Gennaio 29, 2023

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Le azioni chiudono in rialzo venerdì, il Nasdaq segna la terza settimana consecutiva di guadagni

Le azioni si sono rafforzate venerdì per concludere la settimana forte dopo aver perso brevemente lo slancio del rally di gennaio.

Il Dow Jones Industrial Average ha aggiunto 330,93 punti, o l’1%, chiudendo a 33.375,49, mentre l’S&P 500 è avanzato dell’1,89% a 3.972,61. Entrambi gli indici hanno interrotto una serie di sconfitte di tre giorni. Nel frattempo, il Nasdaq Composite è salito del 2,66%, con l’aiuto di Netflix e Alphabet, chiudendo la giornata a 11.140,43.

Anche il Nasdaq è stato l’outperformer della settimana, registrando un guadagno dello 0,55% e la sua terza settimana positiva consecutiva. Il Dow ha chiuso la settimana in ribasso del 2,70% e l’S&P ha registrato una perdita dello 0,66%, interrompendo entrambe le serie vincenti di due settimane.

Tutte le principali medie sono ancora in territorio positivo per l’anno.

“Stiamo avendo una reazione più emotiva del previsto”, ha dichiarato Jeff Kilburg, fondatore e CEO di KKM Financial. “Molte persone sono diventate così pessimiste e abbiamo visto movimenti parabolici per dare il via all’anno. Ora, come previsto, i mercati non stanno andando in linea retta”.

“Stiamo trovando un modo per continuare a muoverci e avere minimi più alti”, ha aggiunto. “I minimi più alti danno un po’ di fiducia nei rialzisti. Tuttavia, i dati tecnici stanno ancora favorendo gli orsi e vendendo i rally”.

Gli investitori hanno continuato a monitorare i rapporti sugli utili e le azioni tecnologiche mega cap hanno portato il mercato al rialzo. Netflix ha guadagnato il 7% dopo pubblicazione di più abbonati del previsto anche se i suoi guadagni trimestrali hanno mancato le stime degli analisti. Alphabet è cresciuta del 5% dopo che la società ha annunciato che licenzierà 12.000 dipendenti.

READ  Trump ha premuto, minacciato Pence di ribaltare le elezioni, ascolta la giuria

“Stai vedendo più peso dare ad alcune delle tecnologie malridotte e perché le persone stanno diventando un po ‘più attente alle opportunità nel disastro tecnologico assoluto che abbiamo visto nel 2022”, ha detto Kilburg.