Agosto 10, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Il sogno è finalmente reale

L'uomo di sabbia

L’uomo di sabbia
Immagine: Netflix

Dopo decenni letterali di sviluppo, le ferventi preghiere di milioni di fan e gli sforzi esauriti dei poveri, esaurito Joseph Gordon Levittè finalmente arrivato: un dannato filmato reale di una dannata versione TV di Neil Gaiman L’uomo di sabbiasotto forma di trailer per l’imminente adattamento di Netflix dell’amata serie di fumetti, pubblicato oggi al Comic-Con.

L’uomo di sabbia | Rimorchio ufficiale | Netflix

E, ehi: siamo scortesi qui, o questo sembra… davvero abbastanza buono? Non possiamo dire di esserlo completamente venduto su Tom Sturridge come la figura centrale dello show, Dream; C’è una miscela molto specifica di arroganza egocentrica e tristezza egocentrica insita in quel personaggio, e quasi tutti gli attori farebbero fatica a inchiodarlo fuori dagli schemi. Kirby Howell-Baptiste sembra essere più alla pari come la versione profondamente empatica di Gaiman della Morte, tuttavia, e Boyd Holbrook è piuttosto convincente come versione dello show dell’incubo ambulante letterale The Corinthian, che sembra avere un ruolo migliorato dal relativamente piccolo (ma profondamente memorabile) quello che interpreta nei fumetti di Gaiman.

Ancora più importante, tuttavia, Gaiman, David S. Goyer e Allan Heinberg sembrano aver inchiodato la portata e il tono ampi e surreali di Sandman, con scatti dell’Inferno, il regno del fratello di Dream, Desiderio, e una tavola calda molto sfortunata che trasuda il giusto senso di mistero e terrore. (Riceviamo anche un breve pezzo di David Thewlis come il residente (di detto ristorante, e, sì: questo sarà probabilmente inquietante.)

Alcune altre curiosità dal panel di oggi: Mark Hamill apparirà nella serie, doppiando il custode dalla testa di zucca di Dream, Mervyn Pumpkinhead. E, in qualche modo sorprendentemente, leggendario Sandman Nel progetto è coinvolto anche l’artista delle copertine Dave McKean; Su richiesta personale di Gaiman, ha fornito una grafica unica per i titoli di coda per ogni episodio dello spettacolo.

Sandman è rimasto nella coscienza popolare per più di 30 anni perché è più di una semplice avventura soprannaturale: Ossessionato, come il suo autore, dalle storie, è spesso tortuoso, digressivo e, sì, un po’ pretenzioso. (Sebbene siano anche molto umani e divertenti; c’è una ragione per cui hanno Patton Oswalt in questa cosa come un corvo parlante.) È un compito arduo per qualsiasi programma televisivo a cui essere all’altezza, ma da questo breve sguardo, non lo facciamo vedi eventuali vere bandiere rosse che indicano perché non può finalmente sognare se stesso nella vita quando Netflix scatenerà lo spettacolo per intero in un paio di settimane.

READ  Elenco breve dei candidati per il capo allenatore dei vichinghi, intervista ad Harbaugh