Gennaio 29, 2023

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Il Senato approva il disegno di legge sulla difesa che revoca il mandato militare per il vaccino Covid



Cnn

Il Senato ha votato giovedì per approvare una legislazione radicale che autorizzerebbe 858 miliardi di dollari di finanziamenti per la difesa nazionale e revocherebbe il mandato del vaccino Covid delle forze armate statunitensi.

Ora che è passato al Senato, il provvedimento è autorizzato alla firma del presidente Joe Biden. La casa già approvato il provvedimento – una versione finale negoziata del National Defense Authorization Act per l’anno fiscale 2023, che stabilisce l’agenda politica e autorizza i finanziamenti per il Dipartimento della Difesa.

Come parte della sua linea massima di $ 858 miliardi per il finanziamento della difesa nazionale, la misura autorizza $ 817 miliardi specificamente per il Dipartimento della Difesa. L’imponente disegno di legge include un vasto numero di disposizioni politiche. Tra questi, autorizzerebbe un aumento di stipendio del 4,6% per i membri del servizio militare. Include disposizioni per rafforzare le capacità di difesa della potenza aerea e della guerra terrestre, nonché la sicurezza informatica. Mira anche a rafforzare il sostegno degli Stati Uniti all’Ucraina e alla NATO.

La disposizione per revocare il mandato del vaccino Covid dei militari arriva dopo che i repubblicani del Congresso hanno spinto per la sua abrogazione. Il leader del GOP della Camera Kevin McCarthy ha elogiato la disposizione, dicendo: “La fine del mandato del vaccino COVID militare del presidente Biden è una vittoria per i nostri militari e per il buon senso”.

Prima del voto sull’approvazione finale, il Senato ha votato alcuni emendamenti.

Un emendamento proposto era una misura offerta dal Sen. Ron Johnson, un repubblicano del Wisconsin, e altri conservatori che avrebbero reintegrato i membri dell’esercito che erano stati congedati per essersi rifiutati di ottenere i vaccini contro il Covid-19. L’emendamento però non è passato.

Il disegno di legge sulla difesa sottostante revoca il mandato del vaccino per i militari ma non reintegra quei membri del servizio.

La casa Bianca ha rifiutato di dire la scorsa settimana se Biden firmerebbe il disegno di legge annuale sulla difesa da approvare se include la disposizione per revocare il mandato militare per il vaccino Covid, ribadendo che il presidente continua a sostenere un mandato ma lasciando la porta aperta a un’abrogazione.

Ma mentre i funzionari della Casa Bianca hanno rinviato – e si sono esplicitamente schierati con – l’opposizione del segretario alla Difesa Lloyd Austin alla revoca del mandato, l’inclusione della disposizione nell’accordo di compromesso finale sottolinea una realtà che si è svolta dietro le quinte negli ultimi giorni. I democratici hanno concluso che l’inclusione della priorità del GOP era una necessità per far passare il disegno di legge politico indispensabile oltre il traguardo. E i funzionari della Casa Bianca hanno tranquillamente riconosciuto che ciò significa che la loro opposizione al linguaggio del vaccino non ostacolerà l’approvazione del disegno di legge.

La versione finale del disegno di legge sulla politica di difesa è il prodotto di lunghi negoziati tra i principali legislatori della Camera e del Senato.

Il disegno di legge delinea l’agenda politica del Dipartimento della Difesa e delle forze armate statunitensi e autorizza spese in linea con le priorità del Pentagono, sebbene la legislazione non si appropri dei finanziamenti stessi.

Questa storia e il titolo sono stati aggiornati con ulteriori sviluppi.

CORREZIONE: questa storia è stata aggiornata per attribuire correttamente chi c’era dietro gli sforzi per includere un emendamento che reintegrerebbe i membri delle forze armate che non hanno ricevuto un vaccino Covid-19. Il provvedimento è stato proposto dal sen. Ron Johnson e altri conservatori del Senato.

READ  Gli incendi in California crescono mentre vengono ordinate le evacuazioni