Novembre 30, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Ian è stato declassato a ciclone post-tropicale dopo aver colpito la Carolina del Sud e aver lasciato almeno 42 morti in Florida

Nota dell’editore: Colpito dalla tempesta? Uso Sito leggero della CNN per larghezza di banda ridotta. Puoi anche inviare messaggi o WhatsApp alle tue storie di Ian alla CNN +1 332-261-0775.



CNN

Ian è stato successivamente declassato a ciclone post-tropicale venerdi pomeriggio nella Carolina del Sud con venti distruttivi e mareggiate pericolose per la vita, e dopo aver ucciso almeno 42 persone in Florida, lasciando dietro di sé una scia di distruzione apocalittica.

La tempesta, che è atterrata vicino a Georgetown come uragano di categoria 1, continua a generare venti di 70 mph mentre si sposta più nell’entroterra delle Carolina.

“Va sottolineato che solo perché Ian è diventato un ciclone post-tropicale, il pericolo non è passato”, ha avvertito il National Hurricane Center. “Pericolose mareggiate, inondazioni improvvise e forti venti sono ancora nelle previsioni di questo ciclone”.

Le segnalazioni di danni alla proprietà, interruzioni di corrente e chiamate di soccorso in acqua si sono moltiplicate poiché i funzionari di tutto lo stato continuano a emettere terribili avvertimenti ai residenti di rimanere all’interno.

SEGUI GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Un avviso di uragano è stato emesso dal fiume Savannah al confine di stato tra Georgia e Carolina del Sud fino a Cape Fear, nella Carolina del Nord. Notevoli inondazioni sono possibili da acqua di mare e pioggia, specialmente in alcune parti costiere della Carolina del Sud, dove mareggiata fino a 7 piedi e da 4 a 12 pollici di pioggia potrebbero colpire, dicono i meteorologi.

E un orologio tornado che copre quasi cinque milioni di persone è in vigore fino alle 22:00 ET per parti della Carolina e della Virginia, tra cui Myrtle Beach, Wilmington, Norfolk e Virginia Beach, secondo lo Storm Prediction Center.

Più di 200.000 interruzioni di corrente sono state segnalate nella Carolina del Sud, così come più di 138.000 nella Carolina del Nord, entro le 15:50 ET, secondo PowerOutage.us. In Virginia, più di 17.000 clienti hanno perso l’elettricità, in gran parte sui lati est e sud dello stato.

Inoltre, due moli nella Carolina del Sud – Cherry Grove Pier a North Myrtle Beach e Pawleys Island Pier a nord di Charleston – sono parzialmente crollati venerdì a causa della tempesta.

Il sindaco di Pawleys Island Brian Henry ha detto alla CNN che l’acqua si è ritirata sulle due strade rialzate che collegano l’isola alla terraferma. Nessuno è autorizzato a tornare sull’isola fino a quando il danno non sarà stato valutato, ha detto Henry, aggiungendo che c’è “un’enorme quantità di detriti sparpagliati sull’isola sulle strade”.

“È uno spettacolo piuttosto spaventoso”, ha detto il sindaco di Myrtle Beach Brenda Bethune dell’uragano Ian. “Vedo troppe macchine che passano. E penso che le persone semplicemente non si rendano conto di quanto sia pericoloso essere fuori in questo tipo di condizioni. Abbiamo visto così tante auto bloccarsi e il personale di emergenza deve uscire e soccorrere le persone”.

I rifugi nella contea di Charleston rimarranno aperti fino alle 16:00 di sabato, ha affermato la contea in un comunicato stampa. Gli autobus inizieranno a riportare le persone dai rifugi ai luoghi di raccolta originali sabato mattina.

“Molte preghiere sono state esaudite”, ha affermato il governatore della Carolina del Sud. disse Henry McMaster. “Questa tempesta non è così grave come avrebbe potuto essere, ma non abbassare ancora la guardia. Non siamo fuori dai boschi, c’è acqua sulle strade, ancora forte vento, ed è ancora pericoloso in molte parti dello stato”.

