Maggio 26, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Gli scienziati coltivano piante nella terra lunare, la prossima tappa lunare

CAPE CANAVERAL, Florida. (AP) – Per la prima volta, gli scienziati hanno coltivato piante nel terreno raccolto dalla luna dagli astronauti dell’Apollo della Nasa.

I ricercatori non avevano idea se qualcosa sarebbe germogliato nell’aspra terra lunare e volevano vedere se poteva essere utilizzato per coltivare cibo dalla prossima generazione di esploratori lunari. I risultati li hanno sbalorditi.

“Mucca sacra. Le piante in realtà crescono in roba lunare. Ma stai scherzando? ” ha affermato Robert Ferl dell’Institute of Food and Agricultural Sciences dell’Università della Florida.

Ferl e i suoi colleghi hanno piantato il crescione di Thale nel suolo lunare restituito da Neil Armstrong e Buzz Aldrin dell’Apollo 11 e altri moonwalker. La buona notizia: tutti i semi sono germogliati.

Il rovescio della medaglia era che dopo la prima settimana, la ruvidità e altre proprietà del suolo lunare stressavano così tanto le piccole erbacce in fiore che crescevano più lentamente delle piantine piantate nella finta terra lunare dalla Terra. La maggior parte delle piante lunari è rimasta rachitica.

I risultati sono stati pubblicati giovedì su Communications Biology.

Più a lungo il suolo era esposto alle radiazioni cosmiche punitive e al vento solare sulla luna, peggio sembravano fare le piante. Secondo gli scienziati, i campioni dell’Apollo 11 – esposti alle intemperie per un paio di miliardi di anni in più a causa della superficie più antica del Mare della tranquillità – erano i meno favorevoli alla crescita.

“Questo è un grande passo avanti per sapere che puoi coltivare piante”, ha affermato Simon Gilroy, biologo di piante spaziali presso l’Università del Wisconsin-Madison, che non ha avuto alcun ruolo nello studio. “Il vero passo successivo è andare a farlo sulla superficie della luna”.

READ  Patriots a Goldscore: annunci in diretta, risultati, statistiche di gioco, momenti salienti, TV, streaming della partita NFL di sabato

Lo sporco lunare è pieno di minuscoli frammenti di vetro degli impatti di micrometeorite che sono arrivati ​​​​dappertutto nei lander lunari Apollo e hanno consumato le tute spaziali dei moonwalker.

Una soluzione potrebbe essere quella di utilizzare punti geologici più giovani sulla luna, come i flussi di lava, per scavare il terreno per piantare. Anche l’ambiente potrebbe essere modificato, alterando la miscela di nutrienti o regolando l’illuminazione artificiale,

Solo 842 libbre (382 chilogrammi) di rocce lunari e terreno furono riportate da sei equipaggi dell’Apollo. Parte della prima polvere lunare è stata spruzzata sulle piante in quarantena con gli astronauti dell’Apollo a Houston dopo il ritorno dalla luna.

Miniatura del video di Youtube

La maggior parte della scorta lunare è rimasta rinchiusa, costringendo i ricercatori a sperimentare con un terreno simulato fatto di cenere vulcanica sulla Terra. La NASA ha finalmente distribuito 12 grammi ai ricercatori dell’Università della Florida all’inizio dello scorso anno e la tanto attesa semina è avvenuta lo scorso maggio in un laboratorio.

La NASA ha affermato che il tempismo per un tale esperimento era finalmente giusto, con l’agenzia spaziale che cercava di riportare gli astronauti sulla luna in pochi anni.

Secondo gli scienziati, la situazione ideale sarebbe che i futuri astronauti attingessero all’infinita scorta di terra locale disponibile per la semina al chiuso invece di allestire un sistema idroponico o tutto acqua.

“Il fatto che qualcosa sia cresciuto significa che abbiamo un ottimo punto di partenza, e ora la domanda è come possiamo ottimizzare e migliorare”, ha affermato Sharmila Bhattacharya, scienziato del programma della NASA per la biologia spaziale,

Gli scienziati della Florida sperano di riciclare il loro suolo lunare entro la fine dell’anno, piantando più crescione prima di passare eventualmente ad altra vegetazione.

READ  La Miami Private School ha ordinato agli studenti vaccinati di rimanere a casa per 30 giorni come "misura precauzionale"

___

L’Associated Press Health and Science Department riceve il sostegno del Department of Science Education dell’Howard Hughes Medical Institute. L’AP è l’unico responsabile di tutti i contenuti.