Maggio 27, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Google blocca RT, altri canali russi che guadagnano dollari pubblicitari

Il logo di Google LLC è visibile al Google Store Chelsea a Manhattan, New York City, USA, 17 novembre 2021. REUTERS / Andrew Kelly / File Photo

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

26 febbraio (Reuters) – Alphabet Inc (GOOGL.O) Google ha impedito sabato al media di proprietà statale russo RT e ad altri canali di ricevere denaro per annunci sui loro siti Web, app e video di YouTube, in modo simile a una mossa di Facebook dopo l’invasione dell’Ucraina.

Citando “circostanze straordinarie”, l’unità YouTube di Google ha affermato che stava “mettendo in pausa la capacità di una serie di canali di monetizzare su YouTube”. Questi includevano diversi canali russi affiliati a sanzioni recenti, come quelli dell’Unione Europea.

Il posizionamento degli annunci è in gran parte controllato da YouTube.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Google ha aggiunto in seguito che stava anche vietando ai media russi finanziati dallo stato di utilizzare la sua tecnologia pubblicitaria per generare entrate sui propri siti Web e app.

Inoltre, i media russi non saranno in grado di acquistare annunci tramite Google Tools o inserire annunci su servizi Google come ricerca e Gmail, ha affermato il portavoce Michael Aciman.

“Stiamo monitorando attivamente i nuovi sviluppi e adotteremo ulteriori misure se necessario”, ha affermato Aciman.

Mercoledì, l’Unione Europea ha svelato le sanzioni nei confronti di individui come Margarita Simonyan, che ha definito il caporedattore di RT e “una figura centrale” della propaganda russa.

Anche i video dei media interessati verranno visualizzati meno spesso nei consigli, ha affermato il portavoce di YouTube Farshad Shadloo. Ha aggiunto che RT e molti altri canali non sarebbero più accessibili in Ucraina dopo una richiesta del governo ucraino.

READ  OneWeb: l'agenzia spaziale russa si rifiuta di lanciare satelliti Internet, indica le sanzioni del Regno Unito

Sabato, il ministro ucraino per la trasformazione digitale Mykhailo Fedorov ha dichiarato su Twitter di aver contattato YouTube “per bloccare i canali propagandisti russi, come Russia 24, TASS, RIA Novosti”.

RT e Simonyan non hanno risposto alle richieste di commento. YouTube ha rifiutato di identificare gli altri canali soggetti a restrizioni.

Per anni i legislatori e alcuni utenti hanno sollecitato Google a una maggiore azione sui canali legati al governo russo, preoccupati che diffondano disinformazione e non dovrebbero trarne profitto.

La Russia ha ricevuto da $ 7 milioni a $ 32 milioni nei due anni fino a dicembre 2018 da annunci su 26 canali YouTube che ha sostenuto, il ricercatore digitale Omelas ha detto a Reuters in quel momento.

YouTube ha precedentemente affermato di non trattare i canali multimediali finanziati dallo stato che rispettano le sue regole in modo diverso dagli altri quando si tratta di condividere le entrate pubblicitarie.

Venerdì, il proprietario di Facebook Meta Platforms Inc (FB.O) ha impedito ai media statali russi di pubblicare annunci o generare entrate dagli annunci sui propri servizi. Per saperne di più

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Segnalazione di Paresh Dave a Oakland, California; Montaggio di Cynthia Osterman e Clarence Fernandez

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.