Luglio 4, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

La Corte Suprema respinge l’appello del produttore di Roundup per le affermazioni sul cancro

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

Martedì la Suprema Corte ha lasciato in sospeso a verdetto multimilionario contro il produttore del popolare diserbante Roundup per non aver avvertito dei rischi di cancro.

La decisione dei giudici di non intervenire apre la strada a migliaia di cause simili contro la società Bayer. L’amministrazione Biden aveva esortato il tribunale a respingere la richiesta della società, un allontanamento dalla posizione dell’amministrazione Trump.

In una dichiarazione martedì, la società ha affermato di non essere d’accordo con la decisione della corte di non presentare ricorso ed “è fiduciosa che l’ampio corpus di scienze e le opinioni costantemente favorevoli dei principali organismi di regolamentazione in tutto il mondo forniscano una solida base su cui può difendere con successo Roundup in tribunale quando necessario”.

Il caso è stato promosso da Edwin Hardeman, a cui nel 2015 è stato diagnosticato un linfoma non Hodgkin. Ha citato in giudizio la società, sostenendo che il suo uso di Roundup per più di due decenni gli aveva causato il cancro. Ha detto che la società non aveva avvertito dei rischi di cancro associati al principio attivo glifosato.

“Questo è stato un viaggio lungo e combattuto per portare giustizia a Mr. Hardeman e ora migliaia di altre vittime del cancro possono continuare a ritenere la Monsanto responsabile per decenni di illeciti aziendali “, hanno affermato gli avvocati di Hardeman Jennifer Moore e Aimee Wagstaff in una dichiarazione riferendosi al produttore originale dell’erbicida, che è stato acquisito da Bayer nel 2018.

L’Agenzia per la protezione dell’ambiente ha ripetutamente concluso che è improbabile che il glifosato causi il cancro negli esseri umani. Le leggi sull’etichettatura della California sono più severe. Dopo che un gruppo di ricerca internazionale ha classificato il glifosato come “probabilmente cancerogeno per l’uomo” nel 2015, lo stato ha richiesto un’etichetta di avvertenza per i pesticidi a base di glifosato. La classificazione ha provocato una serie di azioni legali contro il produttore del diserbante più utilizzato della nazione.

READ  I 7 scambi del Draft NFL 2022 più plausibili | Rapporto Bleacher

Una corte d’appello ha confermato il verdetto di una giuria di $ 25 milioni e ha ritenuto che l’esposizione di Hardeman a Roundup fosse un “fattore sostanziale” nel suo cancro e che la società non aveva avvertito dei rischi.

La corte respinge l’EPA dell’era Trump ritenendo che il diserbante sia sicuro

La Corte d’Appello degli Stati Uniti per il 9° Circuito ha affermato che la legge federale non previene il dovere dell’azienda di includere un avviso di cancro sulla sua etichetta. La corte ha affermato che un pesticida può essere “etichettato erroneamente” anche se l’EPA ha approvato la sua etichetta e che un’azienda può soddisfare i requisiti di etichettatura sia federali che statali.

Gli avvocati della società hanno esortato la Corte Suprema a fare marcia indietro e hanno indicato le precedenti sentenze intese a garantire “l’uniformità a livello nazionale dell’etichettatura dei pesticidi”. La California e potenzialmente altri 49 stati non dovrebbero essere in grado di “emarginare” le affermazioni dell’EPA secondo cui è improbabile che il glifosato causi il cancro, hanno affermato.

La società ha notato che Hardeman ha smesso di utilizzare Roundup nel 2012, prima del requisito dell’etichetta della California.

Nel 2020, Bayer ha accettato di pagare più di 10 miliardi di dollari per saldare decine di migliaia di potenziali reclami statunitensi. La società ha affermato che l’accordo non era un’ammissione di illeciti e ha notato nella sua dichiarazione martedì di aver vinto i suoi ultimi quattro casi che coinvolgono Roundup.

Inoltre, la società ha affermato che si sta allontanando dai prodotti per prati e giardini residenziali a base di glifosato negli Stati Uniti verso ingredienti alternativi per “gestire il rischio di contenzioso negli Stati Uniti e non per problemi di sicurezza”.

READ  Walmart aumenta il camionista statunitense leader del settore paga $ 110.000, inizia il programma di riqualificazione

La scorsa settimana, un separato sentenza del 9° Circuito ha ordinato all’EPA di riconsiderare la sua conclusione nel 2020 secondo cui il glifosato non rappresentava “alcun rischio irragionevole per l’uomo o per l’ambiente”.

In un’opinione unanime, il giudice Michelle Friedland ha scritto che la scoperta dell’era Trump “non era supportata da prove sostanziali” e non soddisfaceva gli obblighi legali dell’agenzia per la revisione dell’impatto ambientale. L’opinione rilevava che la superficie nazionale su cui viene utilizzato il glifosato è all’incirca equivalente a tre volte la dimensione della California.