Novembre 27, 2021

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Democratici in testa nella corsa anticipata per il governatore della Virginia

Terry McAuliffe, Left e Glenn Young, candidati alla carica di governatore della Virginia.

Kevin Lamarck | Reuters; Craig Hudson | Bloomberg tramite Getty Images

I Democratici hanno un significativo vantaggio iniziale nella corsa al governatore della Virginia, una gara molto combattuta tra l’ex governatore democratico Terry McAuliffe e il repubblicano Glenn Young.

Ma i repubblicani potrebbero colmare questo divario il giorno delle elezioni entro una settimana.

Dati recenti mostrano che almeno 667.012 Virginiani hanno presentato le schede in anticipo per le elezioni governative del 2 novembre. Società di dati democratica TargetSmart. Questo è tre volte il numero degli elettori precedenti nel 2017.

Secondo TargetSmart, finora quasi il 55% di quegli elettori potrebbe essere democratico e il 30% potrebbe essere repubblicano. Gli elettori in Virginia non sono registrati su base di partito, ma TargetSmart prevede l’affiliazione di partito in base ai dati delle elezioni precedenti.

Mentre i primi sondaggi suggeriscono che i democratici sono pronti a vincere, i repubblicani potrebbero fare meglio di loro il giorno delle elezioni in una corsa difficile.

Stephen Farnsworth, professore di scienze politiche alla Mary Washington University in Virginia, ha dichiarato: “I repubblicani hanno maggiori probabilità di votare di persona il giorno delle elezioni rispetto ai democratici”.

Entrambi i candidati sono in lizza per i voti anticipati tra i recenti sondaggi che mostrano che la concorrenza è in fase di stallo. In un sondaggio pubblicato martedì da USA TODAY e dalla Suffolk University, ogni candidato ha ricevuto lo stesso supporto del 45%.

McAuliffe e Youngkin hanno tempo fino a sabato per aumentare l’affluenza iniziale tra i loro sostenitori.

La bassa affluenza iniziale tra i repubblicani della Virginia dopo le elezioni presidenziali del 2020 non è stata una sorpresa. L’ex presidente Donald Trump è famoso Voto per corrispondenza L’anno scorso, hanno falsamente affermato che era pieno di brogli elettorali e che era dannoso per i repubblicani.

READ  Dow Jones Future Fall: risultati del rally del mercato azionario mentre Tesla cresce sempre

Ritirandosi da Trump, Young ha esortato i suoi sostenitori a votare in anticipo.

L’ex CEO del Gruppo Carlyle ha tenuto raduni fuori dalle sedi del voto anticipato e ha intrapreso un viaggio in autobus di 10 giorni attraverso lo stato per incoraggiare il voto anticipato.

“Young non ha ripetuto gli errori dell’ex presidente Trump, ha incoraggiato i suoi sostenitori a votare in anticipo e a spedire entro il 2020”, ha detto Farnsworth. “Young ha incoraggiato il voto anticipato in ogni occasione”.

Sebbene questi sforzi non siano stati fruttuosi, Farnsworth ha affermato che l’alto entusiasmo repubblicano per il voto in gara avrebbe compensato la loro bassa affluenza iniziale.

Secondo un sondaggio della Monmouth University pubblicato la scorsa settimana, i sostenitori di Young sono ansiosi di votare alle prossime elezioni con quasi il 23% dei voti.

Questa pausa entusiasmante potrebbe portare a un calo del voto il giorno delle elezioni tra i sostenitori di McAuliffe e a ridurre l’inizio del Fronte Democratico.

La mancanza di entusiasmo tra i democratici ha portato a un calo delle valutazioni di riconoscimento del lavoro del presidente Joe Biden e all’incapacità di attuare la sua agenda economica prima della scadenza automatica per raggiungere un accordo.

McAuliffe ha definito i bassi voti di Biden una sfida alla sua campagna, dicendo che dovrebbe “arare” perché il presidente in Virginia è “famigerato”.

Ma McAuliffe si è radunato con Biden martedì, quando il discorso del presidente si è rapidamente trasformato in una diffusa condanna di Young e infine di Trump.

Karen Hult, professoressa di scienze politiche al Virginia Tech, ha affermato che il voto e la mobilitazione sono ancora ostacoli che i democratici devono affrontare il giorno delle elezioni.

READ  La bozza di accordo COP26 invita i paesi ad aumentare la riduzione delle emissioni entro la fine del 2022. Cos'altro c'è dentro

“Mobilitare la loro base è ancora una sfida per i Democratici. Tutto ciò che i Democratici devono fare è aumentare il loro voto e convincere la gente ad andare a votare”, ha detto Karen Hult, professore di scienze politiche al Virginia Tech.

Correzione: la storia è stata corretta per riflettere il vantaggio iniziale degli elettori democratici nelle elezioni del governatore della Virginia.