Maggio 25, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Il Dipartimento di Giustizia fa appello per ripristinare il mandato della maschera di trasporto

WASHINGTON – L’amministrazione Biden mercoledì ha presentato ricorso contro una sentenza del tribunale federale che elimina l’obbligo della maschera per i passeggeri di aerei, treni, autobus e altri mezzi pubblici dopo che i Centers for Disease Control and Prevention hanno concluso che il mandato era “necessario” per proteggere il pubblico da la diffusione del coronavirus.

La decisione è arrivata due giorni dopo che un giudice federale in Florida ha annullato il mandato della maschera e ha avviato una corsa tra le compagnie aeree, alcuni sistemi di trasporto pubblico e persino Uber e Lyft per abbandonare i requisiti della maschera. Alcuni piloti hanno annunciato il brusco cambiamento a metà volo, suscitando festa – ma anche ansia – tra i passeggeri stanchi del virus.

Mentre il CDC vuole mantenere intatto il mandato, sta anche premendo l’appello per preservare i suoi poteri di salute pubblica. Ma farlo è potenzialmente rischioso; se la sentenza che annulla il mandato viene confermata, ciò potrebbe indebolire permanentemente l’autorità dell’agenzia.

Anche se l’amministrazione Biden vincerà la causa, ci sarà un contraccolpo tra gli americani che si sono sentiti liberati dall’abolizione dell’obbligo della maschera, che si applicava anche agli snodi di trasporto come aeroporti, porti marittimi e stazioni ferroviarie.

Le mosse legali non cambiano lo stato del mandato della maschera, che non può essere ripristinato a meno che l’amministrazione non vinca la sospensione dell’ordinanza del tribunale distrettuale federale, e ci sono stati pochi segnali immediati che le compagnie aeree avrebbero reintrodotto la propria. Esperti legali hanno affermato che è probabile che l’amministrazione chiederà la sospensione e che, in tal caso, il tribunale potrebbe decidere se concederla entro giorni.

L’appello del Dipartimento di Giustizia arriva anche quando i casi, sebbene non i ricoveri e i decessi, stanno aumentando nella maggior parte degli stati, poiché la sottovariante BA.2 minaccia di scatenare un’altra ondata mortale.

Il mandato era in vigore da poco dopo l’insediamento del presidente Biden nel gennaio 2021 e doveva scadere il 18 aprile. Ma nonostante le pressioni delle compagnie aeree, dell’industria dell’ospitalità e dei legislatori repubblicani per revocare la norma, il CDC l’ha prorogata fino al 3 maggio per dare agli esperti di salute pubblica più tempo per valutare se dovrebbe essere continuato.

La Corte d’Appello degli Stati Uniti per l’11° Circuito, che esaminerà il caso, ha una tendenza conservatrice e il caso potrebbe finire davanti alla Corte Suprema, anch’essa dominata dai conservatori.

“Questo crea uno scontro tra la salute pubblica e una magistratura conservatrice, e ciò che sta cavalcando è la futura capacità delle agenzie di salute pubblica della nostra nazione di proteggere il pubblico americano”, ha affermato Lawrence O. Gostin, esperto di diritto della salute pubblica a Georgetown Università. “Il rischio è di ottenere una sentenza conservatrice dell’11° Circuito che ridurrà così tanto i poteri del CDC per combattere Covid e future pandemie da rendere tutti gli americani meno sicuri e protetti”.

READ  La Cina esorta Didi a lasciare gli Stati Uniti per i timori sulla sicurezza dei dati - Bloomberg News

Jen Psaki, l’addetto stampa della Casa Bianca, ha dichiarato mercoledì in un’intervista con Chris Wallace della CNN + che l’appello non era solo importante per preservare il requisito della maschera, ma anche “per garantire l’autorità e la capacità del CDC di conferire mandati in futuro rimane intatto”.

Ma Tori Emerson Barnes, un funzionario della US Travel Association, un gruppo commerciale, ha affermato che il mandato è sopravvissuto alla sua utilità.

“Con bassi tassi di ospedalizzazione e molteplici strumenti sanitari efficaci ora ampiamente disponibili, dai booster alle terapie alla ventilazione dell’aria di alta qualità a bordo degli aerei, il mascheramento richiesto sui trasporti pubblici è semplicemente fuori passo con l’attuale panorama della salute pubblica”, ha affermato in una dichiarazione . .

Nel Decisione di 59 pagine ha emesso lunedì, il giudice Kathryn Kimball Mizelle, che è stato nominato dal presidente Donald J. Trump, ha annullato il mandato di trasporto per diversi motivi, tra cui che l’agenzia aveva superato la sua autorità legale ai sensi del Public Health Service Act del 1944.

Martedì, dopo una giornata di deliberazioni all’interno della Casa Bianca, il Dipartimento di Giustizia ha annunciato l’intenzione di impugnare la sentenza, ma solo se il Cdc avesse deciso che il mandato era ancora necessario. Mercoledì sera, il CDC ha chiarito la sua posizione.

“CDC ritiene che questo sia un ordine legale, che rientra nell’autorità legale del CDC per proteggere la salute pubblica”, ha affermato l’agenzia in una nota, aggiungendo che “continua a raccomandare che le persone indossino maschere in tutti i trasporti pubblici interni”.

