Luglio 4, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

L’allenamento di Colin Kaepernick mostra la sua seria rimonta

Solo i Las Vegas Raiders sanno se Colin Kaepernick è ancora abbastanza bravo da giocare come quarterback nella NFL.

Kaepernick ha provato per i Raiders mercoledì. Era la sua prima prova legale dopo anni. Non è apparso in una partita dalla stagione 2016, quando ha iniziato 11 partite per una squadra di San Francisco con due vittorie.

È stato tagliato all’inizio del 2017 e da allora non ha raccolto molto interesse, almeno in parte a causa della sua decisione di inginocchiarsi durante la riproduzione dell’inno nazionale quella stagione.

Lui, a 34 anni, è ancora capace? I Raiders non lo dicono.

“Parleremo solo delle persone che fanno parte della nostra squadra”, ha detto l’allenatore Josh McDaniels, facendo eco a una vecchia politica dei New England Patriots, dove McDaniels ha servito due volte come braccio destro di Bill Belichick. “… Davvero non facciamo commenti sulle valutazioni che abbiamo fatto o sull’aspetto che avevano, su come non apparivano, punti di forza e di debolezza, questo genere di cose”.

Ha senso. Perché fornire una valutazione per un giocatore che è ancora libero di firmare altrove in questo momento?

Ciò non significa che Kaepernick non abbia risposto ad alcune domande mercoledì, alcune delle quali fastidiose e alcune forse significative nella sua ricerca per giocare di nuovo a calcio.

Il primo è che vuole davvero tornare nella NFL. Giusto o no, c’era la percezione tra alcuni in campionato che Kaepernick fosse soddisfatto della sua vita post-calcio e mentre diceva spesso che voleva ancora giocare, la sua motivazione non era completa.

Le squadre della NFL, almeno in parte a causa del suo attivismo politico, avevano espresso scarso interesse anche a metterlo alla prova.

READ  L'allenatore degli Houston Texans David Gully dopo una stagione

Colin Kaepernick non è stato un quarterback efficace nelle sue ultime stagioni NFL, quindi c’è ancora molto scetticismo sulle sue capacità. Ma il suo desiderio non dovrebbe più essere messo in discussione. (Photo by Harry How / Getty Images)

Gli ultimi giorni di Kaepernick a San Francisco sono stati ben lontani dal suo picco del 2012 e del 2013, quando ha portato i 49ers ai playoff. Mai un grande passante, il suo gioco si basava sulla sua abilità nella corsa. Quando questo iniziò a svanire, così anche il suo gioco generale. Nelle ultime due stagioni non è riuscito a completare il 60% dei suoi passaggi e ha avuto bisogno di una serie di interventi chirurgici.

Tuttavia, considerando la parata annuale di quarterback mediocri per adattarsi ogni settimana, e anche iniziare a causa di un infortunio a fine stagione, non c’erano dubbi che la sua esclusione dal campionato non fosse solo basata sulle prestazioni.

Tuttavia, Kaepernick non è stato in grado di convincere nessuno a dargli una possibilità e il concetto che “non voleva davvero giocare” è diventato facile per le squadre della NFL.

Ciò è stato particolarmente pronunciato il 19 novembre 12, 2019, quando la NFL ha organizzato un allenamento per lui davanti a qualsiasi squadra che volesse inviare un rappresentante.

Kaepernick si è ritirato dalla sessione ad Atlanta appena 30 minuti prima, esprimendo preoccupazione per la sua chiusura al pubblico e una rinuncia che la NFL voleva che firmasse. L’ha poi spostato in un’altra parte della città, con la sua troupe televisiva al seguito.

Anche se le preoccupazioni di Kaepernick fossero legittime, quando si cerca un lavoro è il datore di lavoro a detenere le carte in regola. Finché non viene chiesto nulla di illegale, tendi a dover fare ciò che desiderano. Se vogliono che indossi un abito, indossi un abito. Forse se hai abbastanza talento, non importa. Kaepernick non lo faceva più.

READ  Macron mette in guardia contro lo sconvolgimento elettorale simile alla Brexit durante il raduno della campagna di massa

La prova è stata un disastro. Kaepernick stava bene lanciando la palla, ma nessuno lo ha firmato. È stato visto da alcuni membri della lega come solo una trovata pubblicitaria poco seria da parte di un ragazzo con cui sembrava difficile lavorare. Ancora una volta, chissà se è vero, ma è così che l’ha presa la NFL.

Beh, forse vuole davvero giocare. Forse lo ha sempre fatto. O forse le cose sono cambiate. Qualunque cosa fosse, l’allenamento con i Raiders era tipico di come funziona il sistema. Questo da solo dovrebbe far girare alcune teste nella NFL. O almeno prendi una scusa per ignorarlo dal tavolo.

Kaepernick sembra anche abbastanza disposto a fare da backup. Certo, vorrebbe iniziare. Ma ogni giocatore dovrebbe volerlo. La sua disponibilità a provare per Las Vegas suggerisce che non sta aspettando un lavoro garantito.

Derek Carr è l’antipasto trincerato a Las Vegas. Il tre volte Pro Bowler non perde una partita dal 2017 e una stagione fa ha portato i Raiders ai playoff. Ad aprile ha firmato una proroga di tre anni per un valore fino a 121,5 milioni di dollari.

Kaepernick sapeva tutto questo. Sapeva che, a parte un campo di addestramento quasi miracoloso (se si firma), i Raiders erano interessati a lui come supporto.

Ci ha provato comunque.

Se non altro, forse qualche altra squadra povera di quarterback lo vede sotto una nuova luce. O forse qualcuno decide di dare una seconda occhiata a un ragazzo che potrebbe ancora portare un tocco di talento nel roster.

Forse Vegas lo firma. O forse fa un’altra prova da qualche altra parte.

READ  Montagna Chemro in Indonesia: migliaia di evacuati a causa dell'eruzione del vulcano

Tutto questo è molto lontano dal ritorno di Kaepernick nella NFL, ma non importa cosa sia successo durante il provino, mercoledì è stata comunque una giornata potenzialmente significativa per il quarterback.