Gennaio 27, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Frusta della lira turca dopo che Erdogan si muove per proteggere le riserve

Il 27 settembre 2021, un cambiavalute detiene una lira turca in un ufficio di cambio valuta ad Ankara, in Turchia. REUTERS / Cagla Gurdogan / File Photo

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a Reuters.com

  • Erdogan ha annunciato nuove misure per promuovere il risparmio in lire
  • La lira ha raggiunto un rally del 25% dal minimo storico
  • L’evidenza suggerisce che sono necessari passaggi dopo livelli FX “instabili”
  • Gli economisti avvertono dei rischi di inflazione

Ankara, dic. 21 (Reuters) – La lira turca è tornata martedì da un crollo storico della volatilità degli scambi.

Erdogan ha introdotto una serie di misure lunedì in ritardo per alleviare il peso della valuta debole sui turchi e incoraggiarli a mantenere la lira sul dollaro. Per saperne di più

Secondo il piano di Erdogan, il suo governo ha promesso di garantire i depositi in lira, aumentando la valuta del 25% a un certo punto lunedì, inviando il suo più grande rally infragiornaliero.

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a Reuters.com

La valuta turca, che quest’anno ha perso il 44% del suo valore nei confronti del biglietto verde, martedì si è rafforzata fino a raggiungere un massimo giornaliero di 11,0935 contro il dollaro, per poi indebolirsi a 14,3885 prima di oscillare a 12,6 alle 10:18 GMT.

Il governo ha promesso di pagare la differenza tra i risparmi in lire e gli equivalenti depositi in dollari.

Secondo i dati della banca centrale, più della metà dei risparmi dei locali sono in valute estere e oro, che ha perso fiducia nella lira dopo anni di deprezzamento.

READ  Oggi 25 di domani: Cincinnati n. 2 tra i primi 10 nella classifica del calcio dell'Oklahoma State New College

La lira è scesa al minimo storico quest’anno per i timori di un ciclo inflazionistico dovuto alla svalutazione di Erdogan. Al suo livello più basso, è in calo del 60% su base annua.

Alpaslan Cakar, presidente dell’Associazione delle banche turche (TBB), ha affermato che il tesoro sosterrà i costi delle operazioni, che potrebbero rivelarsi costosi e inflazionistici.

Circa $ 1 miliardo è stato venduto nei mercati dopo l’annuncio, ha detto Cakar. I calcoli dei tre banchieri hanno trasformato in lire circa 1-1,5 miliardi di dollari di risparmi.

Una fonte informata sul caso ha affermato che le misure sono state decise dopo che il tasso di cambio ha raggiunto un livello “critico”, aggiungendo che il governo gestirà con attenzione il prossimo periodo.

“Il dollaro e l’euro sono davvero saliti al punto da creare una bolla. Bisogna intervenire. Questa situazione non è stabile”, ha chiesto l’anonimato.

I dettagli del nuovo piano economico saranno annunciati alle 1100 GMT, ha affermato il ministro delle finanze Nurettin Nebati.

Secondo IHS Markit, i credit default swap quinquennali della Turchia, il costo dell’assicurazione contro i default sovrani, è salito a 613 bps, il più alto da maggio 2020.

Nel frattempo, la volatilità a un mese della lira turca è salita al 63%, il più alto mai registrato.

L’oscillazione della lira ha toccato il record

Il consigliere presidenziale Semil Erdem ha detto a Reuters che la mossa ha eliminato la domanda di dollari da parte degli investitori individuali, che è stato un “cambiamento precedente molto importante” per l’economia turca.

Un alto banchiere ha affermato che prima di attuare la misura di garanzia dei depositi, è necessario introdurre infrastrutture e regolamenti, aggiungendo che non è chiaro come verrà tassato il denaro extra dato dal governo al depositante.

READ  Acquista prima questi titoli tecnologici di punta quando il Nasdaq è interessato

‘Madre di tutti i rally’

Nonostante il governo chiami la rinascita della lira di lunedì, gli economisti affermano che il piano economico di Erdogan, basato su bassi tassi di interesse, è irresponsabile e prevede un’inflazione superiore al 21% al 30% l’anno prossimo.

Il regolatore energetico turco EPDK ha dichiarato di aver sospeso per il momento gli aumenti dei prezzi previsti dopo il rally della lira. Martedì l’indice azionario chiave BIST 100 della Turchia è sceso del 6,12%, innescando interruttori di circuito a livello di indice e sospendendo le negoziazioni.

Sotto la pressione di Erdogan, la banca centrale ha tagliato i tassi di 500 punti base da settembre. Il presidente ha promesso di continuare la sua politica a basso costo, anche lunedì.

Alcuni economisti hanno sostenuto che le nuove misure sono effettivamente aumenti dei tassi nascosti, che alla fine non dissuaderanno la pressione di vendita della lira, ma allo stesso tempo faranno pressione sul Tesoro.

Refed Gurgenak, capo del dipartimento di economia della Billkent University di Ankara, ha dichiarato: “Questo potrebbe avere conseguenze disastrose.

Jeffrey Haley, analista di mercato senior presso Asia Pacific, OANDA, ha affermato che non è chiaro come il governo intraprenderà nuove azioni “soprattutto a breve termine”.

Iscriviti ora per un accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Rapporto aggiuntivo di Orhan Coskun ad Ankara, Ebru Tuncay a Istanbul e Davide Barbuscia a Dubai; Montaggio: Jonathan Spicer, Sam Holmes, Ana Nicolaci da Costa e Alexander Smith

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.