Maggio 27, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

La Russia intensifica la campagna di censura, facendo pressione sui giganti della tecnologia

A febbraio Il 16, un funzionario del Roskomnadzor ha affermato che le società che non si sarebbero conformate entro la fine del mese sarebbero state penalizzate. Oltre alle multe e ai possibili arresti o rallentamenti, le sanzioni potrebbero interrompere la vendita di annunci, il funzionamento dei motori di ricerca, la raccolta dei dati e i pagamenti, secondo la legge.

“Per le società che non hanno avviato la procedura per lo ‘sbarco’ prenderemo in considerazione la questione dell’applicazione delle misure entro la fine di questo mese”, ha detto al parlamento russo Vadim Subbotin, vice capo del Roskomnadzor, secondo i media russi.

I gruppi per i diritti umani e la libertà di parola si sono detti delusi dal fatto che alcune delle aziende tecnologiche, spesso viste all’interno della Russia come meno soggette al governo, stessero rispettando la legge senza proteste pubbliche.

“L’ulteriore motivo dietro l’adozione della legge sullo sbarco è quello di creare basi legali per un’ampia censura online, mettendo a tacere le restanti voci dell’opposizione e minacciando la libertà di espressione online”, ha affermato Joanna Szymanska, esperta degli sforzi della censura russa su Internet presso l’articolo 19, un gruppo sociale con sede a Londra.

Sig. Chikov, che ha rappresentato aziende tra cui Telegram nei casi contro il governo russo, ha affermato di aver incontrato Facebook l’anno scorso per discutere le sue politiche sulla Russia. I dirigenti di Facebook hanno chiesto consiglio sull’opportunità di ritirarsi dalla Russia, ha detto, incluso il taglio dell’accesso a Facebook e Instagram. La società ha invece rispettato le leggi.

Sig. Chikov ha esortato le società tecnologiche a denunciare le richieste russe, anche se si tradurrà in un divieto, per stabilire un precedente più ampio sulla lotta alla censura.

READ  Doug Prescott batte il record di touchdown in una sola stagione dei Dallas Cowboys di Tony Romo nella finale di stagione

“Ci sono stati momenti in cui le grandi aziende tecnologiche sono state leader non solo in termini di tecnologia, ma anche di libertà civili, libertà di espressione e privacy”, ha affermato. “Ora si comportano più come grandi società transnazionali che si assicurano i propri interessi commerciali”.

Anton Troianovski e Oleg Matsnev reportage contribuito.