Novembre 30, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Anwar Ibrahim entra nella storia come decimo primo ministro malese

Lo statista malese di lunga data Anwar Ibrahim è il nuovo primo ministro del paese dopo che giovedì il palazzo della nazione del sud-est asiatico ha fatto l’annuncio ponendo fine a un prolungato stallo elettorale.

Dopo l’incontro con i governanti statali e in linea con la costituzione malese, il re ha nominato Anwar decimo primo ministro della nazione del sud-est asiatico. Il re ha dichiarato in una dichiarazione ufficiale che Anwar avrebbe prestato giuramento alle 17:00 ora locale.

“Sia che tu abbia perso o vinto alle elezioni, ti chiedo di stare insieme per il nostro amato paese”, ha detto, secondo una traduzione della CNBC.

“È importante che la nostra nazione sia libera dall’instabilità politica poiché il paese ha bisogno di un governo forte e stabile”.

Ha chiesto ai membri eletti del parlamento di continuare a servire bene la nazione e ha esteso la gratitudine ai governanti statali per la loro assistenza e le intuizioni per la risoluzione della crisi.

La nomina di Anwar corona un’attesa di oltre 20 anni per l’ex vice primo ministro che è stato leader dell’opposizione per due decenni tra pene detentive e colpi di stato politici.

I titoli quotati in Malesia erano in positivo prima dell’annuncio, ma poco dopo hanno preso un’altra gamba al rialzo con l’indice di riferimento KLCI in rialzo del 3%. Il gruppo di telecomunicazioni Axiata Group Bhd è stato tra i maggiori guadagni, con un aumento di oltre il 7% mentre il produttore di guanti di gomma Top Glove è salito del 6%. Anche Genting Malaysia è salita del 5,16% e CIMB del 3,45%.

READ  Gli Steelers assumono Brian Flores come assistente durante la sua causa NFL

Anche il ringgit malese è balzato di oltre un punto percentuale a 4,5070 contro il biglietto verde.

La Malesia deve chiedersi se deve tollerare visioni 'fanatiche estremiste': Anwar

Le elezioni generali della Malesia di sabato hanno prodotto il primo parlamento sospeso della nazione, spingendo il re a chiedere alle principali coalizioni di presentare le loro alleanze entro le 14:00 ora locale di martedì, al fine di formare il governo e nominare il loro primo ministro preferito.

Partiti e coalizioni devono ottenere una maggioranza semplice di 112 seggi in parlamento, su 222 seggi in palio, per formare il governo, ma nessuna delle coalizioni è stata in grado di farlo.

La Malesia è in tumulto politico da quando l’opposizione, la coalizione Pakatan Harapan di Anwar, la più grande del paese, ha vinto le elezioni del 2018, ponendo fine ai 60 anni di governo del Nazionale Barisan.

La Malesia è stata gettata nel caos politico dopo che l’ex primo ministro ed ex presidente del Barisan Nasional, Najib Razak, è caduto in disgrazia a causa del suo coinvolgimento nello scandalo multimiliardario 1Malaysia Development Berhad (1MDB). Najib è stato condannato a 12 anni di carcere.

Ma il rivale di Anwar nella corsa alla leadership, Muhyiddin Yassin, e altri membri di Pakatan Harapan hanno disertato nel 2020 per formare il Perikatan Nasional.

La defezione ha portato al crollo del governo Pakatan.

Da allora la nazione del sud-est asiatico ha avuto tre primi ministri, tra cui Muhyiddin.

Alle elezioni di sabato, Pakatan ha ottenuto il maggior numero di seggi parlamentari con 82, ma non è riuscito a raggiungere i 112, il numero necessario per formare il governo.

READ  COP27: il vertice concorda un fondo per il clima per "perdite e danni" in un accordo storico

La coalizione di governo in carica Perikatan Nasional era al secondo posto con 73 seggi. Il presidente del partito Muhyiddin Yassin è stato uno dei primi ministri negli ultimi anni, dopo che lui e altri membri di Pakatan Harapan hanno disertato nel 2020 per formare il Perikatan Nasional.

La defezione ha portato al crollo del governo Pakatan.

Anwar, è stato vice dell’ex primo ministro Mahathir Mohamad negli anni ’90 prima di essere incarcerato per corruzione e sodomia.

— Jihye Lee della CNBC ha contribuito a questo rapporto.