Settembre 26, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Guarda l’Artemis Moon Rocket della NASA lanciarsi sul Launchpad

I tecnici faranno gli ultimi preparativi, incluso il collegamento di linee elettriche e del propellente al razzo e alla torre di lancio. Sebbene il lancio sia anticipato, l’ora target per il lancio di Artemis I non è cambiata: lunedì, agosto. 29 alle 8:33 ora orientale. Puoi iscriverti qui per ricevere un promemoria sul lanciocosì come altri eventi spaziali, sul tuo calendario digitale personale.

Lo Space Launch System e Orion sono due dei componenti principali dei piani della NASA per riportare gli astronauti sulla superficie della luna nei prossimi anni. Per arrivarci è necessario un razzo abbastanza potente da spingere un grande veicolo spaziale fuori dall’orbita terrestre bassa verso la luna, a circa 240.000 miglia di distanza. Orion è una capsula progettata per trasportare gli astronauti in viaggi spaziali della durata di alcune settimane.

La NASA ha lanciato per la prima volta il razzo SLS sulla rampa di lancio a metà marzo. All’inizio di aprile, ha tentato di condurre una “prova in costume” di procedure di conto alla rovescia, incluso il caricamento di oltre 700.000 galloni di idrogeno liquido e propellenti per razzi a ossigeno liquido. Tuttavia, problemi tecnici, inclusa una perdita di idrogeno durante tre tentativi di prove, hanno ridotto il conto alla rovescia.

La NASA ha quindi riportato il razzo al Vehicle Assembly Building per effettuare le riparazioni. A giugno, il razzo è tornato sulla rampa di lancio per un altro tentativo di prova generale bagnata. Quel tentativo, il 20 giugno, ha riscontrato una diversa perdita di idrogeno, in un connettore della linea del carburante allo stadio booster del razzo. Tuttavia, i serbatoi del propellente sono stati completamente riempiti per la prima volta e i controllori sono stati in grado di continuare le prove fino alla fine del conto alla rovescia con 29 secondi rimasti. In origine, l’obiettivo era far fermare il conto alla rovescia con poco meno di 10 secondi, quando i motori si sarebbero avviati per un vero e proprio lancio.

READ  Portavoce: 8 operai uccisi nel ciclone, 8 dispersi

Nonostante la fuga di notizie, i funzionari della NASA hanno deciso che tutti i sistemi critici erano stati sufficientemente testati e hanno dichiarato il test un successo. Il razzo è tornato ancora una volta al Vehicle Assembly Building per i preparativi finali, inclusa l’installazione del sistema di terminazione del volo, che avrebbe fatto esplodere il razzo nel caso qualcosa fosse andato storto durante il lancio ed avrebbe eliminato la possibilità di schiantarsi contro un’area popolata.

Le batterie del sistema di terminazione del volo, installate il 18 agosto 11, normalmente durano solo 20 giorni, ma la parte della United States Space Force che sovrintende ai lanci dalla Florida ha concesso alla NASA una deroga che estende il periodo a 25 giorni. Ciò consente all’Agosto 29 data di lancio e opportunità di backup il 2 settembre 2 e settembre 5.

La NASA spera di aver risolto la perdita di idrogeno, ma non lo saprà con certezza fino al 10 agosto. 29 conto alla rovescia, quando la linea del propellente viene raffreddata a temperature ultrafredde, cosa che non può essere testata nel Vehicle Assembly Building.