Novembre 26, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

La Corte Suprema del Wisconsin approva le mappe legislative disegnate dai repubblicani

La maggioranza conservatrice della Corte Suprema del Wisconsin ha votato venerdì per adottare nuove mappe legislative statali disegnate dai repubblicani che controllano la legislatura, annullando la sua precedente decisione che favoriva le mappe disegnate dal governatore democratico dello stato.

La corte ha agito dopo la Corte Suprema degli Stati Uniti annullato la sua precedente decisione il mese scorso, affermando in una sentenza controversa che il tribunale statale non aveva valutato con sufficiente attenzione se la legge federale sui diritti di voto richiedesse l’inclusione di un distretto a maggioranza nera nell’Assemblea di Stato.

Le mappe di recente adozione – gerrymander partigiani che erano state disegnate in segreto nel 2011 dopo che i repubblicani avevano preso il controllo dai democratici in entrambe le camere della legislatura – bloccano essenzialmente la schiacciante maggioranza repubblicana nell’Assemblea e nel Senato per il prossimo decennio.

Una battaglia legale lunga mesi è iniziata a novembre quando il governatore del Wisconsin, Tony Evers, ha posto il veto ai distretti legislativi disegnati dai repubblicani. La Corte Suprema dello Stato ha risolto una situazione di stallo a marzo votando 4 contro 3 a favore delle mappe disegnate dal governatore che hanno leggermente ridotto le maggioranze repubblicane.

Quelle mappe includevano un settimo distretto dell’Assemblea in cui gli elettori neri detenevano la maggioranza, una mossa che i legislatori repubblicani hanno definito un “gerrymander razziale del 21° secolo” in un appello di emergenza alla Corte Suprema degli Stati Uniti. Il tribunale ha quindi inviato le mappe ai giudici statali per riconsiderare la loro conformità al Voting Rights Act.

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha tuttavia respinto un altro ricorso repubblicano, dopo che i giudici di stato ha scelto la versione del governatore della mappa del Congresso del Wisconsin. Lo stato ha otto seggi alla Camera dei rappresentanti e i repubblicani detengono una maggioranza di cinque a tre.

READ  Penny Thompson non ha rifiutato di sostenere Trump

Nella loro sentenza di venerdì, i giudici statali hanno affermato che il governatore “ha avuto un’opportunità più che adeguata di produrre un record sufficiente” per giustificare un settimo distretto a maggioranza nera, ma non è riuscito a farlo. Al contrario, hanno affermato, le mappe disegnate dai repubblicani erano “neutre rispetto alla razza” e conformi alle linee guida statali e federali.

In un lungo dissenso dei tre democratici della corte, il giudice Jill J. Karofsky ha definito assurdo l’approvazione delle mappe repubblicane, osservando che mentre il sig. Le mappe di Evers avevano aggiunto un distretto dell’Assemblea a maggioranza nera, le mappe dei repubblicani ne avevano rimosso uno.

Se l’aggiunta di un tale distretto è la prova di un’ingiustificata dipendenza dalla razza nel disegnare le mappe, ha scritto, “allora la rimozione da parte del legislatore di un distretto di maggioranza-minoranza nell’area di Milwaukee rivela un segno altrettanto sospetto, se non più eclatante, di linea basata sulla razza disegno. “

Sig. Evers ha definito la sentenza oltraggiosa, dicendo che i giudici statali avevano “respinto in modo chiaro e deciso le mappe della legislatura prima che questo caso fosse esaminato dalla Corte Suprema”.

Gli estranei avevano ipotizzato che il governatore potesse cercare di riportare la questione alla Corte Suprema degli Stati Uniti, ma sembrava escludere una mossa del genere, definendo la decisione “un errore giudiziario inconcepibile per il quale il popolo di questo stato non vedrà alcuna tregua per un altro decennio. ”

Ciò sembra spianare la strada ai candidati per iniziare a raccogliere petizioni per le elezioni primarie legislative statali il prossimo agosto. 9. Alcune persone non hanno potuto presentare domanda fino a quando le mappe finali non hanno determinato quali distretti avrebbero cercato di rappresentare.

READ  Oroscopo Vergine per giugno 2022

I difensori dei diritti di voto hanno rapidamente condannato la decisione del tribunale statale.

“Senza alcuna base legale o precedente e ignorando una decisione presa solo un mese fa, la Corte Suprema del Wisconsin sta mostrando i suoi veri colori: il vantaggio politico sull’equità giudiziaria”, ha affermato Sachin Chheda, direttore del Fair Elections Project dello stato in una dichiarazione.

READ  Casuale: Elden Ring ha appena detronizzato Mario Odyssey in cima alla lista dei "migliori giochi" di OpenCritic

Il conservatore Wisconsin Institute for Law and Liberty, che aveva depositato una memoria nel caso, ha affermato che i giudici avevano correttamente “riconosciuto che la nostra Costituzione riserva il processo decisionale basato sulla razza per le situazioni più estreme”.

“Il governatore non ha giustificato la sua riorganizzazione distrettuale razziale”, ha continuato l’organizzazione. “Il tribunale ha fatto bene a respingerlo”.

Il Wisconsin è stato tra i campi di battaglia legali più aspramente contestati per il gerrymandering partigiano. Una sfida alle mappe repubblicane dell’Assemblea di Stato e del Senato dello Stato che sono state disegnate nel 2011, tra le mappe più sbilenche mai approvate, è stata presentata alla Corte Suprema degli Stati Uniti nel 2016 ma è stata respinta quando la corte ha affermato che i querelanti mancavano di legittimazione ad agire.

Una seconda sfida federale è morta nel 2019 dopo che la Corte Suprema ha stabilito che i gerrymander partigiani erano questioni politiche al di fuori della sua giurisdizione.