Gennaio 28, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Novak Djokovic è un grande giocatore, ma “Oz ha il diritto di buttarlo fuori”: Shane Warne

Shane Warne commenta la saga di lavoro di Novak Djokovic Govt.© AFP

Lo ha detto venerdì l’ex giocatore di cricket australiano Shane Warne Novak Djokovic Il Covid ha il diritto di non ottenere il lavoro, ma l’Australia può anche espellere il tennista di singolare maschile numero uno al mondo. Djokovic ha ammesso mercoledì di aver condotto un’intervista ai media in diretta e un servizio fotografico a dicembre nonostante sapesse di essere positivo al Govit-19. Djokovic, che è stato sottoposto a un test PCR “ufficiale e riconosciuto” il 16 dicembre, ha anche rivelato di non aver ricevuto un risultato positivo del test PCR fino a quando non ha partecipato a un evento di tennis a Belgrado il 17 dicembre e ha consegnato i premi ai bambini.

Nei giorni sopra citati, il serbo ha fatto anche un rapido test dell’antigene, che è risultato negativo per due volte.

“Novak è un grande tennista e uno dei migliori di tutti i tempi. Senza dubbio. Ma sta mentendo sui moduli di iscrizione. ! Sei d’accordo? #Shumbles”, ha twittato Shane Warne.

Dopo aver appreso del risultato positivo del COVID, Djokovic ha completato un “impegno a lungo termine” per un’intervista ai media e un servizio fotografico per un quotidiano francese nel suo centro di tennis a Belgrado il 18 dicembre.

READ  L'allenatore dello stato di Washington Nick Rollovich, quattro assistenti licenziati per l'ordine di vaccinazione del governo 19

Tuttavia, Djokovic ha ammesso che rilasciare un’intervista è stato un errore di giudizio e che avrebbe dovuto riconsiderare il suo impegno.

Dopo che lunedì la star del tennis ha vinto il suo ricorso legale per motivi pratici, il funzionario di frontiera ha annullato la decisione iniziale di revocare il visto.

promozione

Il giudice Anthony Kelly del Circuito Federale Australiano e del Tribunale della Famiglia ha annullato la revoca del visto di Djokovic, confermando che il 20 volte vincitore del Grande Slam sarà autorizzato a rimanere in Australia.

Djokovic è stato anche ordinato di essere rilasciato immediatamente dalla custodia con il suo passaporto e le “conseguenze personali”.

Argomenti menzionati in questo articolo