Settembre 26, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

La leggendaria carriera tennistica di Serena Williams probabilmente è finita dopo la sconfitta in singolare del terzo round agli US Open



CNN

Serena Williams La leggendaria carriera nel tennis è probabilmente giunta al termine dopo essere caduta contro l’australiana Ajla Tomljanović nel terzo round degli US Open all’Arthur Ashe Stadium di Flushing, New York.

Il 23 volte campione del Grande Slam di singolare lascia un segno indelebile, non solo nel tennis, ma in tutti gli sport.

Tomljanović, che ha vinto la partita di oltre tre ore 7-5 6-7(4) 6-1, avanza per la prima volta agli ottavi di finale degli US Open.

In un’intervista in campo con ESPN dopo la partita, alla Williams è stato chiesto se avrebbe riconsiderato la sua evoluzione lontano dal tennis, poiché lei l’ha messo.

“Non credo, ma non si sa mai”, ha detto.

In un’intervista felice e piena di lacrime ha ringraziato i suoi genitori, dicendo che era loro molto grata perché avevano iniziato tutto.

E ha accreditato la sorella maggiore, Venus Williams, per il suo successo.

“Non sarei Serena se non ci fosse Venere”, ha detto. “Lei è l’unico motivo per cui Serena Williams è mai esistita.”

Tomljanović ha detto che si sentiva dispiaciuta perché “Amo Serena tanto quanto voi ragazzi”.

“Quello che ha fatto per me, per lo sport del tennis, è incredibile”, ha detto nella sua intervista sul campo. “Non avrei mai pensato che avrei avuto la possibilità di interpretarla nella sua ultima partita quando ricordo di averla vista da piccola in tutte quelle finali, quindi questo è un momento surreale per me”.

A Tomljanović è stato chiesto come ha gestito l’occasione di trovarsi in questo ambiente elettrico all’Arthur Ashe Stadium.

“Pensavo solo che mi avrebbe battuto, sai”, ha detto Tomljanović. “La pressione non era su di me. Lei è Serena. Non pensavo che io – anche fino all’ultimo punto sapevo che è davvero in una buona posizione per vincere anche quando è sotto 5-1. Non so quanti match point mi servivano per finirlo, ma è proprio così che lei è. È la più grande di tutti i tempi, punto.

Dopo il suo improbabile secondo round conquistare Anett KontaveitSerena Williams, 40 anni, ha riassunto le sue esibizioni a sorpresa al US Open meglio di quanto forse potrebbe chiunque altro.

“Sono solo Serena”, ha detto in modo pratico, una citazione che senza dubbio sarà considerata una delle più memorabili nello sport.

Quella capacità di trovare un’altra marcia e scavare ancora più a fondo nei momenti più difficili ha fornito la base per il successo duraturo della Williams in oltre 20 anni al Tour.

Ha mostrato la stessa grinta e tenacia venerdì del n. 46 Tomljanović era al top del suo gioco.

“Sono stato giù prima”, ha detto Williams ai giornalisti dopo la partita. “Sono stato giù, tipo, 5-1 penso prima e sono tornato. Non mi arrendo proprio”.

Williams, probabilmente la più grande tennista femminile di sempre, ha lottato contro cinque match point prima che un tiro in rete lo ponesse fine.

“Ci ho provato”, ha detto Williams. “Ajla ha giocato un po’ meglio”.

Serena Williams: I numeri che l’hanno resa una superstar globale

La folla di 23.859 spettatori all’interno dell’Arthur Ashe Stadium per la sessione notturna ha cercato di portare la Williams a un’altra vittoria, ma questa notte il vincitore di 847 partite in carriera e 73 titoli è stato il secondo migliore.

Data la sua forma all’inizio degli US Open – solo una vittoria da quando è tornata sul circuito a giugno dopo un anno di assenza per infortunio – era lecito presumere che la partita del round di apertura della Williams contro Danka Kovinic sarebbe stata poco più di un emozionante addio dal tennis .per il 23 volte campione del Grande Slam.

Ma essendo “solo Serena”, la Williams ha prodotto di gran lunga il suo miglior tennis della stagione per eliminare perfettamente Kovinic ed estendere il suo ultimo ballo a New York di un paio di giorni.

Poi è arrivato Kontaveit, il n. 2 e uno dei giocatori più duri del Tour. L’estone avrebbe fornito un test molto più duro rispetto a Kovinic e Williams senza dubbio sono entrati nella loro partita come considerevoli sfavoriti.

Serena Williams ha alzato il tiro durante gli US Open.

Sicuramente, dopo due scintillanti decenni al vertice, è qui che la carriera di Williams sarebbe finita? Certo, non è stato così. Dopotutto, è “solo Serena”.

Nella sua vittoria in tre set su Kontaveit, la Williams ha elevato il suo livello di tennis a un posto che molti pensavano che potesse non essere più in grado di raggiungere. La precisione e la potenza nel suo servizio ampiamente temuto sembrano essere tornate, così come la sua velocità sul campo.

Tomljanović ha raggiunto un punteggio di 38 in carriera in questa stagione e ha ottenuto un notevole successo nel 2022, comprese le corse dei quarti di finale a Wimbledon e il recente Cincinnati Open.

Venerdì è stata stabile poiché aveva solo 30 errori non forzati contro i 51 della Williams.

Agli ottavi di finale affronterà la russa Liudmila Samsonova. Samsonova ha sconfitto la serba Aleksandra Krunic 6-3, 6-3.

READ  Il petrolio scende del 4%, sotto i 100 dollari al rilascio delle riserve, la Cina si blocca