Ottobre 6, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Elon Musk afferma che l’accordo su Twitter è temporaneamente sospeso

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

SAN FRANCISCO – Elon Musk ha twittato all’inizio di venerdì che la sua offerta per l’acquisto di Twitter era temporaneamente sospesa, aprendo una potenziale porta per la rinegoziazione e aumentando l’incertezza sulla sua spinta a rendere privato il sito di social media.

La dichiarazione di Musk ha gettato nuovi dubbi sulla serietà della sua offerta proprio mentre si stava affrettando a trovare nuovi investitori che lo aiutassero a finanziare l’accordo. Ha anche giocato nella sua mano facendo crollare il prezzo delle azioni di Twitter, sebbene il tweet avesse il potenziale per attirare un controllo normativo.

“La trattativa Twitter è temporaneamente sospesa in attesa di dettagli a supporto del calcolo che lo spam/gli account rappresentano effettivamente meno del 5% degli utenti”, Musk twittato, collegandosi a un articolo di Reuters la scorsa settimana citando un deposito su Twitter.

Circa due ore dopo, ha aggiunto: “Ancora impegnato nell’acquisizione”.

Ecco cosa ha detto Elon Musk sui suoi piani su Twitter

I bot spam, account che spacciano truffe di criptovaluta e cercano in altro modo di sfruttare utenti vulnerabili, sono stati a lungo una seccatura del magnate della tecnologia che incontra regolarmente imitatori nella sua attività sul sito.

Ma la sua dichiarazione pubblica è stata una manovra insolita e inaspettata in questa fase delle trattative, secondo esperti finanziari e persone che hanno familiarità con le trattative che hanno parlato a condizione di anonimato per discutere di questioni delicate. L’accordo doveva concludersi nei prossimi tre o sei mesi, ma i tweet di venerdì potrebbero rappresentare uno sforzo di Musk per tornare al tavolo delle trattative per acquistare Twitter a un prezzo inferiore a quanto concordato in precedenza.

Ha anche inviato al rialzo il prezzo delle azioni di Tesla, che era diminuito drasticamente quest’anno, mentre Twitter è inciampato. Musk possiede una quota importante in Tesla e aveva impegnato miliardi di dollari della sua ricchezza personale per finanziare l’accordo. L’aumento dei prezzi di venerdì ha permesso a Musk di recuperare parte del suo patrimonio netto, riducendo anche il valore di mercato della società che sta cercando di acquistare.

Le azioni di Twitter sono diminuite di quasi il 10% venerdì, mentre le azioni di Tesla sono aumentate di quasi il 6%. Gli investitori nella casa automobilistica elettrica, guidata da Musk, sono preoccupati per il fatto che il miliardario abbia sfruttato la sua partecipazione per finanziare l’accordo su Twitter.

I piedi freddi di Musk sulla preoccupazione che potrebbero esserci più bot spam di quanto pensasse potrebbero rappresentare un tentativo di attivare una clausola nel contratto che consente di annullare l’accordo se un evento imprevisto danneggia in modo significativo le prospettive commerciali a lungo termine di Twitter, secondo l’ufficio legale esperti e persone vicine all’affare che hanno chiesto l’anonimato perché non autorizzati a parlare pubblicamente.

Tuttavia, almeno una persona che ha familiarità con i negoziati ha messo in dubbio l’impatto della strategia di Musk.

“Non abbiamo visto un briciolo di prova che l’accordo sia sospeso”, ha detto la persona, che ha parlato in condizione di anonimato per descrivere le discussioni. “Le cose continuano oggi come lo erano ieri”. I bot sarebbero un argomento di discussione “di routine” per un tale accordo, ha detto la persona.

Urska Velikonja, professoressa di legge alla Georgetown University, ha detto della saga di Musk-Twitter: “Chiunque tenti di prevedere come andrà a finire è uno sciocco”.

READ  Corgi della regina Elisabetta, pony: il ruolo svolto dagli animali nel funerale

Musk e Twitter non hanno commentato questa storia.

Twitter ha continuato a precipitare in un ulteriore caos gestionale questa settimana, con il CEO Parag Agrawal che ha licenziato due alti vice e ha annunciato il blocco delle assunzioni. Venerdì Agrawal ha twittato che doveva iniziare subito a tagliare i costi a causa del contesto macroeconomico. “Non userò l’accordo come scusa per evitare di prendere decisioni importanti per la salute dell’azienda, né lo farà nessun leader di Twitter”, ha affermato.

La dichiarazione di Musk secondo cui l’accordo era sospeso aveva il potenziale per attirare l’attenzione delle autorità di regolamentazione dei valori mobiliari, che avrebbero esaminato se le sue dichiarazioni pubbliche sull’accordo mentre erano alla ricerca attiva della società fossero in contrasto con le leggi sui titoli.

