Novembre 30, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

L’Ucraina pone fine alla battaglia di Mariupol, evacua i combattenti dall’acciaieria Azovstal

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

I combattenti ucraini hanno terminato il loro difesa di settimane di un’acciaieria assediata nella strategica città portuale di Mariupol, mentre centinaia di combattenti – decine di loro gravemente feriti – sono stati evacuati dal complesso lunedì.

“L’Ucraina ha bisogno di eroi ucraini vivi”, ha detto il presidente Volodymyr Zelensky nel suo discorso notturno, mentre la delicata operazione continuava. “Speriamo di poter salvare la vita dei nostri ragazzi. Tra loro ci sono i feriti gravi, che ricevono assistenza medica”.

L’Azovstal Iron and Steel Works di Mariupol e la sua rete di tunnel sotterranei hanno servito per settimane come riparo e resistenza finale per circa 1.000 combattenti ucraini, inclusi molti del reggimento Azov, uno dei più abili dell’Ucraina – e controverso – unità militari.

Funzionari di Mariupol hanno detto a metà aprile che nella rete sotterranea si nascondevano anche ben 1.000 civili. Sono rimasti intrappolati per settimane nel mezzo di un intenso assalto russo, prima che tutte le donne, i bambini e gli anziani venissero evacuati all’inizio di questo mese. Coloro che sono riusciti a mettersi in salvo hanno descritto il brutalità del lungo assedio nel freddo e fetido bunker, dove vivevano senza luce solare e con cibo e acqua in diminuzione.

All’interno dell’acciaieria assediata di Mariupol, simbolo di coraggio e terrore

Il bombardamento russo dell’impianto Azovstal sembra essere proseguito negli ultimi giorni. I video pubblicati su Telegram dai funzionari locali durante il fine settimana hanno mostrato munizioni bianche e luminose che piovevano sull’impianto. Il tipo di munizioni non poteva essere verificato in modo indipendente, ma un esperto militare britannico ha detto a Reuters sembrava un attacco con armi al fosforo o incendiarie.

READ  Il Cremlino risponde alle critiche del capo olimpico sulla reazione "agghiacciante" dell'allenatore di Valieva

Funzionari ucraini hanno raggiunto un accordo di cessate il fuoco con l’esercito russo lunedì, con dozzine di autobus visti lasciare lo stabilimento. La complessa evacuazione è coordinata con l’aiuto delle Nazioni Unite e del Comitato Internazionale della Croce Rossa.

Mosca non ha ancora risposto pubblicamente agli sviluppi a Mariupol, che sono stati descritti dai media statali russi come un ordine del comando militare ucraino affinché le sue truppe si “arrendessero”.

Il vice ministro della Difesa ucraino, Anna Malyar, ha detto che 53 soldati gravemente feriti sono stati portati in un ospedale di Novoazovsk, una città vicina controllata dai separatisti sostenuti dalla Russia. Altri 211 sono stati trasportati in un altro villaggio di allineamento russo, Olenivka, ha detto. Mosca e Kiev stanno negoziando uno scambio di prigionieri per garantirne il rilascio.

Malyar ha detto che i funzionari stavano ancora lavorando per salvare i soldati rimasti, anche se non è chiaro quanti siano ancora all’interno. Autorità ucraine detto la scorsa settimana c’erano quasi 1.000 combattenti resistenti nell’impianto.

La battaglia per Mariupol, uno degli scontri più sanguinosi della guerra, ha attirato l’attenzione mondiale. La Russia ha devastato la città sudorientale del Mar Nero, che prima dell’invasione aveva una popolazione in rapida crescita di circa 450.000 abitanti. All’inizio, le forze di Mosca circondarono Mariupol, la tagliarono fuori dall’acqua e dall’elettricità e la bombardarono incessantemente, riducendo gran parte della città in macerie.

Sulla scena della tragedia del teatro Mariupol, la Russia si prepara per una parata

Perdere Mariupol è una battuta d’arresto significativa per Kiev. Permette alla Russia di stabilirsi un ponte terrestre vitale tra la Crimea, la penisola che ha annesso all’Ucraina nel 2014, e i territori controllati dalla Russia nell’est dell’Ucraina.

READ  I porti dell'Ucraina riapriranno con un accordo da firmare venerdì, afferma la Turchia

Ma i leader militari ucraini hanno affermato che le loro truppe in città hanno tenuto a bada i russi abbastanza a lungo da guadagnare tempo cruciale per le forze che combattevano altrove. E i funzionari occidentali hanno notato che, a parte Mariupol, la Russia non è riuscita a ottenere guadagni significativi nell’Ucraina orientale nonostante abbia concentrato le sue risorse lì per settimane.

“Abbiamo avuto il tempo estremamente necessario per costruire riserve, raggruppare le forze e ottenere aiuto dai partner”, ha affermato il comando militare ucraino in un aggiornamento di lunedì.

“I difensori Mariupol sono eroi del nostro tempo… Sono per sempre nella storia.”

Adam Taylor, Niha Masih e Louisa Loveluck hanno contribuito a questo rapporto.