Novembre 27, 2021

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

L’uomo dell’Iowa colpevole di aver ucciso un uomo di colore che stava bruciando in un fosso

Un uomo dell’Iowa è stato condannato da un arbitro a martedì per omicidio di primo grado nell’omicidio del nero Michael Williams. Il suo corpo stava bruciando In un fosso l’anno scorso.

I parenti di Williams consideravano Steven Vogel, 32 anni, un uomo bianco, colpevole di aver abusato di un cadavere come un potenziale crimine d’odio, ma le autorità hanno affermato che la disputa sulla relazione si è trasformata in morte.

Gli altri tre, compresa la madre di Vogue, sono stati accusati di appropriazione indebita di cadaveri e accessori dopo la verità. Ciascuno si è dichiarato non colpevole e gli atti del tribunale mostrano che i loro casi sono pendenti.

Michael Williams.Per gentile concessione di Paula Terrell

“Sono molto grato per il modo in cui la giuria è arrivata al verdetto”, ha detto martedì Adam Decomb, agente speciale per la Divisione investigativa criminale dell’Iowa.

“Porta pace alla famiglia Williams e alla comunità criminale”, ha detto, riferendosi alla piccola città in cui viveva Williams.

La zia di Williams, Paula de Terrell, i parenti di Williams – molti dei quali si sono trasferiti in Siria da Syracuse, New York, dove Williams, 44 anni, è cresciuto – soddisfatti del verdetto. Ma dicono anche che le autorità hanno ridotto il ruolo della razza negli omicidi.

Prima che il corpo di Williams potesse essere dato alle fiamme, hanno detto le autorità In un comunicato stampa, Potrebbe essere stato spesso strangolato. Ma in tribunale, ha detto Darrell, un patologo dell’ufficio del medico legale ha descritto la corda legata al collo di Williams, che una volta Terrell ha detto che ricordava un omicidio. NBC News non ha confermato in modo indipendente l’affermazione di Terrell nel rapporto dell’autopsia.

READ  Playoff MLP 2021 - L'eccezionale prestazione di Enrique Hernandez elogiata dal manager degli Houston Astros Dusty Baker

Durante un incontro di famiglia con l’assistente del procuratore generale e altri agenti del dipartimento di polizia di Grinnell nell’ottobre 2020, Terrell ha affermato che la sua famiglia ha spinto le autorità a perseguire il caso come crimine d’odio. Ma i funzionari hanno detto che la pena massima per un omicidio di primo grado sarebbe stata più alta, ha ricordato.

Michael Williams con sua madre Powell Megias.Per gentile concessione di Paula Terrell

“Hanno continuato a farlo come se niente fosse”, ha detto Terrell. “Sto esaminando il punto, ma penso che passerà alla storia. Ho bisogno di documentare quello che è successo a Grinnell in Iowa”.

In una e-mail, un portavoce dell’ufficio del procuratore generale ha affermato che Vogel non era stato accusato di un crimine d’odio “per un unico motivo” perché non c’erano prove sufficienti per farlo.

“Se le prove ci avessero portato lì, sarebbero state sicuramente accusate”, ha detto Decamp individualmente.

Invece, ha detto Decomp, Williams – che si è trasferito in Iowa 12 anni prima di essere assassinato – ha avuto una relazione con una donna che era stata in precedenza con i Vocal.

“Questo fatto era più di quanto Steven potesse sopportare”, ha detto.

Dopo aver ucciso Williams, Vocal avvolge il suo corpo in stoffa e plastica ed elenca gli altri per aiutarlo a portarlo in un fossato a est del Grinnell. Il corpo in fiamme di Williams è stato trovato dai vigili del fuoco poco prima delle 18:00.

La sentenza di Vogel è fissata per il 13 dicembre.