Luglio 4, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Biden ospita il Summit delle Americhe: aggiornamenti in tempo reale

Credito…Luis Antonio Rojas per il New York Times

LOS ANGELES – In vista del Summit delle Americhe, l’amministrazione Biden si è affrettata a evitare l’imbarazzo di un boicottaggio da parte dei leader chiave, solo per trovare le sue aperture respinte.

I funzionari americani hanno trascorso settimane a negoziare con il governo messicano, cercando di trovare un modo per invogliare il presidente Andrés Manuel López Obrador alla riunione di Los Angeles. Il vicepresidente Kamala Harris ha chiamato il leader dell’Honduras per convincerla a venire. I migliori aiutanti furono inviati per cercare di convincere i leader di El Salvador e Guatemala.

Niente ha funzionato. I capi di stato di tutti e quattro i paesi si sono rifiutati di partecipare all’incontro, un duro colpo per Mr. Biden in un momento in cui cercava di proiettare unità e scopo comune nell’emisfero occidentale.

Il presidente salvadoregno, Nayib Bukele, non avrebbe nemmeno parlato al telefono con il segretario di Stato Antony J. Blinken, secondo quattro persone che hanno familiarità con la sensibilizzazione che non erano autorizzate a parlare pubblicamente.

Le assenze hanno messo in dubbio la rilevanza di un vertice che avrebbe dovuto dimostrare la cooperazione tra vicini, ma ha invece trasmesso a gran voce le spaccature in una regione che è sempre più disposta a sfidare la leadership americana.

“Mostra le profonde divisioni nel continente”, ha detto Martha Bárcena, l’ex ambasciatrice messicana negli Stati Uniti. I leader che hanno deciso di non partecipare, la Sig. Bárcena ha detto: “Sfidare l’influenza degli Stati Uniti, perché l’influenza degli Stati Uniti è diminuita nel continente”.

READ  Estelle Harris, la madre di George in "Seinfeld", muore a 93 anni

L’amministrazione Biden ha affermato che si può fare molto senza presidenti al tavolo, poiché i ministri degli Esteri inviati in loro vece sono altrettanto capaci di firmare accordi.

“Gli Stati Uniti rimangono la forza più potente nel guidare le azioni dell’emisfero per affrontare le sfide principali che devono affrontare i popoli delle Americhe”, ha affermato lunedì Karine Jean-Pierre, addetta stampa della Casa Bianca.

Tuttavia, mentre i no-show della regione stanno boicottando per diversi motivi, tutti sembrano esprimere il loro dispiacere per il modo in cui l’amministrazione esercita il potere.

Sig. López Obrador ha telegrafato per settimane che non avrebbe partecipato a meno che l’amministrazione non avesse invitato Cuba, Venezuela e Nicaragua. Il presidente dell’Honduras di sinistra, Xiomara Castro, si è unito al suo carrozzone e ha detto che anche lei si sarebbe ritirata a meno che l’incontro non includesse quei paesi.

Lasciandoli fuori dal vertice, il sig. López Obrador ha affermato che “significa continuare con la politica del passato, dell’interventismo, della mancanza di rispetto per le nazioni e il loro popolo”.

I leader del Guatemala e di El Salvador sembravano più preoccupati per il proprio rapporto con gli Stati Uniti che per la lista degli invitati.

Al momento del suo insediamento, l’amministrazione Biden è passata all’offensiva contro la corruzione in entrambi i paesi, sanzionando funzionari di alto rango e chiamando sforzi percepiti indebolire le istituzioni democratiche da parte dei due governi centroamericani.

Il presidente del Guatemala, Alejandro Giammattei, ha detto che non sarebbe andato al vertice il giorno dopo Sig. Blinken ha detto che la scelta del procuratore generale da parte del suo governo fosse coinvolta in una “corruzione significativa”.

READ  Guarda l'ultimo test di pre-lancio del razzo lunare Artemis

“Ho mandato a dire che non ci andrò”, Mr. Giammattei ha detto, aggiungendo: “Finché sarò presidente, questo Paese sarà rispettato e sarà rispettata la sua sovranità”.

Sig. Bukele non ha reso pubblico il suo ragionamento, ma le persone che hanno familiarità con il pensiero del presidente salvadoregno affermano che non vedeva il senso delle strette di mano e delle foto quando il dialogo tra i due paesi era così fondamentalmente interrotto.