Novembre 30, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

I futures del Nasdaq sono scesi per il primo giorno su quattro dopo aver deluso i guadagni di Big Tech

I futures sulle azioni statunitensi sono scesi mercoledì dopo che i risultati deludenti del terzo trimestre di Alphabet e le deboli indicazioni sui ricavi di Microsoft hanno segnato un inizio di presagio per gli utili di Big Tech questa settimana.

I futures S&P 500 e Nasdaq 100 sono diminuiti rispettivamente dello 0,5% e dell’1,4%. I futures Dow Jones Industrial Average hanno aggiunto 1 punto, scambiando quasi invariato, con Visa che ha sostenuto l’indice dopo aver battuto le aspettative su utili e ricavi quando ha riportato i suoi guadagni del quarto trimestre.

La performance iniziale di mercoledì è una svolta rispetto agli ultimi tre giorni di rialzo dei principali indici. Martedì, il Nasdaq ha chiuso in rialzo del 2,2%, mentre l’S&P 500 e il Dow hanno guadagnato rispettivamente l’1,6% e l’1,1%. La chiusura di martedì ha segnato la prima volta in ottobre che i principali indici sono aumentati per tre giorni consecutivi.

Le azioni della società madre di Google Alphabet sono diminuite del 6% nel premercato. Il gigante della ricerca online aspettative mancate in cima e in fondo. Alphabet ha anche riportato un calo delle entrate pubblicitarie di YouTube, che ha spinto gli investitori a deliberare sulle prospettive per altre società tecnologiche che fanno affidamento sulla spesa pubblicitaria.

Nel frattempo, Microsoft è diminuita di circa il 6% dopo il gigante della tecnologia ha riportato entrate cloud più deboli del previsto nei suoi ultimi risultati trimestrali, pur battendo le stime di utili e ricavi. La società ha anche pubblicato una guida sui ricavi per il trimestre in corso che non è stata all’altezza delle aspettative.

READ  Vincitori, perdenti, reazioni eccessive della settimana 2 del college football: Texas A&M cade piatto, l'attacco USC fa una dichiarazione

“Penso che dobbiamo prendere una prospettiva d’insieme e riconoscere che nessuno è davvero immune in questo mercato, c’è un rallentamento nella spesa pubblicitaria digitale”, ha detto Brenda Vingiello di Sand Hill Global Advisors martedì a “Closing Bell: Overtime” della CNBC.

Altri titoli tecnologici a mega capitalizzazione sono diminuiti dopo ore di negoziazione sulla scia di Alphabet e Microsoft mentre gli investitori si concentrano sulla tecnologia questa settimana. Le azioni di Meta Platforms sono scese del 4% e Amazon è scesa del 3,8%.

Un miscuglio finora, la stagione degli utili aziendali continua mercoledì. Le azioni di Kraft Heinz sono aumentate dopo che la società ha riferito di aver superato le aspettative di entrate e utili per azione prima della campana. Anche Meta era tra le società destinate a riferire.

Le richieste di mutui sono diminuite poiché i livelli dei tassi hanno continuato a deprimere la domanda, secondo i dati settimanali pubblicati mercoledì. I commercianti stanno anche osservando gli ultimi dati economici sulle scorte all’ingrosso settimanali e sulle nuove vendite di case.

I rendimenti obbligazionari hanno continuato a diminuire dopo un periodo di volatilità degli scambi.