Maggio 27, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Neil Young dice a Spotify che lui e Joe Rogan non possono più essere lì

Ingrandire / Il 12 luglio 2019, Neil Young si esibisce sul palco della Barclays, un outfit estivo britannico, all’Hyde Park di Londra, in Inghilterra.

Neil Young ha minacciato di rimuovere la sua musica da Spotify perché crede che la società di streaming stia aiutando il podcaster Joe Rogan a diffondere “informazioni false” sui vaccini.

In un’e-mail alla sua etichetta discografica, la Warner Records, Spotify ha affermato di essere “responsabile della mitigazione della diffusione della disinformazione sul suo sito”.

“Dovresti farmi sapere immediatamente che voglio tutta la mia musica dalla loro piattaforma su Spotify oggi”, ha scritto. “Potrebbero essere Rogan o Young. Nessuno dei due. “

Young, che include “Heart of Gold” e “Harvest Moon” e conta 6 milioni di ascoltatori mensili su Spotify, è stato il primo grande artista a minacciare pubblicamente di lasciare il palco a causa della sua associazione con Rogan. Applicazione Spotify.

Da quando ha speso 100 milioni di dollari per portare Rogan su Spotify, la società ha ripetutamente dato fuoco ai contenuti dei commentatori americani poiché è stata spinta in modo aggressivo ad espandere le sue offerte di podcast.

La lettera di Young era una risposta a un podcast di dicembre in cui Rohan ha intervistato il controverso virologo Robert Malone, che ha svolto ricerche sui vaccini a RNA messaggero e ora li sospetta. Nel podcast, Malone ha detto a Rogan che gli ospedali americani sono finanziariamente incoraggiati a denunciare falsamente i decessi causati dal virus corona.

Rogan ha incoraggiato i giovani “sani” a non ricevere il vaccino contro il COVID-19 nel suo incarico.

Questo ha messo Spotify in una brutta posizione. La società ha un interesse commerciale che milioni di persone ascoltino il podcast di Rogan. Ma mentre spinge ulteriormente per possedere la propria programmazione, Spotify deve affrontare problemi e controversie che incombono su YouTube e altri importanti siti tecnologici per quanto riguarda i contenuti dei loro siti.

READ  Si dice che Python abbia usato la frase antisemita sul volo sud-ovest

All’inizio di questo mese un gruppo di medici e scienziati ha definito Spotify “moderatamente fuorviante” sulla sua piattaforma, sostenendo che Rogan Corona aveva diffuso false affermazioni su infezioni virali e vaccini. “Eventi di disinformazione di massa di questa portata hanno cambiamenti straordinariamente pericolosi”, ha scritto il gruppo.

Spotify non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento. La Warner Music ha rifiutato di commentare.

La musica di Young è su Spotify fino a martedì mattina.

Young ha rimosso la sua musica da Spotify nel 2015 perché ha affermato che la qualità del suono era pessima. Da allora è stato restaurato.

Alla domanda nel 2020 sulla decisione di Rogan di invitare il teorico della cospirazione Alex Jones al suo podcast, il CEO di Spotify Daniel Eck ha detto al Financial Times: “Vogliamo che i creatori creino. Questo è ciò che sanno fare meglio. Non vogliamo avere un ruolo in quello che hanno da dire.

Rogan ha ospitato Jones nel suo programma, dove ha promosso affermazioni infondate sui pericoli dei vaccini. Grandi gruppi tecnologici tra cui Spotify, Facebook, Apple e Twitter hanno bandito Jones, il fondatore di estrema destra di InfoWars, che ha affermato che la sparatoria nella scuola Sandy Hook del 2012 nel Connecticut – che ha ucciso 26 persone, tra cui 20 scolari – è stata una bufala.

© 2022 The Financial Times Limited. Tutti i diritti riservati Non ridistribuire, duplicare o modificare in alcun modo.