Agosto 9, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

La Cina lancia missili nelle più grandi esercitazioni mai realizzate nelle acque al largo di Taiwan

  • Le esercitazioni militari cinesi includono il lancio di missili
  • Sospetti droni sorvolano le isole taiwanesi periferiche
  • Taiwan afferma che diversi siti web governativi sono stati violati
  • La Cina dice che è un affare interno

TAIPEI, 4 ago (Reuters) – Giovedì la Cina ha lanciato diversi missili intorno a Taiwan lanciando esercitazioni militari senza precedenti un giorno dopo la visita della presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti Nancy Pelosi all’isola autogovernata che Pechino considera suo territorio sovrano.

Subito dopo l’inizio programmato alle 0400 GMT, l’emittente statale cinese CCTV ha detto che le esercitazioni erano iniziate e sarebbero terminate alle 0400 GMT di domenica. Ha affermato che le esercitazioni, le più grandi mai eseguite dalla Cina nello Stretto di Taiwan, includeranno il fuoco vivo sulle acque e nello spazio aereo che circonda Taiwan. leggi di più

L’Eastern Theatre Command cinese ha affermato di aver completato più lanci di missili convenzionali sulle acque al largo della costa orientale di Taiwan come parte delle esercitazioni pianificate.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

L’ultima volta che la Cina ha lanciato missili nelle acque intorno a Taiwan è stato nel 1996.

Mappa che mostra le sei località in cui la Cina condurrà esercitazioni militari.

Il ministero della Difesa di Taiwan ha affermato che diversi missili Dongfeng sono stati lanciati nelle acque a nord-est e sud-ovest dell’isola. leggi di più

Due missili sono stati lanciati anche dalla Cina vicino alle isole Matsu di Taiwan, che si trovano al largo della costa cinese, intorno alle 14 ora locale (0600 GMT) in direzione delle zone di perforazione annunciate dalla Cina, secondo un rapporto sulla sicurezza interna di Taiwan visto da Reuters e confermato da una fonte di sicurezza di Taiwan. leggi di più

Funzionari di Taiwan hanno affermato che le esercitazioni violano le regole delle Nazioni Unite, invadono lo spazio territoriale di Taiwan e rappresentano una sfida diretta alla libera navigazione aerea e marittima.

READ  OneWeb: l'agenzia spaziale russa si rifiuta di lanciare satelliti Internet, indica le sanzioni del Regno Unito

La Cina sta conducendo esercitazioni sulle vie navigabili internazionali e sulle rotte aeree più trafficate e questo è “un comportamento irresponsabile e illegittimo”, ha affermato il Partito Democratico Progressista di Taiwan.

Il portavoce del gabinetto di Taiwan, esprimendo una seria condanna per le esercitazioni, ha anche affermato che i siti web del ministero della Difesa, del ministero degli Esteri e dell’ufficio presidenziale sono stati attaccati da hacker.

Giovedì mattina, le navi della marina cinese e gli aerei militari hanno attraversato brevemente la linea mediana dello Stretto di Taiwan diverse volte, ha detto a Reuters una fonte taiwanese informata sulla questione. leggi di più

Entro mezzogiorno di giovedì, le navi militari di entrambe le parti sono rimaste nell’area e nelle immediate vicinanze.

Taiwan ha fatto decollare jet e dispiegato sistemi missilistici per tracciare più aerei cinesi che attraversavano la linea.

“Sono volati dentro e poi sono volati via, ancora e ancora. Continuano a molestarci”, ha detto la fonte taiwanese.

La Cina, che rivendica Taiwan come proprio territorio e si riserva il diritto di prenderla con la forza, ha affermato giovedì che le sue divergenze con l’isola autogovernata erano una questione interna. leggi di più

“La nostra punizione per gli irriducibili dell’indipendenza pro-Taiwan, le forze esterne è ragionevole, legale”, ha affermato l’Ufficio cinese per gli affari di Taiwan con sede a Pechino.

‘COMPAGNOLO PELOSI’

Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha definito la visita di Pelosi a Taiwan un atto “maniacale, irresponsabile e altamente irrazionale” da parte degli Stati Uniti, secondo quanto riportato dall’emittente statale CCTV.

