Settembre 26, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Il governo tedesco concorda l’accordo di nazionalizzazione per il colosso energetico Uniper

Uniper ha ricevuto miliardi di aiuti finanziari dal governo tedesco a seguito dell’aumento dei prezzi del gas e dell’elettricità a seguito della guerra russa in Ucraina.

Immagine Alleanza | Immagine Alleanza | Getty Images

Il governo tedesco mercoledì ha accettato la nazionalizzazione dei servizi di pubblica utilità Uniper mentre si sforza di mantenere a galla il settore sulla scia di una crisi energetica mondiale.

Avendo già accettato nel mese di luglio a salvare il maggiore importatore di gas con 15 miliardi di euro ($ 14,95 miliardi) di salvataggio, lo stato ora rileverà la quota del 56% della Finlandia Fortuna per 0,5 miliardi di euro. Lo stato tedesco dovrebbe possedere circa il 98,5% di Uniper.

“Da quando a luglio è stato concordato il pacchetto di stabilizzazione per Uniper, la situazione di Uniper è ulteriormente peggiorata in modo rapido e significativo; pertanto, sono state concordate nuove misure per risolvere la situazione”, ha annunciato Fortum in una nota mercoledì mattina.

Uniper è il più grande importatore di gas della Germania ed è stata schiacciata dai flussi di gas dalla Russia notevolmente ridotti, che hanno fatto salire i prezzi alle stelle.

Il colosso energetico statale russo Gazprom all’inizio di questo mese Interruzione indefinita dei flussi di gas verso l’Europa tramite il gasdotto Nord Stream 1, una mossa Lo ha detto alla CNBC il CEO di Uniper Klaus-Dieter Maubach aggraverebbe le difficoltà dell’azienda.

Fortum deconsoliderà Uniper a partire dal terzo trimestre del 2022, ha affermato mercoledì la società, mentre il prestito di 4 miliardi di euro di Fortum a Uniper verrà rimborsato e la società finlandese sarà liberata da una garanzia della società madre di 4 miliardi di euro.

READ  Google sta lanciando nuovi cookie popup con l'opzione "rifiuta tutto" in Europa

“Nelle circostanze attuali dei mercati energetici europei e riconoscendo la gravità della situazione di Uniper, la dismissione di Uniper è il passo giusto da compiere, non solo per Uniper ma anche per Fortum”, ha affermato l’amministratore delegato di Fortum Markus Rauramo.

“Il ruolo del gas in Europa è cambiato radicalmente da quando la Russia ha attaccato l’Ucraina, così come le prospettive per un portafoglio pesante di gas. Di conseguenza, il business case per un gruppo integrato non è più praticabile”.

Questa è una notizia dell’ultima ora. Si prega di controllare di nuovo.