Gennaio 28, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

L’uomo arrestato in relazione all’omicidio di Jamal Kashogi rilasciato a Parigi | Jamal Kashogi

Un uomo saudita è stato arrestato in un aeroporto francese con l’accusa di coinvolgimento nell’omicidio di un giornalista Jamal Kashogi La procura di Parigi è stata assolta dopo aver deciso che si trattava di un caso di falsa identità.

“Prove approfondite sull’identità di questa persona ci hanno permesso di confermare che il mandato non si applica a lui”, ha letto il procuratore generale Remy Heights in una dichiarazione. “È stato rilasciato”.

Un uomo di nome Khalid al-Otaibi è stato arrestato martedì all’aeroporto Charles de Gaulle di Parigi mentre stava per imbarcarsi su un volo per la capitale saudita, Riyadh.

È stato arrestato dalla polizia di frontiera con l’accusa di essere un ex membro della Guardia di Stato saudita accusato di coinvolgimento nell’omicidio. Kashogi, Un giornalista del Washington Post – e critico del principe ereditario Mohammed bin Salman, l’attuale sovrano dell’Arabia Saudita – è stato assassinato nell’ottobre 2018 presso il consolato saudita a Istanbul.

Quando il passaporto di quella persona viene scansionato durante le procedure di frontiera, contrassegna il mandato emesso tacchino, che ha portato all’arresto.

Ma mercoledì all’ora di pranzo, dopo più di 24 ore di approfonditi controlli di identità, i pubblici ministeri di Parigi lo hanno rilasciato, affermando che l’identità dell’uomo non corrispondeva al mandato. Si crede che abbia condiviso lo stesso nome della persona ricercata.

L’ambasciata saudita a Parigi ha dichiarato martedì in una dichiarazione di non avere intenzione di fare causa.

L’arresto ha fatto notizia in tutto il mondo per la prima volta dall’arresto di un individuo accusato da esperti internazionali di coinvolgimento nel brutale assassinio di un editorialista del Washington Post, sponsorizzato dallo stato. Arabia Saudita.

READ  Informazioni recenti su casi Govt-19, variante Omigron e vaccini: annunci in tempo reale

Sarah Leah Whitson, amministratore delegato di Dawn, un gruppo pro-democrazia fondato da Kashoki, ha agito in base al mandato della polizia – nonostante l’errata identificazione – come un segnale incoraggiante che la comunità globale lo sta accettando. Il caso è serio.

“Semplicemente ci è venuto in mente allora Europa Ha efficacemente riaffermato che Kashogi era l’assassino. [Prince Mohammed] Incluso: dovranno affrontare procedimenti giudiziari e accuse penali se mettono piede nei loro paesi “, ha affermato.

“Era difficile capire perché [Prince Mohammed] Potrebbe aver osato inviare un funzionario autorizzato FranciaMa ora è sicuro di non poterlo fare, e la sua villa da 500 milioni di dollari fuori Parigi è ricoperta di ragnatele.

Le indagini hanno nominato Khalid Aid al-Otaibi, membro del gruppo “commando” presso il consolato dell’Arabia Saudita a Istanbul, dove Kashogi è stato ucciso il 2 ottobre 2018. 17 persone sono state ammesse dagli Stati Uniti Per il loro ruolo sospetto nella morte del giornalista. Ha anche lavorato come ufficiale di sicurezza personale del principe Mohammed.

È stato inserito nella lista rossa dell’Interpol dopo che un mandato di arresto è stato emesso dalla Turchia l’anno scorso 20 funzionari sauditi sono stati interrogati senza comparire Sull’omicidio.

Agnes Calmerd, l’allora Relatrice Speciale delle Nazioni Unite sugli assassini extragiudiziali, ha descritto lo stretto collaboratore e funzionario della sicurezza personale del principe Mohammed nelle indagini sull’assassinio come Otaibi. Si presume che l’ambasciatore abbia fornito le informazioni a Hussein. Colmart ha dichiarato nella sua dichiarazione che Ottapi è andato con loro nel tour americano del principe nel 2017.

Kashogi, un corrispondente del Washington Post con stretti legami con la corte statale, è stato un critico sottile ma influente del principe nel 2018, quando ha cercato di ritrarre il principe di Riyadh come un riformatore.

READ  PUBG: Battlefield si giocherà gratis

Martedì, il Consiglio di Washington DC ha approvato all’unanimità un disegno di legge che fa riferimento a una sezione della strada direttamente di fronte all’ambasciata saudita degli Stati Uniti come “Jamal Kashoki Way”.

Whitson ha affermato che il nuovo incarico servirà come “un promemoria quotidiano per l’ambasciata saudita e il governo saudita quanto siano potenti nella vita Jamal Kashogi e la sua eredità”.

La mossa è stata sostenuta dal National Press Club, che ha affermato che la ridenominazione della strada ha ricordato che “Jamal ha bisogno di giustizia”.