Novembre 30, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Gli alti legislatori democratici chiedono risposte sulla presunta fuga di notizie dalla Corte Suprema

Un avvocato di etica della Corte Suprema ha risposto per conto di Roberts all’inizio di questo mese, raccontando alcune delle politiche e delle pratiche della corte nell’area, ma non offrendo dettagli sulla spinta del lobbismo.

“Una risposta che sottolinea l’esistenza di regole non risponde alle domande sul fatto che tali regole siano state infrante”, hanno scritto Whitehouse e Johnson in la loro nuova lettera Sunday, ottenuto in esclusiva da POLITICO. “Sembra che il problema di fondo sia l’assenza di una struttura formale per la denuncia o l’indagine su possibili etiche o segnalazioni di violazioni. …. Se la Corte, come suggerisce la tua lettera, non è disposta a intraprendere indagini conoscitive su possibili violazioni etiche, il Congresso rimane l’unico foro”.

Un portavoce della Corte Suprema non ha risposto immediatamente a un messaggio di domenica sera in cui chiedeva un commento sulla lettera.

I legislatori hanno affermato che la loro ultima missiva a Roberts è stata in parte innescata da un report Sabato sul New York Times in merito all’affermazione di un ex attivista anti-aborto di aver avuto notizia in anticipo dell’esito nel 2014 di un caso di grande interesse per i conservatori sociali. Il caso, Burwell v. Lobby dell’hobbyha portato a una sentenza scritta dal giudice Samuel Alito secondo cui i proprietari religiosi di attività strettamente detenute non dovevano rispettare tutti i requisiti dell’Affordable Care Act per la copertura della contraccezione.

rev. Rob Schenck, un ex ministro evangelico che da allora ha cambiato denominazione, ha detto di essere stato avvisato dell’esito del caso e della paternità dell’opinione di Alito diverse settimane prima che l’opinione fosse rilasciata dalla corte. Schenck ha detto che le sue informazioni provenivano da una cena che una coppia benestante ha avuto con Alito e sua moglie, Martha-Ann Alito, a casa degli Alito in Virginia dopo aver fatto donazioni significative alla Supreme Court Historical Society.

READ  L'attrice Julia Fox ha rivelato com'era uscire con Kanye West

Alito ha negato categoricamente che lui o sua moglie fossero responsabili di qualsiasi fuga di notizie. Un membro della coppia che ha cenato con gli Alito quella sera, Gayle Wright, ha anche negato di aver trasmesso l’esito del caso a Schenck. Suo marito, lo sviluppatore immobiliare dell’Ohio Don Wright, è morto nel 2020.

POLITICO ha indagato sulla presunta fuga di notizie per diversi mesi e non è stato in grado di individuare nessuno che affermasse di essere a conoscenza diretta di una divulgazione prematura dell’esito del caso Hobby Lobby da parte del giudice Alito o di sua moglie. Tuttavia, ci sono prove circostanziali che Schenck aveva, o credeva di avere, anticipato parola sull’esito del caso e su chi lo stava scrivendo.

Schenck ha scritto a Roberts a luglio, comunicando la presunta fuga di notizie avvenuta otto anni fa. Ha detto che la corte potrebbe voler valutare quell’episodio in quanto considera come affrontarlo la rivelazione molto più pubblicizzata a maggio da parte di POLITICO ribaltamento di una bozza di parere Alito Roe v. Guadare.

La corte non ha commentato la lettera di Schenck o se sia stata condotta un’indagine sulla fuga di notizie del 2014, ma la nuova lettera di Whitehouse e Johnson chiede a Roberts di spiegare se la corte ha “rivalutato una qualsiasi delle sue pratiche, procedure o regole relative all’etica giudiziaria , o il ricevimento e la denuncia di doni e viaggi da parte dei giudici” a seguito delle recenti notizie di cronaca e della lettera di Schenck.

Whitehouse e Johnson hanno anche espresso preoccupazione per il fatto che alcuni donatori della Supreme Court Historical Society, un’organizzazione educativa senza scopo di lucro con stretti legami con la corte, abbiano cercato di utilizzare gli eventi della società per ingraziarsi i giudici.

READ  Uber, Brinker, Generac e altro ancora

“Chi è responsabile della sorveglianza dei rapporti tra la Corte Suprema e la Società Storica della Corte Suprema per garantire che l’appartenenza pagata alla Società non sia utilizzata come mezzo per ottenere un’influenza indebita?” hanno chiesto i legislatori.

Domenica sera un funzionario della società non ha risposto subito a una richiesta di commento.

Whitehouse, uno stridente critico di ciò che sostiene sia la politicizzazione della Corte Suprema, è posizionato per perseguire tali preoccupazioni nella sua qualità di presidente della sottocommissione del Comitato giudiziario del Senato per i tribunali federali, la supervisione, l’azione dell’agenzia e i diritti federali.

Johnson è a capo di una sottocommissione simile dalla parte della Camera, ma la sua capacità di sondare le questioni potrebbe presto essere limitata con i repubblicani pronti ad assumere il controllo delle commissioni della Camera a gennaio a causa dell’esito delle elezioni di medio termine all’inizio di questo mese.