Maggio 27, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Biden si dirige al vertice della NATO ad alto rischio nel mezzo della resa dei conti con Putin sull’Ucraina

Il presidente Joe Biden si è recato in Europa mercoledì mentre cerca di mantenere uniti gli alleati della NATO e altri partner europei contro il presidente russo Vladimir Putin e la sua invasione dell’Ucraina.

Con i combattimenti che durano quasi un mese – e le forze ucraine che tengono inaspettatamente la Russia a una situazione di stallo – Biden e altri leader mondiali cercheranno di porre fine al conflitto.

Subiranno pressioni per fare annunci su nuove sanzioni alla Russia, assistenza umanitaria per i rifugiati e supporto aggiuntivo per l’esercito ucraino.

Putin e la Cina staranno a guardare, con il destino dell’Ucraina – e il posto della Russia nel mondo – in bilico.

E mentre Biden attirerà gran parte dell’attenzione questa settimana, anche il suo omologo ucraino, Volodymyr Zelenskyy, prevede di parlare con Biden e di altri leader della NATO, e potenzialmente fare pressione.

Diplomazia vorticosa in mostra

Biden trascorrerà gran parte del viaggio di mercoledì da Washington a Bruxelles, in vista di una vorticosa giornata di diplomazia nella capitale belga il giorno successivo.

Giovedì, ha in programma di partecipare a un vertice straordinario di tutti i 30 leader della NATO, dove discuterà della deterrenza contro la Russia e “riaffermerà il nostro fervido impegno nei confronti dei nostri alleati della NATO”, secondo la Casa Bianca.

Biden parteciperà anche a una riunione pre-programmata del Consiglio europeo – l’organo politico dell’Unione europea – e incontrerà i leader del Gruppo dei Sette, o G-7, le principali nazioni industriali.

Durante gli incontri, Biden spera di raggiungere “Coordinamento continuo e una risposta unificata” alla Russia, ha affermato la Casa Bianca.

Biden ha reso il lavoro a stretto contatto con l’Europa una priorità assoluta, a volte frenando le sanzioni – come sull’energia russa – per mantenere quella dimostrazione di unità.

Ha anche cercato meticolosamente di evitare un conflitto più ampio, rifiutando di inviare truppe americane in Ucraina o di sostenere una no-fly zone applicata dalla NATO sul paese.

READ  La Corte Suprema della Carolina del Nord annulla le nuove mappe di voto :: WRAL.com

Resta da vedere se spingerà gli alleati ad affrontare più direttamente la Russia – impegnando più truppe nella regione, fornendo assistenza militare ancora più provocatoria all’Ucraina o assistendo direttamente Kiev.

Una sfida che potrebbe affrontare giovedì, tuttavia, è rispondere alle osservazioni di Zelenskyy ai leader della NATO.

Il leader ucraino ha più volte richiamato l’attenzione del mondo con discorsi commoventi, a volte schietti, a organismi nazionali e internazionali. Le sue richieste dirette a volte vanno oltre il livello di comfort di Biden e di altri leader, e non si è trattenuto dal nominare e umiliare coloro che non crede stiano facendo abbastanza per sostenere l’Ucraina.

Previste nuove sanzioni e aiuti

La maggior parte dei principali vertici globali sono associati a importanti annunci, o “deliverables”, spesso il risultato di mesi di negoziati.

Ma in questo caso, “il risultato principale è il viaggio e il suo simbolismo”, ha affermato Stephen Sestanovich, esperto russo ed ex ambasciatore presso il Council on Foreign Relations.

Ma Biden e altri leader dovrebbero annunciare anche un nuovo “pacchetto di sanzioni” alla Russia, incluso “l’inasprimento delle sanzioni esistenti per reprimere l’evasione e garantire una solida applicazione”, ha affermato martedì il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan.

“Uno degli elementi chiave di quell’annuncio si concentrerà non solo sull’aggiunta di nuove sanzioni”, ha affermato Sullivan, “ma sul garantire che vi sia uno sforzo congiunto per reprimere l’evasione, l’irruzione delle sanzioni, qualsiasi tentativo da parte di qualsiasi paese di aiutare la Russia, sostanzialmente, a minare, indebolire o aggirare le sanzioni”.

Il presidente “avrà anche l’opportunità di coordinarsi sulla prossima fase dell’assistenza militare all’Ucraina”, ha affermato Sullivan.

