Agosto 10, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

La nave cerealicola ucraina si dirige verso acque sicure, ma l’economia è ancora in stasi

  • Nave mercantile ucraina ispezionata in Turchia
  • Nave, diretta in Libano, transita sul Bosforo
  • La spedizione è la prima del genere a lasciare l’Ucraina in tempo di guerra
  • Ma il leader ucraino dice che serve molto di più
  • Kiev ha urgente bisogno di spedire 10 milioni di tonnellate per ridurre il deficit

KIEV/ISTANBUL, 3 agosto (Reuters) – Il presidente ucraino Volodymr Zelenskiy ha respinto l’importanza della prima spedizione di esportazione di grano dal suo Paese da quando la Russia ha invaso, dicendo che trasportava una frazione del raccolto che Kiev deve vendere per aiutare a salvare la sua economia in frantumi.

I suoi commenti pessimisti, via video agli studenti in Australia mercoledì, sono arrivati ​​mentre un’ispezione della nave era stata completata in Turchia prima che passasse attraverso lo stretto del Bosforo in rotta verso il Libano nell’ambito di un accordo volto ad alleviare una crisi alimentare globale. leggi di più

La nave, la Razoni, ha lasciato Odesa sul Mar Nero lunedì presto trasportando 26.527 tonnellate di mais al porto libanese di Tripoli. Ha fatto seguito a un accordo di esportazione di grano e fertilizzanti mediato dalle Nazioni Unite tra Mosca e Kiev il mese scorso, una rara svolta diplomatica in una lunga guerra di logoramento.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Ma Zelenskiy, parlando tramite un interprete, ha detto che era necessario più tempo per vedere se sarebbero seguite altre spedizioni di grano.

“Proprio di recente, grazie all’ONU in collaborazione con la Turchia, abbiamo avuto una prima nave con la consegna del grano, ma non è ancora niente. Ma speriamo che sia una tendenza che continui”, ha detto agli studenti.

READ  Joe Biden arrostisce Fox News, elogia Trevor Noah al WHCD - Scadenza

Ha detto che l’Ucraina, uno dei principali produttori di grano del mondo prima della guerra, doveva esportare un minimo di 10 milioni di tonnellate di grano per aiutare urgentemente a ridurre il suo deficit di bilancio che era di 5 miliardi di dollari al mese.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha accolto favorevolmente la spedizione di grano, ma ha anche affermato che si trattava di “solo un primo passo”.

Un alto funzionario turco ha affermato che tre navi potrebbero lasciare i porti ucraini ogni giorno dopo la partenza di Razoni, mentre il ministro delle infrastrutture ucraino ha affermato che altre 17 navi erano state caricate con prodotti agricoli e stavano aspettando di salpare.

Le previsioni dell’Ucraina per il raccolto del 2022 in tempo di guerra sono aumentate a 65 milioni-67 milioni di tonnellate di grano da 60 milioni di tonnellate, ha affermato mercoledì il primo ministro Denys Shmygal.

In un messaggio di Telegram, ha elogiato gli agricoltori per aver portato avanti il ​​raccolto, anche nelle aree in cui continuano i bombardamenti.

L’Ucraina, conosciuta come il paniere d’Europa, spera di esportare 20 milioni di tonnellate di grano tenuti in silos e 40 milioni di tonnellate del raccolto attuale, inizialmente da Odesa e dalle vicine Pivdennyi e Chornomorsk.

“La guerra… sta quasi uccidendo l’economia. È in coma”, ha detto Zelenskiy. “Il blocco dei porti da parte della Russia è una grande perdita per l’economia”.

READ  Gli esperti legali I giudici del seggio di Kyle Rittenhouse decidono il suo destino alla lotteria

Zelenskiy ha ripetutamente avvertito che Mosca potrebbe tentare di ostacolare le esportazioni nonostante la firma dell’accordo del mese scorso.

PUTIN E SCHROEDER

La Russia, che ha bloccato i porti dopo aver lanciato la sua “operazione militare speciale” lo scorso febbraio. 24, ha affermato di voler vedere di più per facilitare le esportazioni dei propri cereali e fertilizzanti.

Ha negato la responsabilità per la crisi alimentare, affermando che le sanzioni dell’Occidente, che considera la guerra come un accaparramento di terre russo in stile imperiale non provocato, hanno rallentato le sue esportazioni.

La Russia ha anche affermato che gli Stati Uniti erano direttamente coinvolti nel conflitto in Ucraina perché le spie statunitensi stavano approvando e coordinando gli attacchi missilistici ucraini contro le forze russe. leggi di più

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, oggetto della furia cinese e del disprezzo della Russia per la visita a Taiwan della presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti Nancy Pelosi, ha affermato di volere che l’Ucraina sconfigga la Russia e ha fornito miliardi di dollari di armi a Kiev. Ha detto che i funzionari statunitensi non vogliono uno scontro diretto tra soldati statunitensi e russi.

La Russia ha sostenuto con forza la Cina nella disputa di Taiwan. leggi di più

L’Ucraina ha dichiarato mercoledì che qualsiasi accordo di pace negoziato con Mosca sarebbe subordinato a un cessate il fuoco e al ritiro delle truppe russe, respingendo i commenti dell’ex cancelliere tedesco Gerhard Schroeder che ha affermato che la Russia voleva una “soluzione negoziata”. leggi di più

Schroeder, amico del presidente Vladimir Putin, ha detto di aver incontrato il leader del Cremlino a Mosca la scorsa settimana. leggi di più

READ  Jesse Waters espone l'obiettivo di Piton del municipio della CNN

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto che Putin aveva anche detto a Schroeder che, in teoria, il gasdotto Nord Stream 2 era pronto per essere utilizzato per aiutare ad aumentare le forniture di gas all’Europa.

La Germania e alcuni altri paesi europei stanno pianificando una crisi di approvvigionamento invernale dopo che Mosca ha interrotto le forniture di gas tramite un altro gasdotto, il Nord Stream 1, citando problemi tecnici con le turbine a gas fornite da Siemens Energy. leggi di più

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Reporting da parte degli uffici Reuters; Scritto da Andrew Osborne e Nick Macfie; Montaggio di Andrew Cawthorne e Angus MacSwan

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.