Musk è incline a dichiarazioni sfacciate su Twitter, dove ha più di 90 milioni di follower, cosa che ha attirato l’attenzione della Securities and Exchange Commission. Il termini dell’accordo richiedono una commissione di rottura di $ 1 miliardo, anche se il suo tweet ha lasciato alcuni dubbi sul fatto che stesse cercando di aggirare quel costo. E gli esperti di legge sui titoli hanno affermato che il ritiro di Musk in questa fase potrebbe portare a una battaglia legale prolungata e disordinata, lasciando il magnate della tecnologia a sostenere costi ben oltre la sanzione per l’allontanamento.

Al vertice del Financial Times Future of the Car del 10 maggio, il CEO di Tesla ha affermato che il divieto permanente dell’allora presidente Donald Trump da Twitter era “assolutamente stupido”. (Video: Financial Times)

Prima del tweet, Musk stava già cercando ulteriori investitori per l’acquisto poiché una flessione del mercato ha messo sotto pressione il suo finanziamento. I consulenti vicini a Musk, che hanno parlato a condizione di anonimato a causa delle discussioni in corso, hanno affermato che il dietrofront era probabilmente una tattica negoziale, ma che segnalava il possibile rimorso dell’acquirente.

Tesla ha perso circa $ 400 miliardi di valore di mercato da quando l’interesse di Musk per Twitter è diventato pubblico ad aprile, determinando un cuneo nei suoi piani di acquisizione in un momento in cui ha impegnato $ 21 miliardi della sua ricchezza per finanziare l’acquisto. Musk aveva pianificato di acquistare Twitter con una combinazione di prestiti e impegni azionari, sfruttando nell’accordo gran parte della sua partecipazione nella casa automobilistica più preziosa, da cui deriva la maggior parte della sua ricchezza.

Il suo patrimonio netto, che rende Musk l’uomo più ricco del mondo, è diminuito di circa $ 50 miliardi nelle ultime settimane, secondo Forbes indice di ricchezza. E le azioni Tesla hanno perso quasi il 30% del loro valore solo nell’ultimo mese. Musk ha rivelato più di 7 miliardi di dollari di finanziamenti la scorsa settimana da fonti tra cui società di investimento, il fondatore di Oracle Larry Ellison, l’exchange di criptovalute Binance, il fondo sovrano del Qatar e il principe saudita Alwaleed bin Talal.

Ora Musk sta cercando ulteriori investimenti oltre a quelli che aveva inizialmente pianificato, a causa della recessione economica e dell’indebolimento delle azioni Tesla, secondo le persone che hanno familiarità con le negoziazioni che hanno parlato a condizione di anonimato per discutere di questioni delicate.

In parte a causa della recessione, Musk e i banchieri coinvolti nell’accordo sono stati sotto pressione per consolidare i partner, incluso il proprietario di Yahoo Apollo Global Management, che dovrebbe estendere oltre $ 1 miliardo di finanziamenti con un gruppo di partner, secondo una delle persone.

READ  Il primo ministro della Giamaica dice che la nazione insulare dei reali britannici vuole essere indipendente

CNBC anche segnalato Giovedì l’investitore angelo Jason Calacanis stava mettendo in fila gli investitori per partecipare all’offerta di proprietà di Musk. I potenziali investitori che hanno parlato con il Washington Post hanno affermato che l’interesse per l’offerta rimane alto a causa della convinzione che Musk realizzerebbe il suo investimento, nonostante la sua dichiarazione che l’economia di Twitter non è una sua preoccupazione.

Elon Musk dice che annullerebbe il divieto di Twitter su Donald Trump

Non sarebbe la prima volta che Musk twitta qualcosa che muove i mercati, e a volte la pratica lo mette nei guai. Il più famoso, ha twittato nel 2018 di essersi assicurato un finanziamento per prendere Tesla in privato a $ 420 per azione. La SEC lo ha multato di $ 20 milioni. Musk ha anche twittato che Tesla è sopravvalutata e ha twittato un sondaggio chiedendo al pubblico se dovrebbe vendere una parte della sua partecipazione in Tesla.

“Fare questo in un tweet e non in un deposito è irragionevole e manda il mercato in uno spettacolo circense”, ha affermato l’analista di Wedbush Securities Dan Ives.

Anche il problema dei robot di Twitter non è nuovo per Musk. Ha citato liberando il sito di social media di bot spamo account automatizzati che spesso promuovono prodotti o schemi, come uno dei suoi obiettivi principali per migliorare Twitter.

Elon Musk riceve aiuto dai titani della tecnologia in un’offerta per Twitter

“Se la nostra offerta su Twitter va a buon fine, sconfiggeremo i bot spam o moriremo provandoci!” ha twittato il mese scorso. In un’intervista trasmessa questa settimana, ha ribadito che l’azienda deve reprimere i bot e creare fiducia con gli utenti.

Gli esperti hanno spiegato come Musk potrebbe cercare di utilizzare il problema del bot per rinegoziare il prezzo dell’accordo.

“Posso solo dire che in termini di fusione, è una canna abbastanza sottile per annullare un accordo”, ha detto Ann Lipton, professore di legge alla Tulane University. “A volte questo genere di cose viene utilizzato come base per rinegoziare il prezzo di un affare, ma ancora una volta, a meno che il problema non abbia un impatto finanziario molto maggiore su Twitter rispetto a quanto riportato, non è nemmeno una base solida per questo”.

