Agosto 10, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Eric Holder Jr. Colpevole di omicidio di primo grado in Nipsey Hussle Killing

Credito…Rozette Rago per il New York Times

Bryannita Nicholson, che aveva visto casualmente l’imputato, Eric R. Holder Jr., ha testimoniato di averlo portato avanti e indietro dalla scena della sparatoria, fornendo uno dei resoconti chiave dell’episodio dell’accusa.

Il giorno della sparatoria era iniziato in modo insignificante, ha testimoniato. Lei e il sig. Holder si era incontrata poco più di un mese prima, quando stava guidando part-time per Lyft e l’aveva prelevata come tariffa. Nelle settimane che seguirono, disse, si avvicinarono e spesso guidava Mr. Titolare durante le uscite a Long Beach o Los Angeles, al mare, alla Hollywood Walk of Fame. La loro relazione era casuale, ha detto.

Il giorno della sparatoria, la sig. Nicholson ha testimoniato che la coppia era diretta a un vicino incontro di scambio. SM. A Nicholson è stata concessa l’immunità dall’accusa per la sua testimonianza.

Quando la signora Nicholson si fermò in un centro commerciale quel giorno in modo che il sig. Holder potrebbe comprare patatine al peperoncino, ha detto, ha notato Nipsey Hussle in piedi fuori dal suo negozio, abbigliamento Marathon. Ha osservato al sig. Holder che pensava che Hussle fosse bello e che volesse farsi una foto con lui. Sig. Holder non ha indicato di conoscere il rapper del quartiere, ha testimoniato.

Si è avvicinata a Hussle, che era circondato da un gruppo di uomini, per farsi un selfie, ha testimoniato. Sarebbe l’ultima fotografia del rapper.

READ  Classifiche del college football: Ohio State sale ai primi tre, Oklahoma New CBS Sports scende a 130

Alcuni testimoni hanno testimoniato che Hussle aveva avvertito il sig. Titolare circolavano voci sul fatto che avesse collaborato con le forze dell’ordine o che avesse fatto la spia. SM. Nicholson ha testimoniato di aver sentito il sig. Holder ha chiesto a Hussle se avesse fatto la spia, ma sembrava che Hussle lo stesse respingendo. Ha detto che è tornata alla macchina e si è fermata in un vicolo vicino, così il sig. Titolare potrebbe mangiare, ha detto.

Sig. Il titolare ha quindi estratto una pistola, che la sig. Nicholson ha testimoniato di averla allarmata, ma in precedenza aveva detto che credeva che avesse delle pistole per protezione.

Sig. Holder è quindi sceso dall’auto e ha lasciato le sue patatine sul cofano di un camion vicino, ha detto. Poco tempo dopo, la sig. Nicholson ha detto di aver sentito degli spari.

Quando il sig. Holder è risalito nella sua macchina, ha testimoniato, le ha detto di guidare o l’avrebbe schiaffeggiata. Ha testimoniato che non si era resa conto a quel punto che avrebbe potuto essere lui il tiratore. Quella notte, ha testimoniato, ha accettato di lasciare che Mr. Holder è rimasta a casa di sua madre con lei e in seguito lo ha aiutato a fare il check-in in un motel usando la sua identificazione.

Non è stato fino a più di un giorno dopo l’omicidio, quando sua madre ha riconosciuto la sig. La Chevy Cruze bianca di Nicholson al telegiornale, che si è resa conto che Mr. Holder potrebbe essere stato coinvolto, ha testimoniato.

“Speravo che non avesse qualcosa a che fare con questo”, ha detto la sig. Nicholson ha detto a John McKinney, il pubblico ministero del caso, durante la sua testimonianza. “Ero un relitto nervoso in quel momento.”

READ  L'allenatore degli Spurs Gregg Popovich ottiene la 1.336esima vittoria battendo il record NBA di tutti i tempi di Don Nelson

Nella sua dichiarazione di apertura, il sig. McKinney aveva interpretato la sig. Nicholson come una specie di complice inconsapevole.

“Quando la signora Nicholson testimonia, prestale attenzione”, ha detto. “Penso che troverai in lei un’ingenuità, una semplicità.”

Sig. McKinney ha sottolineato che la sig. Nicholson accettò rapidamente di collaborare con la polizia. Ha permesso alle autorità di accedere ai dati dal suo telefono e si è sottoposta a ore di interviste.

“Stavo pensando, ‘Oh mio dio, anche questa è la mia reputazione'”, ha testimoniato in tribunale.

Aaron Jansen, il sig. Il difensore d’ufficio di Holder, ha chiesto alla sig. Nicholson su alcune piccole discrepanze tra i suoi precedenti resoconti e quelli che ha fornito al banco dei testimoni: il colore di un camion in cui Mr. Holder ha lasciato le sue patatine, se Hussle avesse detto a Mr. Titolare “per, come, rilassarti”. (La signora Nicholson ha risposto che il comportamento di Hussle era stato “freddo” e ha detto che non aveva incaricato il signor Holder di calmarsi.)

Sul banco dei testimoni, la sig. Nicholson per lo più ha risposto alle domande con un calmo “sì” o “non lo so”. Sig. Holder, che indossava un abito grigio con un leggero motivo a vetri, per lo più evitava i suoi occhi o la guardava spassionatamente.