Maggio 24, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Fonte AP: la UEFA trasferirà la finale di Champions League fuori dalla Russia

La UEFA non ospiterà più la finale di Champions League di questa stagione a St. Louis. San Pietroburgo dopo che la Russia ha attaccato l’Ucraina, l’Associated Press ha appreso.

Venerdì si terrà una riunione straordinaria del comitato esecutivo della UEFA per discutere della crisi geopolitica e quando i funzionari confermeranno di portare la partita del 28 maggio fuori dalla Russia, ha detto giovedì una persona esperta del processo. La persona ha parlato in condizione di anonimato per discutere di colloqui privati.

La UEFA ha confermato che c’è un incontro previsto per le 09:00 GMT di venerdì.

“A seguito dell’evoluzione della situazione tra Russia e Ucraina nelle ultime 24 ore, il presidente UEFA ha deciso di convocare una riunione straordinaria del comitato esecutivo… per valutare la situazione e prendere tutte le decisioni necessarie”, ha affermato la UEFA .in una dichiarazione.

Il governo britannico e i gruppi di tifosi avevano chiesto alla UEFA di non giocare più al St. San Pietroburgo, dove lo stadio è sponsorizzato dal gigante energetico statale russo Gazprom.

“In questo tragico giorno, i nostri pensieri sono rivolti a tutti in Ucraina, ai nostri amici, colleghi, membri e ai loro cari”, ha twittato giovedì il gruppo Fans Supporters Europe. Visti gli eventi in corso, ci aspettiamo un imminente annuncio da parte della UEFA sul trasferimento della finale di Champions League”.

La Premier League ucraina ha sospeso le operazioni giovedì a causa della decisione del presidente Volodymyr Zelenskyy di imporre la legge marziale. Il campionato era in pausa invernale di due mesi e doveva riprendere venerdì. Non ha fornito alcuna data prevista per il riavvio.

READ  Rilascio del programma NFL 2022: ecco un elenco di tutti i giochi trapelati prima della presentazione di giovedì

Il Comitato Paralimpico Internazionale ha affermato di essere in trattative con funzionari sportivi in ​​Ucraina e Russia mentre le loro squadre si preparano a dirigersi in Cina per l’inizio dei Giochi Paralimpici la prossima settimana.

“L’IPC è in dialogo con i comitati paralimpici ucraino e russo in vista dei Giochi Paralimpici invernali di Pechino 2022”, ha affermato l’IPC in una dichiarazione inviata via e-mail. “In quanto organizzazione politicamente neutrale, l’attenzione dell’IPC rimane sui Giochi imminenti piuttosto che sulla situazione in corso”.

Il nome, la bandiera e l’inno della Russia sono già esclusi dalle Paralimpiadi del 4-13 marzo a Pechino a causa di precedenti controversie sul doping. La sua squadra dovrebbe competere come RPC, abbreviazione di Russian Paralympic Committee.

___

Altri sport AP: https://apnews.com/hub/apf-sports e https://twitter.com/AP_Sports