Maggio 27, 2022

ToBe Magazine

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Tobe Magazine

Aggiornamenti live Olimpiadi invernali 2022: conteggio medaglie e ultimi risultati

Credito…Gabriela Bhaskar / Il New York Times

Eileen Gu ha fatto la storia questa settimana quando è diventata la prima sciatrice freestyle a vincere tre medaglie in una singola Olimpiade, coronando una straordinaria prestazione a Pechino con un oro nell’halfpipe femminile di giovedì.

Gu, un californiano di 18 anni che gareggia per la Cina, ha vinto il suo primo oro dei Giochi nella competizione inaugurale del big air di sci freestyle femminile, introdotta come parte degli sforzi del Comitato Olimpico Internazionale per raggiungere la parità di genere ai Giochi. Ha anche vinto un medaglia d’argento nella gara di slopestyle questa settimana.

I Giochi di Pechino, che si concludono domenica, sono stati descritto dal CIO come il più “equilibrato di genere” Giochi invernali nella storia, con le donne che rappresentano il 45% record degli atleti. Quello è dal 41 per cento ai Giochi di Pyeongchang del 2018 – e il 4,3% ai Giochi del 1924 a Chamonix, in Francia.

Il grande evento aereo femminile è una delle sette competizioni che sono state aggiunte al programma olimpico di Pechino. L’aggiunta del formato a squadre miste – in cui uomini e donne competono insieme – agli eventi di pattinaggio di velocità su pista corta, salto con gli sci, aerei e snowboard cross è un’altra parte dello sforzo del CIO per promuovere l’uguaglianza di genere. La gara inaugurale del monobob è stata contestata esclusivamente dalle donne.

READ  Dal vivo: le migliori offerte Black Silver a meno di $ 50

Nicole M. LaVoi, direttrice del Tucker Center for Research on Girls and Women in Sport presso l’Università del Minnesota, ha affermato che in qualche modo gli sforzi per raggiungere la parità di genere sono andati nella giusta direzione.

“Essere in grado di mostrare il loro talento insieme ai loro coetanei maschi è una buona mossa”, ha detto LaVoi delle olimpioniche.

Ma il numero di donne che gareggiano ai Giochi non è l’unica metrica con cui si può misurare l’uguaglianza e le donne stanno ancora “competindo in un sistema in cui non si sentono sicure, apprezzate o supportate”, ha affermato.

Il fondatore delle Olimpiadi moderne, il barone Pierre de Coubertin, proibì alle donne di partecipare ai Giochi inaugurali del 1896. Nel 1900, 22 donne furono accolte in cinque eventi – tra cui il croquet – mentre 975 uomini gareggiarono in tutto, dall’atletica leggera al canottaggio.

Il numero di donne che partecipano alle Olimpiadi è gradualmente aumentato da allora, ma è stato solo nel 2014 che il L’agenda di pianificazione del CIO includeva una raccomandazione che il comitato lavorasse “per ottenere il 50% di partecipazione femminile ai Giochi Olimpici”.

Mentre il divario si sta riducendo, ci sono ancora aree in cui le donne hanno poco o nessun accesso rispetto agli uomini.

La combinata nordica, uno sport che unisce lo sci di fondo e il salto con gli sci che è stato nel tabellone olimpico dal 1924, è l’unico sport invernale a cui le donne non partecipano. (Ci si aspetta che le donne possano competere presto, forse entro il 2026.)

READ  Karine Jean-Pierre diventerà addetta stampa della Casa Bianca, la prima persona LGBTQ nera ed emarginata nel ruolo

Anche se uno sport è disponibile sia per uomini che per donne, spesso ci sono molti meno posti di competizione assegnati alle donne che agli uomini. Questa settimana, l’atleta di bob e scheletro Simidele Adeagbo, che nel 2018 è diventata la prima donna di colore a gareggiare con lo scheletro alle Olimpiadi, ha inviato una lettera all’organo di governo dei suoi sport sostenendo che la discriminazione di genere le aveva impedito di partecipare ai Giochi di quest’anno . Nella lettera, che era stato segnalato in precedenza da Reutersgli avvocati di Adeagbo hanno affermato di essere stata esclusa dall’evento monobob di Pechino a causa di “un’insidiosa e volontaria disparità di genere nel numero di posti per slittini messi a disposizione di uomini e donne”.

Gli uomini hanno il vantaggio in termini di posti: ci sono 28 posti per lo slittino riservati agli uomini nella gara di bob a quattro e 30 posti riservati per la gara a due. Alle donne vengono assegnati 20 posti nel monobob e 20 nel bob a due donne.

Ci sono disparità in altri sport alle Olimpiadi invernali. Sci di fondo, sci alpino, biathlon e pattinaggio di velocità su pista lunga hanno tutti eventi maschili che coprono distanze maggiori rispetto agli eventi femminili. Se gli uomini competono in eventi che sono visti come “più grandi” di quelli delle donne, ciò mette in ombra gli eventi delle donne, che possono essere “visti come secondari o inferiori”, ha detto LaVoi.

Anche il salto con gli sci, che ha aggiunto una divisione femminile nel 2014, non è all’altezza. Sebbene un evento a squadre miste sia stato aggiunto all’agenda olimpica di Pechino, dando alle donne un’altra opportunità di vincere medaglie, gli uomini hanno ancora più possibilità di salire sul podio. Anna Hoffman degli Stati Uniti, che ha fatto il suo debutto olimpico a Pechino, ha pubblicato un video su TikTok evidenziando il fatto che l’evento di salto con gli sci con la grande collina, che si trova a circa 450 piedi, esclude le donne alle Olimpiadi, anche se le donne possono ora gareggia sulle grandi colline in altri eventi internazionali, compresi i Campionati del Mondo.

READ  Elon Musk afferma che l'accordo su Twitter non può essere concluso fino a quando la controversia sui bot non sarà risolta

Hoffman ha affermato che la competizione sulla grande collina nel gioco femminile è stata eccezionale, ma nonostante i risultati degli ultimi anni, “ci viene ancora detto di essere pazienti e aspettare” quando si tratta di programmazione olimpica.

“Non dovremmo combattere per questo”, ha detto, aggiungendo in seguito che il problema non era garantire risultati uguali per uomini e donne in vari sport.

“Si tratta di opportunità, ed è quello che chiediamo”, ha detto Hoffman.