Novembre 30, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

LeBron James al commissario NBA

LAS VEGAS — Dopo aver entusiasmato il pubblico alla T-Mobile Arena, segnando 23 punti in 17 minuti nella sconfitta preseason per 119-115 dei Los Angeles Lakers contro i Phoenix Suns, LeBron James ha salvato la sua giocata più grande per la conferenza stampa post-partita mercoledì sera.

Quando è stata posta una domanda sull’NBA che ospita la partita di esibizione a Las Vegas, James ha colto l’occasione per fare un appello personale al commissario Adam Silver, cercando di essere il primo in linea per possedere la squadra se il campionato si espandesse a Sin City.

“Mi piacerebbe portare una squadra qui ad un certo punto. Sarebbe fantastico. So che Adam è ad Abu Dhabi in questo momento, credo”, ha detto James, alludendo al viaggio preseason dei Milwaukee Bucks e degli Atlanta Hawks negli Emirati Arabi Uniti Emirates, Emirates a cui Silver sta partecipando. “Ma probabilmente vede ogni singola intervista e trascrizione che arriva dai giocatori della NBA.

“Quindi, voglio la squadra qui, Adam. Grazie.”

Mercoledì non è stata la prima volta che James ha espresso interesse a possedere una squadra a Las Vegas, ma questa è stata sicuramente la sua dichiarazione più diretta.

A giugno, in un episodio del suo programma YouTube “The Shop: Uninterrupted”, James ha rivelato per la prima volta il suo obiettivo.

“Voglio una squadra a Las Vegas”, ha detto James, che è già comproprietario del Liverpool FC e dei Boston Red Sox. “Voglio la squadra a Las Vegas.”

Silver è stato chiesto durante la sua conferenza stampa annuale delle finali NBA sull’espansione del campionato oltre le sue attuali 30 squadre e ha detto che non ci sono piani immediati per farlo.

READ  L'uomo dell'Iowa colpevole di aver ucciso un uomo di colore che stava bruciando in un fosso

“Non ne stiamo discutendo in questo momento”, ha detto Silver. “Come ho detto prima, ad un certo punto questo campionato si espanderà invariabilmente, ma non è in questo momento che ne stiamo discutendo”.

Tuttavia, alla domanda specifica su Seattle e Las Vegas come potenziali località di espansione, Silver ha approvato entrambe le località.

“Quelli sono mercati meravigliosi”, ha detto Silver. “Eravamo a Seattle. Mi dispiace che non siamo più lì. Abbiamo una squadra WNBA a Seattle in un edificio quasi nuovo di zecca che sta facendo spettacolo. E Las Vegas, dove saremo al nostro campionato estivo a luglio, ha si è dimostrato anche un grande mercato sportivo”.

I LA Clippers e i Portland Trail Blazers hanno giocato una partita di preseason a Seattle questa settimana.

James si è messo in discussione, dicendo che Las Vegas ha “la migliore base di fan del mondo” e strizzando l’occhio mentre lo diceva, chiaramente consapevole che la sua affermazione avrebbe generato un certo ronzio.

James, che ha 37 anni e sta entrando nella sua 20a stagione NBA, dovrebbe aver finito di giocare per possedere una squadra. Avrebbe anche bisogno di collegarsi con un gruppo di proprietà per acquistare una squadra, nonostante abbia un patrimonio netto a nord di $ 1 miliardo, secondo Forbes.

La squadra NBA più recente ad entrare sul mercato, i Minnesota Timberwolves, è stata venduta per $ 1,5 miliardi nel 2021. I Brooklyn Nets hanno venduto per un record NBA di $ 2,35 miliardi nel 2019. I Suns dovrebbero stabilire un nuovo record, secondo un rapporto da Baxter Holmes di ESPN, come offre l’attuale proprietario Robert Sarver Fields dopo essersi impegnato a separarsi dal franchise nelle conseguenze della lega che lo ha sospeso per un anno e lo ha multato di $ 10 milioni dopo un’indagine durata quasi un anno sulla sua condotta sul posto di lavoro.

READ  La nave cerealicola ucraina si dirige verso acque sicure, ma l'economia è ancora in stasi

James è sotto contratto con i Lakers per tutta la stagione 2024-25.

“Penso che sia una grande città, l’energia organica naturale che è qui incorporata nella città, va di pari passo con il livello degli sport che sono stati considerati collocati qui”, ha detto l’allenatore dei Lakers Darvin Ham di Las Vegas. “È un gioco da ragazzi. Lungo la strada. Non voglio parlare per l’NBA o per il commissario, ma penso che ad un certo punto vedrai una squadra NBA permanente qui chiamare casa Las Vegas”.