Novembre 26, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Macron e Le Pen si affrontano in un dibattito elettorale ad alto rischio

  • Il dibattito inizia alle 1900 GMT
  • Macron, Le Pen in corsa serrata per vincere le elezioni
  • La Francia vota domenica

PARIGI, 20 aprile (Reuters) – Il presidente francese Emmanuel Macron e la sfidante di estrema destra Marine Le Pen si affronteranno mercoledì sera nel loro unico dibattito in vista delle elezioni presidenziali di domenica.

Per Le Pen, che è in ritardo con Macron nei sondaggi elettorali, il tanto atteso confronto è un’occasione per convincere gli elettori che ha la statura per essere presidente e che non dovrebbero temere di vedere l’estrema destra al potere.

Per Macron, forse la sfida più grande per mantenere il suo crescente vantaggio nei sondaggi d’opinione sarà quella di non sembrare arrogante – qualcosa per cui molti elettori lo hanno criticato – mentre fruga nei buchi che vede nei piani politici di Le Pen.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

All’arrivo in sede tv, Le Pen si è detta “rilassata”, mentre Macron si è detto “concentrato, pronto per un dibattito che permetterà a ciascuno di noi di spiegare le nostre idee per la Francia”.

L’elezione presenta agli elettori due visioni opposte della Francia: Macron offre una piattaforma liberale pro-europea, mentre il manifesto nazionalista di Le Pen si basa su un profondo euroscetticismo.

Circa il 14% degli elettori è in attesa del dibattito per decidere per chi votare, mentre il 12% afferma che sarà decisivo se votare o meno, secondo un sondaggio di OpinionWay-Kea Partners per il quotidiano Les Echos.

“Sono ansioso di vedere cosa succede”, ha detto l’elettore Joseph Lombard a Parigi. “E’ sempre un incontro di boxe”.

READ  Adele è tornata. Tutto è cambiato da quando ha governato il mondo della musica.

Ma fonti di entrambe le parti hanno affermato di volere un dibattito calmo, tanto che una fonte vicina a Macron, consapevole dei preparativi del dibattito, ha detto che potrebbe essere “noioso”.

“Il presidente deve dimostrare di essere solido… senza sembrare arrogante”, ha detto la fonte. “Sarà molto serio, e lei deve anche dimostrare di essere solida sulla sostanza”.

Una fonte vicina a Le Pen ha detto di volere “un dibattito tranquillo, progetto contro progetto”.

DIVERSO QUESTA VOLTA?

Se il dibattito di due ore e mezza andrà in questo modo, sarà molto diverso dall’incontro del 2017, quando la sfida presidenziale di Le Pen si è disfatta quando ha confuso i suoi appunti e ha perso l’equilibrio.

Il dibattito in prima serata in quell’occasione ha cementato lo status di Macron come il chiaro favorito.

Ma Macron non è più il disgregatore esterno alla politica e ora ha un record in carica che Le Pen può attaccare. Nel frattempo, si è rivolta agli elettori tradizionali e ha lavorato duramente per ammorbidire la sua immagine.

“Non è più lo stesso avversario. Ora ha trascorso cinque anni al potere, cosa che non è stata l’ultima volta”, ha detto Le Pen.

Una fonte vicina a Macron ha dichiarato: “I francesi ora la vedono come una possibile presidente, a differenza del 2017. Sta a noi dimostrare che sarebbe una pessima presidente”.

READ  La più grande notte della moda, il Met Gala 2022 - come è successo | Incontrato Gala 2022

I mercati finanziari sono più ottimisti riguardo alle elezioni rispetto a cinque anni fa e le quote offerte mercoledì dai bookmaker politici britannici hanno indicato una probabilità del 90% di vittoria di Macron. leggi di più

Tuttavia, Emmanuel Cau, responsabile della strategia azionaria europea di Barclays, ha messo in guardia dal compiacimento degli investitori.

“Un turno in ritardo non può essere scontato dato l’alto numero di elettori indecisi”, ha scritto in una nota.

GARA PIÙ VICINA

Dopo che più della metà dell’elettorato ha votato per candidati di estrema destra o di estrema sinistra al primo turno, il vantaggio di Macron nei sondaggi d’opinione è molto più stretto rispetto a cinque anni fa, quando ha battuto Le Pen con il 66,1% dei voti. I sondaggi degli elettori di mercoledì prevedevano che questa volta avrebbe vinto con il 55,5-56,5%.

Inoltre, Le Pen non può che fare di meglio rispetto al dibattito del 2017, che lei stessa ha definito un fallimento, mentre potrebbe essere difficile per Macron ripetere una performance così da urlo.

Ma Macron non è privo di risorse per questo dibattito.

Con l’esperto di estrema destra Eric Zemmour ora fuori dai giochi, Le Pen ha perso una rivale che la faceva sembrare meno radicale, al confronto, e questo l’ha colpita nei sondaggi d’opinione.

La disoccupazione è al minimo da 13 anni e l’economia francese ha sovraperformato altri grandi paesi europei, anche se l’inflazione sta mordendo questo.

E mentre finora è riuscita in gran parte a spazzarlo via, Le Pen ha la sua passata ammirazione per il presidente russo Vladimir Putin che lavora contro di lei.

READ  Il fondatore e giornalista di lunga data di Deadline aveva 68 anni - Scadenza

Riportando la questione in primo piano, il critico del Cremlino incarcerato Alexei Navalny ha esortato gli elettori francesi a sostenere Macron a causa dei legami di Le Pen con Mosca. Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelenskiy nel frattempo ha detto a BFM TV che non avrebbe voluto perdere il rapporto che aveva costruito con Macron.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Segnalazioni di Michel Rose, Elizabeth Pineau, Tassilo Hummel; Rapporti aggiuntivi di Lucien Libert e Julien Ponthus; Scritto da Ingrid Melander; Montaggio di Richard Lough e Alex Richardson

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.