Gennaio 29, 2023

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Il colpo in ritardo di Keysher Fuller stordisce il Giappone e fa rivivere la Coppa del Mondo del Costa Rica | Mondiali 2022

Lo stadio Ahmad bin Ali è esploso per due motivi quando il tiro da 14 yard di Keysher Fuller si è rivelato troppo alto per il portiere Shuichi Gonda. Quelli di persuasione costaricana sono stati felicissimi di vedere non solo il vincitore, ma il primo tiro della loro nazione al bersaglio del Qatar 2022 dopo che la squadra di Luis Fernando Suárez ha pareggiato a vuoto nel proprio Battuta 7-0 dalla Spagna.

Significa che il Gruppo E è completamente aperto perché la Germania andrà alla partita di domenica sera contro la Spagna come unica nazione con zero punti e tuttavia questo risultato è un incentivo decisivo per loro perché affronteranno Costa Rica Ultimo.

Per il gol Hidemasa Morita è stato il primo colpevole del Giappone, regalando la palla a Eltsin Tejeda, che ha trovato Fuller, anche se Gonda è stato il secondo uomo Samurai Blue da incolpare perché era impreparato. In una raffica tardiva Giappone ha presentato ricorso per un rigore per un fallo di mano di Bryan Oviedo dopo il tiro di Daichi Kamada, ma senza successo.

Guida veloce

Qatar: oltre il calcio

Mostrare

Questa è una Coppa del Mondo come nessun’altra. Negli ultimi 12 anni il Guardian ha riferito sulle questioni relative al Qatar 2022, dalla corruzione e violazioni dei diritti umani al trattamento dei lavoratori migranti e leggi discriminatorie. Il meglio del nostro giornalismo è raccolto sul nostro sito dedicato Qatar: oltre il calcio home page per chi vuole approfondire le questioni oltre il campo.

La segnalazione del Guardian va ben oltre ciò che accade in campo. Sostieni il nostro giornalismo investigativo oggi.

Grazie per il tuo feedback.

Un soddisfatto Suárez ha detto: “Siamo vivi, questa è la cosa principale. Nessuno può ancora dire che siamo fuori, possiamo ancora sognare. Non si tratta di tattica, si tratta di passione; più pressione abbiamo più possiamo metterci alla prova. Ieri eravamo morti, ora siamo vivi”.

La squadra di Hajime Moriyasu deve riorganizzarsi dopo il loro vittoria sismica sulla Germania e all’allenatore è stato chiesto se la sua squadra avrebbe potuto scioccare la Coppa del Mondo una seconda volta battendo la Spagna. “Stiamo puntando alla vittoria”, ha detto. “Abbiamo battuto la Germania ma non significa che possiamo vincere contro la Spagna. Quei paesi sono detentori del titolo di Coppa del Mondo, quindi abbiamo molto rispetto per loro. Ma abbiamo vinto una partita contro la Germania. La Spagna sarà dura, ma abbiamo buone possibilità di vincere. Quindi ci prepareremo e andremo alla prossima partita con fiducia.

“La Spagna sarà una partita molto intensa. Dobbiamo solo aumentare le probabilità per il Giappone. È così che ho deciso la tattica [for today]. Il risultato non ha funzionato, ma ci abbiamo provato e credo che questo fosse ciò di cui il Giappone aveva bisogno”.

Keysher Fuller del Costa Rica segna l'unico gol della partita contro il Giappone
Keysher Fuller segna con il primo tiro in porta del Costa Rica contro il Giappone. Fotografia: Dylan Martinez/Reuters

La sua strategia è stata la stessa contro la Germania: aspetta di colpire il Costa Rica con contropiede veloci. Il problema era che questa era anche la tattica del Costa Rica e quindi una relazione statica si è materializzata dopo la più falsa delle false albe quando Morita e Yuki Soma hanno rivendicato un corner anticipato tra di loro. Quest’ultimo insacca, Ayase Ueda sbaglia il colpo di testa e un tremante Costa Rica riesce a scappare.

Più incoraggiante per il Costa Rica è stata la raffica di Joel Campbell, 120 presenze, che si è guadagnato un calcio di punizione, anche se il tiro di Celso Borges è stato strappato dal cielo da Gonda, il migliore in campo del Giappone contro la Germania.

Il Giappone ha regalato al Costa Rica un altro spavento quando Ritsu Doan, il cui pareggio contro la Germania gli è valso un inizio, ha lanciato la palla attraverso la porta di Keylor Navas ma nessun compagno di squadra era presente.

Da qui la qualità si è appiattita in una pesante situazione di stallo a centrocampo, illustrata dallo 0-0 dei tiri in porta all’intervallo, con nessuna delle due squadre in grado di prendere l’iniziativa. Quando Francisco Calvo e Campbell hanno preso la mira, si trattava di sforzi flaccidi, quindi è caduto nel reparto “piccole grazie” che ci fosse solo un minuto di tempo aggiunto dall’arbitro, Michael Oliver, al 45 iniziale.

Per il secondo tempo Moriyasu ha deciso che Yuto Nagatomo e Ueda avevano contribuito abbastanza, eliminandoli per Hiroki Ito e Takuma Asano, quest’ultimo autore della memorabile vittoria che ha abbattuto la Germania.

Ventisette secondi e un tiro vero e proprio è stato parato da Navas: Morita è stato il giocatore che finalmente ha trovato il bersaglio e si è riaccesa la memoria di quanto fosse bravo il Giappone dopo l’intervallo contro i quattro volte campioni del mondo.

Il modo di un palleggio di Campbell, in cui ha progettato un percorso direttamente fuori dal mondo con poca pressione su di lui, ha suggerito che la sua nazione potrebbe non essere migliore, però. Il prossimo ingresso dell’ex attaccante dell’Arsenal nel libro mastro della gara è stato quello di lanciare un calcio di punizione diagonale di 40 yard e, quando Wataru Endo ha subito un fallo, Soma ha fatto lo stesso dal limite dell’area costaricana.

Pochi istanti dopo, in un punto quasi identico, Calvo ha tirato giù Junya Ito, solo come sostituto, e questa volta Kamada è stato uno spreco, martellando il calcio piazzato contro il muro.

Poi è arrivato l’intervento decisivo di Fuller. Questa, davvero, non è stata una partita da ricordare, ma la classifica significa che ciascuna delle ultime due partite sarà in diretta, il che potrebbe consentire un finale emozionante.

READ  Le azioni scendono mentre aumentano i timori per la crescita globale