La dichiarazione diceva anche: “Quando le persone indossano a maschera o respiratore ben aderente sopra il naso e la bocca nei viaggi al chiuso o nei trasporti pubblici, proteggono se stessi e coloro che li circondano, compresi coloro che sono immunocompromessi o non ancora idonei al vaccino, e aiutano a mantenere i viaggi e i trasporti pubblici più sicuri per tutti. ”

A metà aprile, dopo che il CDC aveva annunciato la proroga del mandato fino al 3 maggio, il dott. Ashish K. Jha, il nuovo coordinatore della risposta Covid della Casa Bianca, detto in un’intervista in quanto il tempo aggiuntivo consentirebbe al CDC di valutare se BA.2, una sottovariante del coronavirus, diventerebbe un “ondulazione o un’onda” negli Stati Uniti. Gli esperti hanno detto mercoledì che la questione è rimasta irrisolta.

READ  Twitter in trattative per concludere un accordo con Elon Musk

Il CDC ha in realtà un’autorità di regolamentazione molto limitata; in generale, il potere di imporre restrizioni alla salute pubblica spetta ai governi statali e locali. Ma gli esperti legali concordano sul fatto che il trasporto interstatale è un’eccezione notevole. Nelle interviste, molti hanno affermato che il giudice Mizelle ha interpretato male la legge.

Quando ha approvato il Public Health Service Act del 1944, il Congresso ha autorizzato il CDC a emanare e far rispettare i regolamenti che a suo giudizio “sono necessari per prevenire l’introduzione, la trasmissione o la diffusione di malattie trasmissibili”.

La legge suggerisce anche alcune misure che il CDC potrebbe adottare per prevenire la diffusione della malattia, inclusi servizi igienico-sanitari, disinfezione e sterminio dei parassiti.

Il giudice Mizelle ha costruito quei suggerimenti come le uniche opzioni del CDC – un’interpretazione restrittiva che “fraintende fondamentalmente la portata dell’autorità consentita al CDC”, ha affermato James Hodge, direttore del Center for Public Health Law and Policy presso l’Arizona State University. Ha anche commesso un errore nel gradire il mandato della maschera per una quarantena, ha detto.

Il giudice ha anche incolpato il CDC per non aver sollecitato un commento pubblico sull’ordine della maschera, una constatazione che il professor Gostin ha affermato “va contro il buon senso”. Sebbene il diritto amministrativo richieda commenti pubblici per la maggior parte delle azioni federali, consente anche eccezioni per “buona causa”.

Ma mentre il sig. Gostin ha affermato che il CDC avrebbe un “caso straordinariamente buono” in appello, ha affermato che un’alternativa sarebbe stata che l’agenzia lasciasse scadere l’attuale mandato e poi cercasse di reintegrarlo in una data successiva in caso di casi in cui dovessero sorgere – e difendere il nuovo ordinare in tribunale in quel momento, se necessario.

Alcuni esperti di salute pubblica si sono opposti all’estensione del mandato della maschera di trasporto, in modo da non attivare un ricorso contro la sentenza del giudice Mizelle e potenzialmente portare a un tribunale superiore che vincola permanentemente i poteri del CDC.

“Dal punto di vista della pura salute pubblica, direi di lasciar perdere, non vale la pena combattere”, ha affermato il dott. Carlos del Rio, specialista in malattie infettive presso la Emory University di Atlanta.

READ  Inondazioni in Cina: forti piogge e inondazioni nella provincia dello Shanxi hanno ucciso almeno 15 persone

Allo stesso tempo, potrebbe essere difficile per la Casa Bianca e il direttore del CDC, il dott. Rochelle P. Walensky, per razionalizzare la decisione di impugnare la sentenza del giudice, visto che hanno sempre più indossato la mascherina per una questione di scelta personale. Martedì il sig. Lo stesso Biden non si è impegnato quando gli è stato chiesto se le persone dovessero indossare maschere sugli aerei, dicendo che la decisione di farlo dipendeva da loro.

Solo due mesi fa, il CDC ha cambiato le sue linee guida in un modo che rendeva molto meno probabile che una contea fosse considerata ad alto rischio. Solo nelle aree ad alto rischio l’agenzia ora consiglia a tutti di indossare la mascherina al chiuso. Dice che quelli che hanno deficienze immunitarie o sono altro ad alto rischio di malattie gravi dovrebbero parlare con i loro fornitori di assistenza sanitaria sull’opportunità di indossare una maschera nelle aree a rischio moderato.

In base alle nuove normative, il CDC ha affermato che le contee dovrebbero decidere il livello di rischio per i propri residenti in base al numero di nuovi ricoveri ospedalieri correlati al Covid nell’ultima settimana, alla percentuale di letti ospedalieri occupati da pazienti affetti da Covid-19 e al tasso di nuovi casi nell’ultima settimana.

“Vogliamo dare alle persone una pausa da cose come indossare la maschera quando queste metriche sono migliori”, ha affermato il dott. disse allora Walensky. “E poi avere la capacità di raggiungerli di nuovo se le cose dovessero peggiorare.”

Gli esperti di salute pubblica affermano che spetta al Dr. Walensky per preservare la capacità della sua agenzia di incoraggiare, o addirittura richiedere, l’uso della maschera di fronte a eventuali future ondate mortali del virus.

“CDC non dovrebbe lasciare che il dramma di questa opinione giudiziaria cambi ciò che avrebbe fatto”, ha affermato il dott. Celine Gounder, specialista in malattie infettive e redattrice in generale per la salute pubblica presso Kaiser Health News. “La cosa importante è che è probabile che in futuro dovrà affrontare un altro picco di ricoveri, un’altra variante pericolosa, e ha assolutamente bisogno di tenere quello strumento in tasca: lo strumento della mascheratura”.

Sharon La Franière e Niraj Chokshi reportage contribuito.