Gennaio 29, 2023

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

L’attacco di droni russi toglie l’energia elettrica a Kiev; Il rublo crolla

I paesi membri dell’UE raggiungono un compromesso sul tetto massimo del prezzo del gas

Il presidente francese Emmanuel Macron (CL), il presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen (posteriore 2° R), il primo ministro spagnolo, Pedro Sanchez Perez-Castejon (posteriore), il presidente della Romania, Klaus Iohannis (L), il cancelliere La Germania, Olaf Scholz (2° L) e il presidente del Consiglio europeo Charles Michel (3° L) partecipano al secondo giorno del vertice dei leader dell’Unione europea (UE) presso la sede del Consiglio europeo a Bruxelles, Belgio, il 21 ottobre 2022.

Dursun Aydemir Agenzia Anadolu | Immagini Getty

I ministri dell’Unione Europea hanno finalizzato un accordo tanto atteso per implementare un tetto massimo del prezzo del gas naturale che sperano possa aiutare le famiglie e le imprese a superare meglio gli eccessivi aumenti dei prezzi.

I paesi membri dell’UE non erano riusciti a superare le loro divergenze nelle precedenti riunioni di emergenza, ma diversi leader dell’UE hanno affermato la scorsa settimana che questa volta sarebbe stato probabilmente raggiunto il tetto massimo per pagare il gas.

Dopo i colloqui di lunedì a Bruxelles, la presidenza ceca del Consiglio europeo, che rappresenta i paesi membri, ha dichiarato che è stato raggiunto un accordo. I dettagli dell’accordo devono ancora essere svelati.

Poiché non è riuscita a trovare un consenso sull’argomento controverso, la presidenza ceca ha optato per una “maggioranza qualificata” come regola di voto per ottenere l’accordo politico. Secondo le regole dell’UE, la maggioranza qualificata richiede che il 55% dei paesi membri, o 17 su 27, voti a favore di una proposta. Tale voto richiede anche che quelle nazioni rappresentino almeno il 65% della popolazione del blocco.

— Stampa associata

Putin arriva in Bielorussia per colloqui con Lukashenko

Il presidente russo Vladimir Putin è atterrato a Minsk per colloqui con il presidente bielorusso Alexander Lukashenko, secondo quanto riferito dai media statali russi lunedì pomeriggio.

L’incontro, il primo di Putin nella capitale bielorussa dal 2019, arriva tra crescenti timori che Mosca possa spingere il suo alleato ad aumentare il suo coinvolgimento militare nella guerra.

Parlando alle agenzie di stampa russe lunedì scorso, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha definito la Bielorussia “l’alleato numero uno” della Russia, ma ha affermato che i suggerimenti secondo cui Mosca voleva fare pressione su Minsk affinché si unisse al conflitto erano “invenzioni stupide e infondate”.

— Karen Gilchrist

Rishi Sunak del Regno Unito in Lettonia per un incontro con gli alleati per discutere dell’Ucraina

Il primo ministro britannico Rishi Sunak è nella capitale lettone di Riga per incontrare altri membri della Joint Expeditionary Force (JEF), un’alleanza guidata dal Regno Unito di forze armate europee che condividono conoscenze tattiche e conducono esercitazioni congiunte per aumentare l’interoperabilità.

Il primo ministro britannico Rishi Sunak (a sinistra) partecipa a un incontro bilaterale con il primo ministro lettone Krisjanis Karins (a destra) all’incontro dei leader dei paesi della Joint Expeditionary Force (JEF) a Riga, in Lettonia, il 19 dicembre 2022.

Henry Nicholls | AFP | Immagini Getty

È pronto ad annunciare un nuovo pacchetto di artiglieria per l’Ucraina e sollecitare gli altri paesi membri a continuare a sostenere l’Ucraina. Incontrerà le truppe britanniche nella vicina Estonia nel corso della giornata.

Prima della visita, Sunak ha dichiarato in una dichiarazione: “Dal circolo polare artico all’isola di Wight, il Regno Unito e i nostri alleati europei sono stati di pari passo nella nostra risposta all’invasione di Ucrainae rimaniamo fermi nella nostra ambizione per la pace in Europa ancora una volta… So che questo vertice del Joint Expeditionary Force non farà che sottolineare le nostre strette amicizie e il nostro incrollabile sostegno all’Ucraina”.

Il JEF comprende Regno Unito, Danimarca, Estonia, Finlandia, Islanda, Lettonia, Lituania, Paesi Bassi, Norvegia e Svezia.