L’aeroporto di Charleston International Airport è stato chiuso venerdì a causa di forti venti, l’aeroporto disse. E i residenti di Myrtle Beach sono invitati a rimanere all’interno durante la tempesta, ha detto alla CNN il sindaco Brenda Bethune.

Le coste lungo la Georgia e la Carolina del Sud potrebbero subire alterazioni significative perché le potenti onde e le mareggiate portate da Ian potrebbero inondare le dune di sabbia costiere, secondo il Servizio geologico degli Stati Uniti.

Oltre a inondare le comunità dietro le dune, la tempesta può spingere indietro la sabbia e depositarla nell’entroterra, il che potrebbe “ridurre l’altezza delle dune di sabbia protettive, alterare i profili della spiaggia e lasciare aree dietro le dune più vulnerabili a future tempeste”, il ha detto l’agenzia.

Nel frattempo, la Florida affronta la vertiginosa distruzione che Ian ha operato in gran parte della penisola mercoledì e giovedì dopo che si è schiantata contro la costa sud-occidentale come un Tempesta di categoria 4 e arato attraverso le aree centrali e nord-orientali.

Almeno 42 morti sono state segnalate nello stato. Le case sulla costa sono state spazzate via dal mare, gli edifici sono stati distrutti in tutto lo stato e le inondazioni hanno rovinato case e attività commerciali e hanno intrappolato i residenti, anche nell’entroterra in luoghi come l’area di Orlando.

Centinaia di soccorsi sono avvenuti via terra, aria e mare, con residenti bloccati nelle case o bloccati sui tetti, e i ricercatori hanno effettuato molti controlli di benessere, soprattutto nel Fort Myers e le zone di Napoli, dove una mareggiata ha allagato strade e case.

Roger Desjarlais, manager della contea di Lee, che comprende Fort Myers, ha detto venerdì alla Galileus Web che non è esagerato dire che l’uragano Ian ha decimato parti dell’area e “devono esserci molte vittime”.

“Sembrava che qualcuno fosse appena caduto dal cielo e avesse raccolto hotel ed edifici e li avesse portati via. Tanto che in molti posti non c’erano nemmeno detriti”, ha detto Desjarlais. “Sappiamo anche che non tante persone sono state evacuate da quelle isole come speravamo. Sappiamo che devono ancora esserci molte vittime da tenere in considerazione”.

Il presidente Joe Biden ha continuato a promettere sostegno federale alla Florida mentre affronta la devastazione causata dalla tempesta, che secondo lui “è probabile che si collochi tra le peggiori … nella storia della nazione”.

“Stiamo appena iniziando a vedere l’entità di quella distruzione”, ha detto Biden, aggiungendo che la più grande squadra di esperti di ricerca e soccorso “nella storia recente” è stata attualmente schierata nello stato. “Ci vorranno mesi, anni per ricostruire”.

E ora, le conseguenze della tempesta pone nuovi, mortali pericoli di per sé. Alcune acque stagnanti sono elettrificate, hanno avvertito i funzionari, mentre le manovre attraverso edifici e strade disseminate di detriti – molte senza semafori funzionanti – rischiano di ferirsi. La mancanza di aria condizionata può portare a malattie da calore e l’uso improprio del generatore può causare avvelenamento da monossido di carbonio.

A North Port, tra Fort Myers e Sarasota, Rosanna Walker è rimasta giovedì nella casa danneggiata dall’alluvione dove è uscita dalla tempesta. Parte del suo soffitto in cartongesso pendeva.

“E all’improvviso, l’acqua entrava attraverso le porte: la parte superiore, quella inferiore, le finestre quaggiù”, ha detto alla CNN. “È tutto nei miei armadi; Devo svuotare i miei armadi”.

“Si è rovinato tutto”.

Claudette Smith, l’ufficiale delle informazioni pubbliche per l’ufficio dello sceriffo nella contea di Charlotte, appena a nord di Fort Myers, ha detto alla CNN che la contea ha un disperato bisogno di aiuto poiché i servizi di emergenza continuano ad essere inondati.

