Agosto 10, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

La BCE aumenta i tassi più che segnalati nella corsa per domare l’inflazione

  • Tutti i tassi aumentano di 50 punti base
  • L’inflazione rimarrà ‘indesiderabile’ alta
  • La BCE sostiene lo strumento “anti-frammentazione” chiamato TPI
  • La BCE “può andare alla grande” su questo, dice Lagarde

FRANCOFORTE, 21 luglio (Reuters) – Giovedì la Banca centrale europea ha alzato i tassi di interesse più del previsto, poiché le preoccupazioni per l’inflazione incontrollata hanno superato le preoccupazioni sulla crescita, anche se l’economia della zona euro sta risentendo dell’impatto della guerra russa in Ucraina.

La BCE ha alzato il suo tasso di riferimento sui depositi di 50 punti base portandolo allo zero per cento, rompendo la propria guida per una mossa di 25 punti base mentre si è unita ai colleghi globali nell’aumento dei costi di finanziamento. È stato il primo aumento dei tassi della BCE in 11 anni.

I politici hanno anche deciso di fornire ulteriore aiuto alle nazioni più indebitate del blocco valutario di 19 paesi, tra cui l’Italia, con un nuovo schema di acquisto di obbligazioni inteso a limitare l’aumento dei loro costi finanziari e quindi limitare la frammentazione finanziaria.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Concludendo un esperimento di otto anni con tassi di interesse negativi, la BCE ha anche alzato il suo tasso di rifinanziamento principale allo 0,50% e ha promesso ulteriori aumenti, possibilmente non appena il suo settembre. 8 incontro con altri a seguire in seguito.

Il presidente della BCE Christine Lagarde ha affermato che un chiaro deterioramento delle prospettive di inflazione e il sostegno unanime allo strumento anti-frammentazione giustificano la mossa più grande.

“La pressione sui prezzi si sta diffondendo in un numero sempre maggiore di settori”, ha affermato Lagarde. “Ci aspettiamo che l’inflazione rimanga indesideratamente alta per qualche tempo”. Ha elencato i fattori trainanti tra cui l’aumento dei costi alimentari ed energetici e l’aumento dei salari.

READ  Classifica del British Open 2022: copertura in diretta, punteggi del golf di oggi, punteggio di Rory McIlroy nel round 3 a St. Andrews

“Abbiamo deciso a conti fatti che era opportuno fare un passo più ampio verso l’uscita dai tassi di interesse negativi”.

Ma anche se la BCE ora si sta muovendo più rapidamente, ha affermato Lagarde, il tasso terminale – o il livello in cui terminano gli aumenti – non è cambiato.

La BCE non ha fornito indicazioni per il suo previsto aumento dei tassi a settembre, affermando solo che ulteriori aumenti saranno appropriati e le decisioni verranno prese riunione per riunione.

La BCE ha guidato per settimane i mercati ad aspettarsi un aumento di 25 punti base giovedì, ma fonti vicine alla discussione hanno affermato che i 50 punti base sono entrati in gioco poco prima della riunione come parte di un accordo che includeva l’aiuto ai paesi indebitati.

Con l’inflazione che si sta già avvicinando al territorio a due cifre, rischia di radicarsi ben al di sopra dell’obiettivo del 2% della BCE, con qualsiasi carenza di gas nel prossimo inverno che potrebbe spingere i prezzi ancora più in alto, perpetuando una rapida crescita dei prezzi.

Lagarde ha avvertito che i rischi per le prospettive di inflazione sono al rialzo e si sono intensificati, soprattutto perché è probabile che la guerra si protragga, mantenendo alti i prezzi dell’energia più a lungo.

Gli economisti intervistati da Reuters avevano previsto un aumento di 25 punti base, ma la maggior parte ha favorito un aumento di 50 punti base, portando a zero il tasso di deposito minimo storico della BCE meno 0,5%. leggi di più

L’euro è salito dello 0,8% a $ 1,0261, dopo essere stato scambiato a $ 1,0198 appena prima della dichiarazione, ma è diventato negativo il giorno in cui Lagarde ha parlato. I mercati ora scontano un aumento del tasso di quasi 50 punti base a settembre e vedono un aumento combinato di 124 punti base nel resto dell’anno.

READ  Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite dovrebbe convocare presto una riunione urgente

DIVENTARE GRANDE?

Il nuovo schema di acquisto di obbligazioni, chiamato Transmission Protection Instrument (TPI), ha lo scopo di limitare l’aumento degli oneri finanziari in tutto il blocco valutario con l’inasprimento della politica.

“La portata degli acquisti di TPI dipende dalla gravità dei rischi che devono affrontare la trasmissione delle politiche”, ha affermato la BCE in una nota. “Il TPI garantirà che la posizione di politica monetaria sia trasmessa senza intoppi in tutti i paesi dell’area dell’euro”.

Con l’aumento dei tassi della BCE, gli oneri finanziari aumentano in modo sproporzionato per paesi come l’Italia, la Spagna o il Portogallo poiché gli investitori richiedono un premio maggiore per mantenere il proprio debito.

“La BCE è in grado di andare alla grande per questo”, ha detto Lagarde.

L’attivazione dello strumento sarà interamente a discrezione della BCE e la banca punterà su obbligazioni del settore pubblico con scadenze comprese tra uno e 10 anni.

I paesi saranno ammissibili se rispetteranno le regole di bilancio dell’Unione Europea e non dovranno far fronte a “gravi squilibri macroeconomici”. Sarà necessario il rispetto degli impegni nell’ambito del dispositivo dell’UE per la ripresa e la resilienza, così come una valutazione della sostenibilità del debito.

L’impegno della Bce giovedì arriva mentre una crisi politica in Italia sta già pesando sui mercati a seguito delle dimissioni del Primo Ministro Mario Draghi, che è stato il predecessore di Lagarde alla BCE.

Durante la conferenza stampa di Lagarde, il differenziale di rendimento tra i titoli decennale italiani e tedeschi è salito a 246,5 punti base, non lontano dal livello di 250 punti base che ha innescato un incontro politico di emergenza della BCE il mese scorso.

READ  Virginia "Ginni" Thomas, moglie del giudice Clarence Thomas, ha scambiato messaggi con Mark Meadows sugli sforzi per ribaltare le elezioni del 2020

L’aumento di 50 punti base della BCE la lascia ancora indietro rispetto ai suoi omologhi globali, in particolare la Federal Reserve statunitense, che ha alzato i tassi di 75 punti base il mese scorso ed è probabile che si muova di un margine simile a luglio.

Ma la zona euro è più esposta alla guerra in Ucraina e una minacciata interruzione delle forniture di gas dalla Russia potrebbe far precipitare il blocco in recessione, lasciando i politici con il dilemma di bilanciare le considerazioni di crescita e inflazione.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Scritto da Marco Giovanni; Montaggio di Toby Chopra, John Stonestreet e Catherine Evans

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.