Wang, parlando a una riunione dei ministri degli Esteri del sud-est asiatico a Phnom Penh, in Cambogia, ha affermato che la Cina ha compiuto il massimo sforzo diplomatico per evitare la crisi, ma non avrebbe mai permesso che i suoi interessi fondamentali venissero danneggiati.

READ  Classifica Masters 2022: copertura in diretta, punteggio Tiger Woods, punteggi del golf oggi nel Round 4 all'Augusta National

I ministri degli Esteri in una dichiarazione avevano in precedenza avvertito che la volatilità causata dalle tensioni nello Stretto di Taiwan potrebbe portare a “calcoli errati, gravi confronti, conflitti aperti e conseguenze imprevedibili tra le maggiori potenze”. leggi di più

Insolitamente, le esercitazioni in sei aree intorno a Taiwan sono state annunciate con una mappa di localizzazione fatta circolare dall’agenzia di stampa ufficiale cinese Xinhua all’inizio di questa settimana, un fattore che per alcuni analisti e studiosi mostra la necessità di suonare sia per il pubblico nazionale che per quello straniero. leggi di più

Giovedì, i primi otto elementi di tendenza sul servizio cinese Weibo simile a Twitter erano relativi a Taiwan, con la maggior parte dei sostenitori che esprimevano supporto per le esercitazioni o la furia di Pelosi.

“Riuniamo la madrepatria”, hanno scritto diversi utenti.

A Pechino, giovedì, la sicurezza nell’area intorno all’ambasciata degli Stati Uniti è rimasta insolitamente stretta, come è stato per tutta questa settimana. Non ci sono stati segni di proteste significative o appelli al boicottaggio dei prodotti statunitensi.

“Penso che questa (la visita di Pelosi) sia una buona cosa”, ha detto un uomo di nome Zhao nel quartiere centrale degli affari della capitale. “Ci dà l’opportunità di circondare Taiwan, quindi di usare questa opportunità per prendere Taiwan con la forza. Penso che dovremmo ringraziare il compagno Pelosi”.

SOLIDARIETÀ DEGLI STATI UNITI

Pelosi, il visitatore statunitense di più alto livello a Taiwan in 25 anni, ha elogiato la sua democrazia e ha promesso la solidarietà americana durante la sua breve sosta, aggiungendo che la rabbia cinese non poteva impedire ai leader mondiali di recarsi lì.

READ  The Lux of the Dodgers very soon celebrated the Versus Giants

La Cina ha convocato l’ambasciatore degli Stati Uniti a Pechino per protestare contro la sua visita e ha interrotto diverse importazioni agricole da Taiwan.

“La nostra delegazione è venuta a Taiwan per chiarire inequivocabilmente che non abbandoneremo Taiwan”, ha detto Pelosi al presidente di Taiwan Tsai Ing-wen, che Pechino sospetta di spingere per l’indipendenza formale – una linea rossa per la Cina. leggi di più

“Ora, più che mai, la solidarietà dell’America con Taiwan è cruciale, ed è questo il messaggio che portiamo qui oggi”.

Gli Stati Uniti ei ministri degli Esteri del Gruppo dei Sette nazioni hanno messo in guardia la Cina dall’usare la visita di Pelosi come pretesto per un’azione militare contro Taiwan.

Il portavoce per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby, ha affermato all’inizio della settimana che Pelosi aveva il diritto di visitare Taiwan, sottolineando che il viaggio non costituiva una violazione della sovranità cinese o della politica americana di “una Cina” di lunga data.

Gli Stati Uniti non hanno relazioni diplomatiche ufficiali con Taiwan ma sono vincolati dalla legge americana a fornirgli i mezzi per difendersi.

La Cina considera le visite dei funzionari statunitensi a Taiwan come un segnale incoraggiante al campo pro-indipendenza dell’isola. Taiwan rifiuta le pretese di sovranità della Cina, dicendo che solo il popolo taiwanese può decidere il futuro dell’isola.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Segnalazione di Yimou Lee e Sarah Wu; Rapporti aggiuntivi di Tony Munroe, Ryan Woo e Martin Quin Pollard a Pechino; Scritto da Raju Gopalakrishnan; Montaggio di Simon Cameron-Moore

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.