READ  Acquista prima questi titoli tecnologici di punta quando il Nasdaq è interessato

E Biden parlerà con i leader degli “aggiustamenti a lungo termine della posizione delle forze della NATO sul fianco orientale”, ha detto Sullivan, riferendosi agli Stati Uniti e ad altri paesi della NATO che schierano truppe aggiuntive nei paesi che confinano con la Russia, come Polonia, Estonia, Lituania e Lettonia.

Annuncerà anche “un’azione congiunta per rafforzare la sicurezza energetica europea e ridurre la dipendenza dell’Europa dal gas russo”, ha aggiunto Sullivan, senza ulteriori dettagli.

Concentrati su milioni di sfollati ucraini, truppe statunitensi

A Bruxelles, Biden “annuncerà ulteriori contributi americani” per aiutare i 3,5 milioni di ucraini fuggiti dal Paese e per gli altri milioni di sfollati interni, secondo Sullivan.

Venerdì, il presidente si recherà in Polonia, dove si “impegnerà con le truppe statunitensi” – ne ha schierate migliaia in risposta all’invasione – e sabato incontrerà il presidente polacco Andrzej Duda. La Polonia ha accolto oltre 2 milioni di rifugiati ucraini.

“È il posto giusto per lui per poter vedere le truppe, per poter vedere esperti umanitari e per poter incontrare la prima linea e gli alleati molto vulnerabili”, ha detto Sullivan.

L’addetto stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha detto questa settimana che c’erano “nessun piano“che Biden si rechi in Ucraina e che la Casa Bianca” non abbia esplorato questa opzione. “

Putin, la Cina a guardare

Biden ha detto lunedì che “l’unica cosa di cui sono fiducioso, conoscendo abbastanza bene Putin – così come, immagino, un altro leader potrebbe conoscersi – è che contava sulla possibilità di dividere la NATO. Non avrebbe mai pensato che la NATO sarebbe rimasta risoluto – rimani totalmente, completamente unito “.

READ  Blocco della MLB: aggiornamenti in tempo reale mentre la MLBPA e i proprietari continuano le trattative prima della scadenza autoimposta della lega

“E posso assicurarvi”, ha detto a un gruppo di amministratori delegati, “La Nato non è mai stata più forte o unita in tutta la sua storia di quanto lo sia oggi, in gran parte grazie a Vladimir Putin”.

In effetti, l’invasione russa ha unito la NATO contro di essa. E un mese di sanzioni schiaccianti ha paralizzato l’economia russa e in gran parte isolato Putin.

Se i leader mondiali a Bruxelles decidessero di aumentare la pressione su Putin in un modo che potrebbe cambiare ulteriormente i calcoli di Putin – e porre fine alla guerra, forse offrendogli una chiara rampa di decollo – potrebbe determinare la durata e il corso del conflitto.

Ma non è chiaro che il numero decrescente di opzioni che hanno lasciato potrebbe influenzare fondamentalmente Putin. Le truppe russe continuano a prendere a pugni le città ucraine e ad uccidere i civili anche se gli ucraini hanno impedito loro di rivendicare grandi vittorie e rovesciare il governo di Kiev.

E non è chiaro cosa possa essere quella rampa di uscita. “La schiena di Putin è contro il muro”, ha detto Biden lunedì.

La Casa Bianca ha avvertito che la Russia potrebbe lanciare attacchi informatici alle infrastrutture critiche negli Stati Uniti Un attacco del genere potrebbe arrivare nelle prossime settimane, anche se non necessariamente in risposta diretta al viaggio di Biden, secondo Tom Graham, esperto di Russia al Consiglio sulle relazioni estere.

E anche il presidente cinese Xi Jinping starà a guardare. In una telefonata della scorsa settimana, secondo la Casa Bianca, Biden lo ha avvertito delle conseguenze di fornire aiuti alla Russia.

Sullivan ha detto martedì a Elizabeth Schulze di ABC News che, dalla scorsa settimana, gli Stati Uniti “non avevano visto” la Cina fornire equipaggiamento militare alla Russia, come temeva potesse fare la Cina.

Il grado in cui Biden è in grado di coinvolgere i leader europei con potenziali punizioni per la Cina potrebbe anche determinare se Xi decide di sostenere Putin o di rimanere fuori dalla lotta.