione di Patogeni e Patologia ad Alte Conseguenze all’interno del Centro Nazionale per le Malattie Infettive Emergenti e Zoonotiche del CDC.

“Abbiamo un livello di preoccupazione scientifica su ciò che stiamo vedendo perché questa è una situazione molto insolita”, ha detto McQuiston alla CNN giovedì.

READ  37 nazioni affermano che Russia e Bielorussia "non dovrebbero essere autorizzate a ospitare" eventi sportivi internazionali

“Non lo vediamo negli Stati Uniti o in Europa – e il numero di casi segnalati è decisamente al di fuori del livello normale per quello che vedremmo”, ha detto McQuiston.

Un alto funzionario sanitario del Regno Unito ha detto domenica alla BBC che le persone dovrebbero essere consapevoli del vaiolo delle scimmie, ma il rischio per la popolazione in generale “rimane estremamente basso al momento”.

“Penso che le persone debbano essere attente a questo”, ha affermato Susan Hopkins, capo consulente medico dell’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito.

“Vogliamo davvero che i medici siano attenti e inviino il test se sono preoccupati”.

Hopkins ha affermato che, sulla base di rapporti provenienti dall’Africa, l’UKHSA sa che alcune persone sono “molto più a rischio di malattie gravi, in particolare individui immunodepressi o bambini piccoli”.

Sebbene “non esista un vaccino diretto per il vaiolo delle scimmie”, ha detto Hopkins, “stiamo usando una forma di vaccino contro il vaiolo o un vaccino contro il vaiolo di terza generazione che è sicuro per le persone che sono in contatto con i casi”.

Sandee LaMotte, Jamie Gumbrecht, Keith Allen, Kevin Liptak, Jacqueline Howard e Martin Goillandeau della CNN hanno contribuito a questo rapporto.