Lipton ha affermato che i problemi, inclusi gli account utente, di solito sarebbero stati verificati prima che le parti concordassero un accordo. I termini dell’accordo di Musk per l’acquisto di Twitter gli consentono di twittare sulla sua acquisizione “purché tali tweet non denigrino” l’azienda o uno qualsiasi dei suoi rappresentanti.

Musk ha messo Twitter tra una roccia e un luogo duro, ha detto Velikonja, il professore di giurisprudenza della Georgetown University. Se Musk si allontana dall’accordo, Twitter sarebbe costretto a una lunga e costosa battaglia legale per recuperare i danni per il caos che Musk ha causato all’azienda. Se il consiglio di amministrazione di Twitter rinegozia un prezzo più basso con Musk, probabilmente dovranno affrontare azioni legali degli azionisti che affermano che la società ha preso un prezzo inferiore al necessario.

L’accordo ha già agitato Twitter internamente da quando è stato annunciato il mese scorso. L’amministratore delegato di Twitter Parag Agrawal ha annunciato la partenza di due alti dirigenti questa settimana, e molti dipendenti hanno espresso preoccupazione per ciò che la proprietà di Musk potrebbe significare per l’azienda.

READ  Rilascio del programma NFL 2022: ecco un elenco di tutti i giochi trapelati prima della presentazione di giovedì

Ecco cinque motivi per cui l’accordo su Twitter potrebbe ancora andare in pezzi

Musk ha lanciato la sua offerta di proprietà con l’obiettivo di promuovere la “libertà di parola” sul sito, una posizione che alcuni dipendenti temono potrebbe portare al rollback delle politiche di sicurezza che l’azienda ha messo in atto per proteggere gli utenti online. Nelle ultime settimane Musk ha avvertito di non essere ancora il proprietario di Twitter, sebbene abbia stabilito piani chiari per il servizio di social media, come il ripristino dell’account dell’ex presidente Donald Trump, che è stato bandito dopo il 10 gennaio. 6, 2021, attacco al Campidoglio degli Stati Uniti.

“Se l’acquisizione di Twitter verrà completata, l’azienda sarà super concentrata sull’ingegneria del software, sul design, sulla sicurezza delle informazioni e sull’hardware del server”, ha detto ha scritto in un tweet la scorsa settimana, aggiungendo: “Inoltre, le aspettative sull’etica del lavoro sarebbero estreme, ma molto meno di quanto richieda a me stesso”. Egli ha detto ad un vertice martedì con il Financial Times che il divieto di Trump è stata “una decisione moralmente cattiva, per essere chiari, e sciocca all’estremo”.

L’accordo potrebbe anche essere influenzato da fattori esterni, come il controllo normativo della Federal Trade Commission o della SEC. Il Wall Street Journal ha riferito mercoledì che la SEC stava indagando su Musk notifica tardiva che aveva acquistato una quota del 5% su Twitter.

Ecco cosa ha detto Elon Musk sulla sua offerta per Twitter

La Posta precedentemente segnalato che un tale ritardo avrebbe potuto fargli guadagnare $ 156 milioni. Musk ha sfruttato gran parte delle sue azioni Tesla come garanzia per i suoi prestiti, rendendo la recente recessione economica un problema particolare per la sua offerta. Tesla ha avvertito dei rischi che corre a causa della quantità di azioni Tesla che Musk ha impegnato come garanzia.

Il titolo Tesla è stato scambiato a meno di $ 770 venerdì, un leggero recupero rispetto all’inizio della settimana, ma ben al di sotto della soglia di oltre $ 1.100 dall’inizio di aprile. Un calo di diverse centinaia di dollari in più potrebbe innescare requisiti che costringerebbero Musk a vendere alcune azioni, hanno affermato gli analisti.

A un certo punto l’anno scorso, secondo i documenti finanziari, aveva impegnato oltre la metà delle sue azioni come garanzia. Poiché l’offerta di Twitter aumenterebbe solo tale visibilità, Musk ha subito pressioni per ridurre il suo impegno in termini di equità, secondo le persone a conoscenza della questione che hanno parlato a condizione di anonimato per discutere di questioni delicate.

Nella sua dichiarazione annuale, Tesla era aperta sul potenziale rischio. “Se Elon Musk fosse costretto a vendere azioni delle nostre azioni ordinarie che ha promesso di garantire determinati obblighi di prestito personale, tali vendite potrebbero causare un calo del prezzo delle nostre azioni”, secondo il documento.

“Non siamo parte di questi prestiti”, ha scritto la società. Se il prezzo delle sue azioni fosse diminuito, ha scritto Tesla, Musk potrebbe essere costretto dalle banche a vendere azioni Tesla per soddisfare i suoi obblighi di prestito. Ciò potrebbe deprimere ulteriormente il titolo. “Diventa una spirale”, ha detto Ives.

Musk non possiede ancora Twitter, ma i conservatori stanno accumulando seguaci