Maggio 27, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Gli attici in Corea del Nord sono principalmente per pochi sfortunati

  • Pochi dei ricchi della Corea del Nord sono attratti da vivere in attici
  • Le preoccupazioni per l’elettricità e l’approvvigionamento idrico li tengono lontani
  • Anche il funzionamento incerto degli ascensori scoraggia molti
  • Per il leader Kim Jong Un, i grattacieli mostrano la qualità costruttiva

SEOUL, 15 apr. (Reuters) – Per persone di molti paesi, vivere in un attico è il sogno. In Corea del Nord? Non così tanto.

Il leader Kim Jong Un continua a costruire grattacieli apparentemente glamour nella capitale, Pyongyang, con l’ultimo dei quali un grattacielo di 80 piani completato questa settimana.

Ma i disertori e altri nordcoreani affermano che ascensori ed elettricità inaffidabili, scarso approvvigionamento idrico e preoccupazioni per la lavorazione significano che storicamente poche persone hanno voluto vivere vicino alla parte superiore di tali strutture.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

“In Corea del Nord, i poveri vivono negli attici piuttosto che i ricchi, perché gli ascensori spesso non funzionano correttamente e non possono pompare acqua a causa della bassa pressione”, ha detto Jung Si-woo, un 31enne che ha disertato alla vicina Corea del Sud nel 2017.

A nord, viveva al terzo piano di un edificio di 13 piani privo di ascensore, mentre un amico che abitava al 28° piano di un palazzo di 40 piani non aveva mai usato l’ascensore perché non funzionava, ha detto Jung.

Alla domanda sul nuovo grattacielo di 80 piani aperto questa settimana, Jung ha detto che pensava che Kim si stesse solo mettendo in mostra.

“È per mostrare quanto sono migliorate le loro capacità di costruzione, piuttosto che considerare le preferenze dei residenti”, ha affermato lo studente universitario.

READ  2021 NFL Playoff Image, Livelli: Gli AFC Chiefs prendono il comando per primi, i Cowboys Eagles vengono eliminati in sicurezza dai playoff

La Corea del Nord assegna alloggi, con l’acquisto e la vendita di case o appartamenti tecnicamente illegali nello stato socialista.

Ma gli esperti affermano che la pratica è diventata comune, dilettata soprattutto da coloro che hanno beneficiato della diffusione dei mercati privati ​​sotto Kim. Ha promesso di migliorare la qualità della costruzione e costruire decine di migliaia di nuovi appartamenti.

La sua economia è stata martellata da chiusure delle frontiere autoimposte contro COVID-19, disastri naturali e sanzioni internazionali per i suoi programmi di armi nucleari e missili balistici, che secondo gli Stati Uniti sottraggono risorse limitate alla soddisfazione dei bisogni delle persone.

Mercoledì, i media statali hanno affermato che i primi 10.000 nuovi appartamenti erano stati completati a Pyongyang, da un obiettivo di 50.000, e hanno propagandato la velocità del loro completamento, compreso il grattacielo di 80 piani.

I lavoratori “hanno garantito la qualità della costruzione” e i nuovi appartamenti e altri edifici destinati all’uso nell’istruzione, nella salute pubblica e nei servizi di assistenza sociale avrebbero ulteriormente contribuito a rendere la capitale una città “prima di tutto le persone”, ha affermato l’agenzia di stampa statale KCNA.

READ  La vedova di Bob Sockett, Kelly Risso, lo lamenta in un'intervista: "È così amorevole e così meraviglioso"

Giovedì i media statali hanno mostrato a Kim l’inaugurazione di un altro cluster abitativo, questa volta per membri dell’élite, tra cui un famoso conduttore televisivo.

Erano edifici bassi, ciascuno alto solo pochi piani.

PROGRESSI DA FARE

L’alimentazione è migliorata in modo significativo sotto Kim, generando alcune nuove opportunità di vita notturna, ma la Corea del Nord è ancora alle prese con carenze e infrastrutture talvolta scadenti.

Molti si sono rivolti a singoli pannelli solari per gli incantesimi senza alimentazione. Ciò ha portato un’ondata di piccoli articoli di elettronica di consumo, ma non può alimentare servizi come ascensori e approvvigionamento idrico.

Lee Sang-yong, il redattore capo del Daily NK, un sito web con sede a Seoul che si occupa della Corea del Nord, ha affermato che le sue fonti hanno riferito che gli appartamenti per le persone normali non erano pronti per vivere.

Le finestre avevano solo cornici e rubinetti dell’acqua, anche se installati, non funzionavano, ma le case di lusso recentemente completate sono complete di mobili e utensili.

Per garantire che i nuovi appartamenti a molti piani siano popolari, la Corea del Nord dovrà migliorare ulteriormente le forniture di elettricità e acqua e superare le preoccupazioni sulla qualità della costruzione, ha aggiunto.

Jung ha detto che quando viveva a Pyongyang, la maggior parte degli ascensori funzionava solo due volte al giorno, durante le ore di punta del pendolarismo dalle 6:00 alle 8:00, e la stessa ora la sera.

La bassa pressione dell’acqua spesso costringeva coloro che vivevano ai piani più alti a trasportare l’acqua al piano di sopra dal livello del suolo o a installare le proprie pompe speciali, ha aggiunto.

READ  I conservatori britannici hanno perso il loro posto "sicuro", un duro colpo per Boris Johnson

Durante l’ultimo grande tour mediatico internazionale organizzato dal governo, nel 2018, gli ascensori hanno funzionato presso il Yanggakdo International Hotel di 47 piani, ma non c’era elettricità su dozzine di piani dove alloggiava il personale nordcoreano.

A quel tempo, due funzionari nordcoreani hanno riconosciuto a Reuters che i livelli superiori dei grattacieli in uno dei progetti di costruzione di animali domestici recentemente aperti da Kim, in Mirae Scientists Street, avevano pochi acquirenti, a causa delle preoccupazioni per gli ascensori.

“Nessuno vuole rischiare di dover arrampicare per un’ora”, ha detto uno.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Segnalazione aggiuntiva di Minwoo Park; Scritto da Josh Smith; Montaggio di Clarence Fernandez

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.