“Abbiamo bisogno di tutto, per dirla in modo chiaro e semplice. Abbiamo bisogno di tutte le mani sul ponte”, ha detto Smith. “Le persone che sono venute in nostro aiuto sono state di grande aiuto, ma abbiamo bisogno di tutto”.

Molti membri della comunità sono senza casa, acqua ed elettricità e attualmente c’è un solo ospedale operativo nella contea.

Ecco cosa sapere sulla distruzione in Florida:

• Morti in Florida: Almeno 42 decessi sospettati di essere correlati a Ian sono stati segnalati in Florida. Ciò include 16 nella contea di Lee, 12 nella contea di Charlotte, otto nella contea di Collier, tre nella contea di Volusia, uno nella contea di Polk e due nella contea di Sarasota senza personalità giuridica, secondo i funzionari. I casi di morte non confermati vengono elaborati da medici legali locali, che decidono se sono correlati a disastri, ha affermato il direttore statale della gestione delle emergenze Kevin Guthrie.

• Interruzioni di corrente: La Florida ha avuto più di 1,6 milioni di interruzioni di corrente a partire da venerdì pomeriggio, secondo PowerOutage.us. La maggior parte delle contee con la più alta percentuale di residenti senza elettricità si trovano nel sud-ovest, tra cui Lee, Charlotte, DeSoto e Hardee.

• Inondazioni storiche in Florida: Inondazioni record sono state registrate in tutta la Florida centrale e settentrionale, incluso almeno tre fiumi che ha raggiunto record di alluvioni di tutti i tempi. I funzionari di Orlando hanno avvertito i residenti di pericolose inondazioni, che in alcune aree hanno superato un piede.

• Centinaia di soccorsi e migliaia di evacuazioni: La guardia costiera degli Stati Uniti ha effettuato oltre 275 salvataggi in Florida, ha detto alla Galileus Web il contrammiraglio Brendan McPherson. Finora sono stati effettuati oltre 700 soccorsi in tutta la Florida, ha affermato giovedì il governatore, e sono stati segnalati migliaia di sfollati. Nella contea di Lee, un sistema ospedaliero ha dovuto evacuare più di 1.000 pazienti dopo l’interruzione dell’approvvigionamento idrico, mentre altre evacuazioni diffuse sono state segnalate in carceri e case di cura. A Fort Myers, il capo dei vigili del fuoco era “abbastanza a suo agio” venerdì mattina perché tutti quelli che avevano bisogno di aiuto erano stati salvati, ha detto il sindaco Kevin Anderson. La Guardia Costiera sta trattando questo come un’operazione militare che cerca “blocco per blocco per assicurarsi che tutti escano”.

Gran parte di Fort Myers Beach è stata cancellata: UN volo in elicottero su Fort Myers Beach mostra una devastazione totale: lotti vuoti o disseminati di detriti dove un tempo c’erano case e attività commerciali e barche gettate nelle mangrovie. “Stai parlando di nessuna struttura rimasta. … Stai parlando di case che sono state gettate nella baia. Questa è una soluzione a lungo termine e sta cambiando la vita”, ha detto lo sceriffo della contea di Lee Carmine Marceno.

• Isole costiere isolate dalla terraferma: Le isole Sanibel e Captiva nel sud-ovest della Florida sono state tagliate fuori dalla terraferma dopo che diverse parti di una strada rialzata critica sono state strappate via. Almeno due persone sono rimaste uccise nella tempesta a Sanibel e potrebbe essere necessario ricostruire completamente il ponte, hanno affermato i funzionari locali. Chip Farrar, un residente della minuscola isola di Matlacha, ha detto alla CNN che 50 piedi di strada essenziali per raggiungere il ponte sulla terraferma sono stati spazzati via e anche un secondo ponte vicino è crollato.

• I danni assicurati in Florida possono essere enormi: Ian potrebbe aver causato fino a $ 47 miliardi di perdite assicurate in Florida, secondo una stima della società di analisi immobiliare CoreLogic, che potrebbe renderlo il seconda tempesta più costosa nella storia dello stato se aggiustato per l’inflazione dopo l’uragano Andrew del 1992.

READ  Mike Lindell di MyPillow afferma che l'FBI gli ha sequestrato il cellulare da Hardee