READ  Mercati dell'Asia-Pacifico misti; petrolio scoppia su possibile taglio dell'offerta dell'OPEC+

— Natasha Turak

Il Cremlino respinge le notizie secondo cui la Bielorussia si sta unendo al conflitto

Lunedì il Cremlino ha respinto i suggerimenti secondo cui la visita del presidente Vladimir Putin in Bielorussia segna un aumento del coinvolgimento di Minsk nella guerra.

Il presidente russo Vladimir Putin presiede un incontro con i membri del governo tramite un collegamento video presso la residenza di stato di Novo-Ogaryovo fuori Mosca, Russia, 14 dicembre 2022.

Sputnik | Reuters

L’agenzia di stampa russa RIA Novosti ha riferito che il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che le notizie erano “infondate” e “stupide”, poche ore prima che Putin arrivasse nella capitale bielorussa.

La visita di Putin lunedì pomeriggio segna la sua prima visita all’ex alleato sovietico in più di tre anni, e arriva mentre il ministero della Difesa bielorusso ha dichiarato di aver finalizzato una serie di ispezioni sulla preparazione militare delle sue forze armate.

— Karen Gilchrist

Zelenskyy chiede a West sistemi d’arma

Lunedì il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelenskyy ha invitato i leader occidentali riuniti in Lettonia a fornire un’ampia gamma di sistemi d’arma nella guerra in corso di Kiev con la Russia, ha riferito Reuters.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky viene visualizzato su uno schermo mentre parla tramite collegamento video durante una sessione plenaria della Joint Expeditionary Force (JEF) a Riga, in Lettonia, il 19 dicembre 2022.

Henry Nicholls | Afp | Immagini Getty

“Vi chiedo di aumentare la possibilità di fornire sistemi di difesa aerea al nostro Paese e di contribuire ad accelerare le decisioni pertinenti che devono essere prese dai nostri partner”, ha chiesto Zelenskyy durante il suo discorso tramite collegamento video alla riunione dei leader a Riga.

Gli alleati occidentali, tra cui Danimarca, Estonia, Finlandia, Islanda, Lettonia, Lituania, Paesi Bassi, Norvegia e Svezia, si incontreranno lunedì nella nazione baltica per il raggruppamento a guida britannica.

— Karen Gilchrist

La Bielorussia afferma che i controlli militari sono stati completati prima della visita di Putin

Il ministero della Difesa bielorusso ha dichiarato lunedì di aver finalizzato una serie di ispezioni sulla preparazione militare delle sue forze armate, segnalando un potenziale passaggio a un ruolo più attivo nel conflitto, ha riferito Reuters.

READ  Roquan Smith scambia voti per Ravens, Bears: Baltimora acquisisce due volte linebacker All-Pro

Alleato russo Bielorussia, che ha agito da punto di partenza per Mosca per lanciare la sua invasione Ucraina a febbraio, ha intrapreso una serie di manovre militari nelle ultime settimane.

Arriva mentre il presidente russo Vladimir Putin si dirige lunedì a Minsk, accrescendo i timori che possa fare pressioni sul suo ex alleato sovietico affinché si unisca a una nuova offensiva contro l’Ucraina.

— Karen Gilchrist

Il rublo russo scende al minimo di sei mesi

Il rublo russo lunedì è precipitato a un minimo di oltre sei mesi contro il dollaro, poiché i bassi prezzi del petrolio e i crescenti timori di sanzioni hanno minacciato di colpire i proventi delle esportazioni del paese.

Il rublo è stato del 2,4% più debole rispetto al dollaro, scambiato a 66,22 intorno alle 9:00 GMT di lunedì. Il calo segna il livello più basso del rublo dal 30 maggio.

— Karen Gilchrist

Danni “abbastanza gravi” causati da un attacco di droni russi

Questa fotografia mostra un oggetto di un’infrastruttura energetica critica mentre brucia dopo un attacco di droni a Kiev, durante l’invasione russa dell’Ucraina.

Sergei Supinsky | AFP | Immagini Getty

Un attacco di droni russi ha causato danni “abbastanza gravi” nella regione di Kiev lunedì, ha detto il governatore Oleksiy Kubela, secondo Reuters.

Tre aree della regione sono rimaste senza elettricità, ha detto il governatore, dopo che la Russia ha lanciato 35 droni “kamikaze” sull’Ucraina nelle prime ore di lunedì mattina.

L’assalto, che ha distrutto infrastrutture critiche, segna il terzo attacco aereo di Mosca contro la capitale dell’Ucraina in sei giorni, ha riferito Reuters.

— Karen Gilchrist

Leggi la precedente copertura in diretta della CNBC qui: