Gennaio 29, 2023

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Il tubo respiratorio di Damar Hamlin è stato rimosso ed è in grado di parlare, dicendo ai compagni di squadra “Vi amo ragazzi”, dicono Buffalo Bills

La sicurezza dei Buffalo Bills Damar Hamlin respira da solo ed è in grado di parlare dopo che gli è stato rimosso il tubo di respirazione, hanno detto venerdì il suo agente e il team – l’ultimo passo del suo straordinario recupero nei quattro giorni trascorsi da andare in arresto cardiaco ed essere stato rianimato sul campo durante una partita contro i Cincinnati Bengals.

I Bills hanno dichiarato venerdì in una dichiarazione che “la funzione neurologica di Hamlin rimane intatta e ha potuto parlare con la sua famiglia e il team di assistenza”. Lo sviluppo è stato segnalato per la prima volta di L’Atletico.

“Continua a progredire notevolmente nella sua guarigione”, i Bills detto in un tweet.

In un altro tweetla squadra ha detto che si è unito a giocatori e allenatori per il loro incontro quotidiano tramite FaceTime e ha detto: “Vi amo ragazzi”.

Parlando con i giornalisti, l’allenatore di Bills Sean McDermott ha definito il momento “sorprendente” e “toccante”.

“Probabilmente non sarò in grado di rendergli giustizia”, ​​ha detto McDermott. “… Vedere Damar, numero 1, attraverso i miei occhi, so che è qualcosa che non vedevo l’ora, che avevo bisogno di vedere, immagino.”

McDermott ha detto di averlo tenuto segreto alla squadra prima di annunciare che aveva “una sorpresa in serbo” per loro: mettere Hamlin sul grande schermo nella sala riunioni.

“Si sono alzati subito e hanno applaudito per lui e gli hanno urlato alcune cose, ed è stato uno scambio piuttosto interessante per alcuni secondi lì”, ha detto McDermott.

READ  Biden sul vaiolo delle scimmie: "Tutti" dovrebbero preoccuparsi della diffusione

Hamlin ha fletteto le braccia – attirando una risata dall’allenatore – ha unito le mani per formare un cuore e ha alzato il pollice ai suoi compagni di squadra, ha detto McDermott.

“È solo un giovane contagioso con una personalità contagiosa”, ha detto McDermott.

Damar Hamlin
Damar Hamlin, No. 3 dei Buffalo Bills, viene visto il 9 ottobre 2022 a New York.

Bryan Bennett/Getty Images


Il placcaggio offensivo di Bill Dion Dawkins in seguito ha detto ai giornalisti che la squadra stava cavalcando sulle montagne russe e stava sperimentando “un’energia positiva in questo momento”.

“Abbiamo avuto modo di vedere il nostro ragazzo, e abbiamo avuto modo di vedere 3 sorrisi, ed è letteralmente tutto ciò che volevamo, sai?” ha detto Dawkins. “È qui con noi, e questo è tutto ciò che possiamo chiedere, è che stia facendo dei passi avanti, quindi è ancora molto emozionante per molti ragazzi, e siamo felici, siamo benedetti ed estremamente grati”.

Il 24enne Hamlin era ancora elencato giovedì in condizioni critiche nell’unità di terapia intensiva del Centro medico dell’Università di Cincinnati. Oltre a poter comunicare scrivendo, Hamlin era anche in grado di afferrare le mani delle persone.

“Quindi sappiamo che non è solo che le luci sono accese. Sappiamo che è a casa. E sembra che tutti i cilindri si stiano accendendo nel suo cervello, il che è molto gratificante per tutti noi”, ha detto il dott. Timothy Pritts ha detto. “Ha ancora progressi significativi che deve fare, ma questo segna un ottimo punto di svolta nelle sue cure in corso”.

Il recupero di Hamlin continua a tendere in una direzione positiva dopo che il suo cuore si è fermato mentre faceva quello che sembrava essere un contrasto di routine nel primo quarto di una partita contro i Bengals lunedì sera. Il giocatore del secondo anno ha trascorso i suoi primi due giorni in ospedale sotto sedazione per consentire al suo corpo di riprendersi, e su un ventilatore per assistere la sua respirazione.

I conti sono stati sollevati dagli incoraggianti referti medici quando sono tornati ad allenarsi giovedì in preparazione per giocare una partita in casa. partita contro i New England Patriots di domenica.

La vista del collasso di Hamlin, che è stata trasmessa a un pubblico televisivo nordamericano su “Monday Night Football” di ESPN, ha portato a un’ondata di sostegno da parte di fan e giocatori di tutto il campionato. Fan, proprietari di squadre e giocatori, inclusi Tom Brady e Russell Wilson, sì fatto donazioni alla Hamlin’s Chasing M’s Foundation, che venerdì mattina aveva raccolto più di 7,8 milioni di dollari.